Come fare la valigia per un viaggio fotografico e non: suggerimenti e checklist

come fare una valigia fotografica

Partire per un viaggio, specialmente se con la nostra fidata fotocamera al collo, è sempre un’emozione incredibile. Quella che ci spinge ad esplorare, scoprire e fotografare costantemente. È la nostra passione, punto.

Ma diciamoci la verità, significa anche un po’ di stress, specialmente prima della partenza.

Bisogna capire come fare la valigia, che sia per un viaggio fotografico o un weekend fuori porta, per andare al caldo o al freddo, con solo bagaglio a mano o uno zaino enorme sulle spalle.

E poi c’è sempre quel momento terribile…quello di quando stai andando in aeroporto, il tuo bagaglio ormai pronto e definitivo, non più modificabile, e un pensiero ti attraversa la mente: 

“Ecco lo sapevo, ho dimenticato……!”.

Ma ormai è troppo tardi.

Come fare la valigia perfetta? Il segreto è l’organizzazione

Quanto lo odi, quel momento?

Io ho passato anni ad arrabbiarmi perché puntualmente, ad ogni viaggio, dimenticavo qualcosa di fondamentale. Che magari avevo pensato di prendere ogni giorno precedente a quello in cui ho preparato la valigia!

E poi? Poi sono partita per il mio viaggio solo andata, ovvero per un viaggio a lungo termine attraverso l’Asia, senza una data di ritorno, e con l’idea di affrontare climi e temperature diversissimi…

In quel momento ho dovuto per forza di cose scoprire come mettere la vita in uno zaino, l’arte del minimalismo e tante altre cose bellissime che mi porto ancora dietro e mi aiutano ad ogni nuova partenza.

Ma soprattutto ho dovuto imparare come fare una valigia perfetta, come organizzarla e come strutturare una checklist a prova di qualsiasi vacanza per non dimenticare MAI nulla.

Non esiste un metodo universale per fare la valigia, anche se ce ne sono diversi ormai diventati famosi. Forse il più celebre, protagonista di centinaia di video, è il metodo KonMari, che prevede di arrotolare i vestiti e di sfruttare ogni angolo libero (incluse le scarpe!) per inserire oggetti e accessori.

In generale, qualsiasi variante e metodo tu decida di utilizzare, c’è una cosa sola che è davvero importante: l’organizzazione.

Se inizierai per presto a compilare le tue checklist (o utilizzerai le nostre), se ti prenderai il tuo tempo per fare la valigia, se seguirai un metodo, ti prometto che diventerà estremamente raro dimenticare qualcosa!

Cosa cambia nel fare una valigia fotografica?

Specialmente per noi fotografi, è fondamentale essere organizzati per riuscire a:

  • far stare tutto in valigia, con l’abbondanza dell’attrezzatura fotografica richiesta
  • e non dimenticare nulla di fondamentale, che ci farebbe poi perdere occasioni fotografiche fantastiche!

Servirà un’organizzazione ancora maggiore per non dimenticare nulla: dovrai preparare un piano di ciò che vuoi fotografare (anche noto come “shot list”), un elenco di oggetti e accessori fotografici non sempre immediati a cui pensare, e alla fine dovrai sviluppare grandi capacità di compromesso perché…be’, probabilmente non esiste zaino fotografico abbastanza grande da contenere tutto ciò che un fotografo vorrebbe portarsi!

Ma non temere, anche sul comparto fotografico voglio svelarti i miei segreti e condividere con te le mie checklist, anzi le nostre, perché ho chiesto a tutto il team di questo blog di contribuire con le proprie liste!

SOS valigia: come farla in 5 passi

  

Veniamo al dunque: prima di condividere con te le nostre checklist, voglio raccontarti 6 trucchi che ho imparato negli anni e che sono dei veri salvavita quando si tratta di fare la valigia perfetta.

Ci sono 6 passi essenziali per fare la valigia che ti consiglio di rispettare, e sono i seguenti:

  1. Inizia a preparare la valigia per tempo
  2. Compra o scegli prodotti performanti
  3. Fai la valigia fuori dalla valigia
  4. Categorizza e organizza gli oggetti
  5. Utilizza sacchetti specifici
  6. Sfrutta le tasche e gli scompartimenti

Vediamoli uno per uno.

1. Inizia a studiare cosa mettere in valigia per tempo

Non aspettare l’ultimo minuto: specialmente per i viaggi più complessi, come quelli fotografici, oppure quando hai un bagaglio molto limitato, muoviti con largo anticipo.

Io inizio a fare/rivedere le mie checklist di viaggio almeno una settimana prima di partire, e mi prendo almeno 24 ore prima della partenza per fare concretamente la valigia (ti spiegherò tra poco come e perché).

