Abbigliamento per viaggio al freddo: ecco cosa ho portato in Siberia

Abbigliamento per viaggio al freddo

Prima o poi nella vita bisogna fare un viaggio al freddo (noi con le nostre Expeditions ne organizziamo vari!) al freddo e per farlo al meglio è assolutamente essenziale essere preparati. Immagina andare al freddo anche estremo ad avere i piedi che iniziano a congelarsi, non è bello…

Quello splendido viaggio che hai programmato per tanto tempo, improvvisamente diventerebbe una esperienza infernale, anziché uscire e goderti l’ambiente del freddo estremo sarai costantemente alla ricerca di calore.

Ma come evitare che tutto queso avvenga? Come riuscire a godersi un’esperienza nel freddo estremo?

Semplice: un abbigliamento adeguato è la soluzione per un’avventura degna di nota.

Noi per esempio durane la nostra spedizione nel gelo della Siberia, abbiamo toccato temperature che arrivavano a -22 gradi e stavamo “benone”, per quanto possibile.

O quantomeno, non soffrivamo per niente il freddo.

Ma il trucco per tutto questo è uno ed e semplice: la cipolla!

Infatti vestirsi a cipolla è la soluzione migliore per riuscire a sopravvivere senza problemi al freddo siberiano e in questo articolo vediamo quelli che sono gli strati che non possono mancare per un viaggio al freddo.

Abbigliamento al freddo: proteggere testa e collo

Iniziamo dal primo strato essenziale: un semplice cappello di lana per proteggere la testa da freddo estremo.

E se il cappellino non dovesse bastare, allora è essenziale portarsi un colbacco che garantisce una protezione totale non solo per la testa, ma anche per le orecchie che nel caso di freddo estremo possono essere tra le prime parte a congelarsi.

Noi per il nostro viaggio in Siberia, li abbiamo portati tutti e 2 ed usavamo il secondo solo nel caso di freddo estremo, ovvero da sotto i -5/-10.

Proteggere il busto dal freddo estremo

Il corpo ovviamente va ben protetto dalle condizione di freddo e ti assicuro che non c’è niente di più odioso che avere una sensazione di freddo che ti penetra nella ossa senza poterci fare niente.

Qui di seguito ti mostro tutti gli strati da portare e a seconda del freddo che fa, valuta tu se indossarli tutti o solo una parte di questi.

Partiamo dagli strati a contatto con il corpo: la maglia tecnica.

La maglia termica è lo strato base da utilizzare e quello a stretto contatto con il corpo, ed è quindi importante che sia uno strato tecnico e in grado trattenere calore.

Oltre questo, andando avanti c’è lo strato superiore e noi consigliamo di portare un pile che ha un ottimo rapporto spazio/prezzo/calore:

Se possibile, sempre meglio orientarsi su materiale tecnico che è quello che a parità di peso garantisce delle ottime performance.

Ma adesso veniamo ad un pezzo che in moltissimi non considerano, un mini piumino. Ovvero un piumino che va messo sotto il giubbotto vero e proprio.

Questo capo di abbigliamento ha molti vantaggi, il primo è che nel caso non dovesse fare molto freddo, si può utilizzare direttamente questo anziché il giubbotto, il secondo è dato dal fatto che è piccolissimo e leggero da trasportare, quindi veramente un pezzo che non può mancare:

Ecco adesso parliamo dello strato serio, ovvero il piumino/giacca che ti proteggeranno dal freddo estremo. Quello che consigliamo è di acquistare un parka se possibile:

Un parka essendo più lungo ti permette di proteggere meglio la parte bassa del corpo ed evita che il vento gelido si infili sotto i vari strati in maniera molto fastidiosa.

In alternativa andando sulle armi pesanti, possiamo consigliare un piumino alpinistico da alta montagna, ma questo solo nel caso si pensa di andare a temperatura sotto i – 20 e tieni sempre conto che ci sono gli strati che abbiamo illustrato sopra a tenerti caldo.

Proteggere gambe e piedi per un viaggio al freddo

Per le gambe, il primo strato, sono delle belle calzamaglia di pile:

Con queste resterai bello caldo e sarà un ottimo strato per costruire la base del tuo abbigliamento.

Il secondo strato sono dei pantaloni invernali imbottiti:

Il pantalone molte volte si può indossare anche senza la calzamaglia di pile sotto, ma se dovesse fare molto freddo, questi 2 strati sicuramente basteranno a farti soffrire meno il freddo.

Se non dovesse bastare e vuoi darti alle armi pesanti, allora prenditi anche un paio di pantaloni da sci:

Io personalmente, nonostante i -22, non ho mai indossato questi i pantaloni, la combinazione di pantalone imbottito e pile è sempre stata più che sufficiente per proteggermi dal freddo estremo, ma sempre meglio stare tranquilli ed avere tutto l’occorrente con se.

Proteggere i piedi dal freddo

Ecco, le scarpe sono molto importanti, hanno una funzione essenziale per isolare il piede dal freddo e tenerlo caldo, ma prima della scarpa, c’è un’altra cosa, il calzino.

Il calzino è fondamentale che sia caldo e adatto a temperature estreme, quello che noi abbiamo scelto è il seguente:

E’ un calzino utilizzato dagli alpinisti per le spedizioni al freddo quindi molto valido.

Per il freddo estremo, abbiamo utilizzato degli stivali Canadesi molto validi:

Questi stivali sono consigliati perché hanno l’imbottitura interna e sono garantiti fino a -30 gradi, quindi si è in una botte di ferro, il problema è che se non fa così freddo si rischia di soffrire il caldo.

Quindi nel caso dovessi andare in un ambiente che non è cosi freddo, allora un paio di scarponcini da trekking con la suola in vibram saranno più che sufficienti, ovviamente insieme ai calzini indicati sopra.

E per le mani? come ci si protegge dal freddo?

I guanti per una spedizione al freddo

La regola della cipolla vale anche quando si parla di mani, per questo consigliamo i seguenti guanti:

Acquistabili dal sito ufficiale

A dire il vero, questo sono dei guanti da fotografo ma sono indicatissimi per qualsiasi esigenza. Questo guanto è formato da 2 paia di guanti, uno interno e quello esterno, che possono essere usati anche separatamente.
 
Quindi se acquisti questo guanto, avrai la possibilità di utilizzare i guanti interni se fa poco freddo, o tutti e 2 in situazioni di estremo freddo.
 
Conclusione:
Abbiamo testato e provato questo materiale sulla nostra pelle e posiamo garantirti quello che abbiamo scritto, quindi non ci rimane che augurarti buon viaggio e una bellissima esperienza al freddo.
 
Un abbraccio,
 
Marco & Ilaria
Written By
More from Marco

Soldi in viaggio: i migliori conti correnti gratuiti per viaggiare a confronto

Quando si viaggia bisogna sempre stare molto attenti alle fregature soprattutto fare...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.