Il concetto delle checklist di viaggio per le valigie è semplice: quasi sempre quando dobbiamo farci venire in mente qualcosa non ci viene, mentre nei momenti più disparati (sotto la doccia, andando al lavoro, portando fuori il cane…) ci vengono intuizioni e idee che non dobbiamo dimenticare.

Avere una checklist da tenere sempre aggiornata e modificare di viaggio in viaggio è il modo migliore per tenere traccia di tutte queste intuizioni: ti consiglio di copiare-incollare le nostre checklist su una Nota nel tuo cellulare oppure, se li utilizzi, in programmi di Task Management come Trello (qui spieghiamo come utilizzarlo per organizzare un viaggio) o Notion.

2. Compra o scegli prodotti performanti

Cosa significa “prodotti performanti”? Significa che dovrai valutare tutto ciò che inserirai nella tua valigia in base alla sua performance, ovvero a quanto bene risponde alle seguenti domande:

  • è piccolo/poco ingombrante/leggero?
  • lo posso utilizzare per più di uno scopo? (Ad esempio, un costume da bagno come intimo, uno scialle come gonna, etc)
  • Si abbina con tutto? Lo posso utilizzare più volte?
  • Si lava e asciuga velocemente, senza bisogno di stirarlo?

Se entri in quest’ottica, ti accorgerai che molti oggetti che già hai in casa possono rispondere positivamente a queste domande, e diventare ottimi prodotti da viaggio.

Quelli che ti mancano, puoi sempre acquistarli appositamente online o nei negozi!

3. Fai la valigia fuori dalla valigia

Ed eccoci al motivo del largo anticipo: quando ti metti a preparare la valigia, non dovresti iniziare direttamente a riempirla, ma semplicemente organizzare tutti gli oggetti che vuoi portarti via su una superficie sgombra.

Io tipicamente uso un letto matrimoniale, ma se non hai abbastanza spazio puoi stendere un telo sul pavimento e farlo lì, o utilizzare un tavolo.

L’importante è che prima di mettere via le cose, tu le veda tutte davanti a te e possa valutare se hai preso troppa roba, troppo poca, se ci sono cose inutili, doppioni, oggetti che puoi utilizzare per più finalità, etc.

Solo allora potrai passare a mettere via il tutto.

come fare la valigia: organizzazione

4. Categorizza e organizza gli oggetti da mettere in valigia

Ovviamente il lavoro sopra non dovrebbe essere fatto a caso: dividi ogni cosa per tipologia e accorpa i vestiti e gli oggetti con una logica.

Io tipicamente per fare la valigia organizzo prima tutto sul letto suddividendo in:

  • una zona dove metto tutti gli oggetti che vanno nel bagaglio a mano (inclusi i documenti);
  • una dove raggruppo tutta l’attrezzatura fotografica ed elettronica;
  • una per i vestiti, divisi in pile ordinate di pantaloni, magliette, maglioni, mutante, calze, etc;
  • una per le scarpe;
  • una per gli oggetti per l’igiene personale e per la notte.

5. Utilizza i sacchetti con la chiusura ermetica

Il metodo KonMari prevede di mettere tutto via direttamente in valigia, arrotolando e infilando in ogni angolo oggetti di varia natura, e poi rispettando quell’ordine maniacale quando si tratta di tirare fuori e rimettere dentro le cose una volta in viaggio. Io lo trovo poco pratico, ma soprattutto poco realistico.

La mia versione del metodo per preparare la valigia perfetta prevede l’utilizzo di sacchetti.

Ma non sacchetti qualsiasi: l’ideale sono quelli trasparenti con la chiusura ermetica in cima, che si usano tipicamente per mettere via i cibi nel frigo.

Quelli dell’IKEA andranno benissimo: ne vende di varie dimensioni, così da adattarsi a contenere via i vestiti più voluminosi sia quelli meno.

Una volta infilata una pila di vestiti nel sacchetto, non dovrai fare altro che far uscire l’aria e chiudere la chiusura ermetica per ridurre lo spazio occupato.

Oppure potresti optare per gli organizer per la valigia a compressione, sacchetti con una zip che va a stringere e compattare il volume dell’involucro una volta chiuso.

6. Sfrutta le tasche e gli scompartimenti della valigia (o dello zaino)

Ultimo ma non meno importante, quando finalmente arriva il momento di infilare tutto il tuo organizzatissimo contenuto nella valigia, non tralasciare di studiare anche COME la andrai a utilizzare per riempirla di conseguenza.

Per questo io preferisco sempre viaggiare con lo zaino piuttosto che con una valigia: non solo ti permette di avere sempre le mani libere (caratteristica fondamentale per un fotografo!), ma ti assicura tante tasche, taschine e scompartimenti in cui suddividere gli oggetti.

Io ad esempio utilizzo sempre le tasche esterne per le cose più importanti e frequenti da raggiungere (mutande, calze, ciabattine per la doccia, libri, caricabatterie, etc), e lo scomparto inferiore dello zaino per tutto ciò che mi serve per la notte e per l’igiene personale.

Così quando ho bisogno di questi oggetti non devo nemmeno aprire completamente la mia valigia!

E anche quando devo farlo per prendere i vestiti, ho tutto ben organizzato nei sacchetti e facilmente individuabile.

Checklist di cosa mettere in valigia per ogni tipo di viaggio

come fare la valigia

Bene, ma ora veniamo al dunque: cosa mettiamo nella nostra (a questo punto organizzatissima) valigia?

Quali sono gli oggetti che non dobbiamo mai dimenticare? E quelli specifici per certi tipi di viaggio?

Qual è la checklist per un viaggio al freddo? E quale quella per un viaggio fotografico?

Il mio consiglio è di suddividere le tue checklist proprio per rispondere a queste domande.

Per aiutarti, è quello che abbiamo fatto noi!

Qui sotto troverai checklist per la valigia adatta a ogni tipo di viaggio. Per utilizzarle, ti consiglio due alternative:

  • Salva questo articolo tra i preferiti e compila direttamente le nostre checklist quando fai la tua valigia, cliccando sul pulsante corrispondente;
  • oppure, se vuoi farle tue e modificarle, non dovrai far altro che copiare questo elenco sul tuo computer o telefono, nelle Note o dove ti è più comodo, e aggiungere una bella spunta come questa ✅ accanto a ogni oggetto che viene inserito nella valigia (mi raccomando, non mettere la spunta finché non è effettivamente dentro!).

Iniziamo con le checklist:

Cosa mettere sempre in valigia: Checklist di viaggio generica

Il primo elenco comprende tutti quelli oggetti che sono SEMPRE utili, a prescindere dal tipo di viaggio.

Puoi aggiungere o togliere cose che non usi, ma più o meno dovrai sempre portarti dietro queste cose.

Le checklist successive sono aggiunte/integrazioni a questa, da utilizzare per viaggi specifici.

Vestiti

  • Mutande e reggiseni
  • Calze
  • Calze
  • Canottiere
  • Maglioncini o felpe
  • Camicie o maglie leggere
  • Giacca a vento leggera
  • Scialle/sciarpa leggera
  • Pantaloni
  • Cintura
  • Gioielli/accessori vari
  • Scarpe da ginnastica (ottime per camminare tutti i giorni) 
  • Pigiama
  • Ciabatte (un paio utilizzabile sia in doccia che in camera)
  • Borsa/zainetto
  • Eventualmente, scarpe e vestiti per la sera

Kit bagno

  • Accappatoio o asciugamano in microfibra
  • Dentifricio e spazzolino
  • Trucchi/creme
  • Bagnoschiuma, shampoo, balsamo
  • Tappi per le orecchie
  • Salviette intime
  • Pettine/spazzola
  • Deodorante
  • Prodotti per i capelli/la barba
  • Burrocacao
  • (Donna) assorbenti o coppetta mestruale
  • Forbicine e limetta
  • Pinzette

Elettronica generica

  • Presa da muro con diversi attacchi USB
  • Cavetti vari (uno per tipo)
  • Adattatore universale
  • Presa multipla/ciabatta elettrica

Kit pronto soccorso (solo i blister delle medicine senza le scatole, le istruzioni si trovano sempre online)

  • Antipiretico
  • Antibiotico generico
  • Antidolorifico
  • Cerotti
  • Disinfettante
  • Termometro
  • Repellente insetti
  • Antidiarroico
  • Antinfiammatorio

Bagaglio a mano

  • Visto
  • Passaporto/documenti
  • Fogli e documenti per il viaggio
  • eReader o libro
  • Ombrello
  • Occhiali
  • Fazzoletti
  • Portafogli
  • Cuscino da viaggio 
  • Mascherina
  • Tasca o borsello segreto porta valori (quelli che si legano in vita o alle mutande)
  • Contante in valuta forte (Euro o Dollaro)
  • Chiavi
  • Power bank
  • Smartphone
  • PC/Tablet
  • Cavetti e caricabatterie vari
  • Auricolari
  • Gel disinfettante
  • Auricolari
  • Cambio completo (mutande, calze, maglietta…tutto il minimo indispensabile per 1-2 giorni se dovessero perderti il bagaglio)
  • Una penna
  • Sacco lenzuolo

Zaino fotografico/borsa porta fotocamera

  • Fotocamera e obiettivo tuttofare
  • Action camera
  • Batterie di riserva
  • Carica batterie fotocamera
  • Schede SD
  • Hard disk

Checklist aggiuntiva: zaino per viaggio fotografico

checklist zaino fotografico

Se la fotografia è la tua passione e stai partendo per un viaggio fotografico, la tua lista di attrezzatura fotografica da viaggio sarà probabilmente molto più lunga.

Attenzione a non esagerare però: ricorda che anche nella fotografia di viaggio, il minimalismo è una virtù che ti permette di essere più efficiente ed efficace.

Ecco un elenco di oggetti che ti possono essere utili da aggiungere al tuo zaino fotografico.

Molti di questi li avrai già, altri li puoi comprare in negozio oppure online. Ci sono ecommerce italiani specializzati in elettronica di consumo, come Ollostore, che garantiscono un’assistenza clienti completa e la spedizione in 24/48 ore.

Ecco la lista da integrare per la valigia di un fotografo:

  • Obiettivi secondari da cambiare (per reflex e mirrorless)
  • Drone
  • Treppiedi
  • Telecomando per scatto remoto (se necessario, oggi le fotocamere moderne lo fanno con app sullo smartphone)
  • Gorillapod 
  • Caricabatterie multiplo
  • Paraluce, tappo e filtro UV per evitare che l’obiettivo si rovini
  • Panno in microfibra per la pulizia delle lenti
  • Soffietto anti-polvere per pulire la lente
  • Set per la pulizia del sensore (per APS-C o per Full Frame)
  • Cinturino da polso per tenere la fotocamera appesa in mano
  • Attacco per zaino, per appendere la fotocamera agli spallacci
  • Tracolla porta fotocamera staccabile (PeakDesign)
  • Filtro ND variabile e filtro polarizzatore
  • Filtri ND per il drone
  • In più non dimenticarti di mettere in valigia il nostro Help Note e le Checklist incluse nei nostri Corsi di Fotografia!

banner videocorsi fotografia 

Il tutto ovviamente dovrebbe stare in uno zaino fotografico da viaggio dalle caratteristiche adeguate: qui i nostri preferiti.

Ecco ad esempio cosa si è portato dietro Marco per il nostro viaggio fotografico in Andalusia:

 

Checklist aggiuntiva: cosa mettere in valigia per viaggio al caldo

Se la tua destinazione è al caldo, magari al mare, avrai bisogno di integrare quanto sopra con la seguente lista:

  • Custodia impermeabile per smartphone
  • Custodia impermeabile per fotocamera
  • Maschera e boccaglio/occhialini
  • Infradito/scarpe da scoglio oppure sandali da trekking (sono un ottimo prodotto per portarsi dietro un solo paio di scarpe per tutto)
  • Costume da bagno
  • Telo mare
  • Cappello
  • Crema solare
  • Occhiali da sole
  • Pantaloni corti/parei
  • Crema dopo sole

Checklist di viaggio aggiuntiva: cosa portare per andare al freddo

Noi amiamo molto i viaggi al freddo, specialmente per fare fotografie, quindi negli anni siamo diventati degli specialisti su cosa mettere in valigia per queste occasioni.

Ecco quindi la checklist con gli oggetti da aggiungere, ma se vuoi approfondire puoi leggere il nostro articolo su come fotografare sotto zero, oppure l’elenco di abbigliamento consigliato per viaggi al freddo estremo (come in Siberia!).

  • Pantofole calde
  • Guanti invernali (fotografici)
  • Sciarpa pesante
  • Cappello/colbacco
  • Scarponi
  • Giacca pesante
  • Crema mani
  • Scaldamani/piedi
  • Sacchetti ermetici per mettere via la fotocamera quando si entra al caldo
  • Batterie per la fotocamera di riserva ulteriori

Conclusione: per ogni viaggio la sua checklist di valigia

valòigia fatta

Bene, ora hai una, anzi diverse checklist pronte da utilizzare per il tuo prossimo viaggio.

Sarei molto curiosa di sapere cosa ne pensi, se hai oggetti che vuoi consigliarci di aggiungere, o se non sei d’accordo con qualcosa: scrivici tutto nei commenti!

E se l’articolo ti è stato utile, puoi ringraziarci se ti ricordi di condividerlo con un amico o sui tuoi social: lo sarà sicuramente anche ad altri!

Un abbraccio,

Ilaria

Last Updated on Dicembre 11, 2022 by Ilaria Cazziol

Written By
More from Ilaria Cazziol
Il segreto delle foto per Instagram: come ottenere il feed perfetto?
Se anche tu sei un fanatico del famoso social delle immagini, ci...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.