Come organizzare una mostra fotografica [+VIDEO]

come organizzare una mostra fotografica

Le fotografie possono raccontare un’infinità di storie e suscitare emozioni uniche. Per questo probabilmente ogni fotografo sogna di organizzare una mostra fotografica prima o poi, per poter arrivare agli occhi e soprattutto al cuore di chi le osserva.

Una domanda che riceviamo spesso è appunto “Come si organizza una mostra fotografica?”, e in questo articolo vorrei provare a rispondere riportando quella che è stata l’esperienza di Marco così come l’ha raccontata in questo video:

 

Che la fotografia sia la tua professione o semplicemente la tua passione, se hai scattato delle foto che pensi possano trasmettere qualcosa di particolare e autentico, allora il prossimo passo potrebbe essere proprio la realizzazione di una tua esposizione.

Lo scopo di una mostra fotografica è quello di ispirare e coinvolgere l’anima dell’osservatore  invitandolo a vivere, anche solo per un attimo, all’interno di quei momenti racchiusi nelle foto.

 

tema fotografico tartaruga

Ma come si fa? Non è facile ovviamente, soprattutto se sei un fotografo emergente e non hai un portfolio importante. Ci sono vari passaggi da seguire e diversi suggerimenti che possiamo darti, ma la prima cosa è realizzare un reportage tematico di interesse per il potenziale pubblico.

Per ottenere questo risultato bisogna costruire una storia.

tema fotografico tartaruga 2

Esporre tutte le foto alla rinfusa non avrebbe senso: non puoi mettere una foto di persone da un viaggio in India, poi una del tuo gatto e poi ancora una di cibo, no? 

È importante invece che le tue foto siano collegate da un filo logico e accomunate da un unico tema.

Chiaramente sarai tu a scegliere l’argomento da trattare, che può essere la natura, il cibo, un viaggio o qualsiasi altro argomento che ti stia a cuore. L’importante è che abbia un valore non solo estetico ma anche informativo, che abbia il potenziale di far emozionare le persone.

 

Premessa: la qualità delle foto è fondamentale

Prima di andare avanti, una premessa forse scontata ma necessaria: assicurati che le tue foto abbiano una buona qualità

Requisito fondamentale perché vengano esposte, non puoi pensare che solo perché il tuo tema è interessante tu possa proporre foto mediocri. Dovranno essere perfette!

Un consiglio utile, specialmente se sei entrato da poco nel mondo della fotografia, è quello di sottoporre le tue foto ad un fotografo professionista o a chi ha già realizzato altre mostre, per ricevere una seria valutazione sulla qualità delle tue foto.

 

In questo articolo  ti mostrerò come realizzare la tua mostra fotografica in 3 fasi, sulla base delle azioni compiute da Marco che lo hanno portato a organizzare la sua sulla vita dei senzatetto a Milano.

1. Trovare il luogo adatto

Fai una ricerca su Google scrivendo “Mostra fotografica” e il nome della tua zona. In questo modo, troverai nei risultati tutti i luoghi dove è possibile organizzare una mostra fotografica o dove magari ce n’è già una in corso.

In alternativa ai luoghi espositivi, potresti proporre l’esposizione delle tue foto anche presso manifestazioni o eventi.

In entrambi i casi, assicurati prima che il tema delle tue foto sia in linea con quello dei luoghi in cui le vorresti esporre.  Se per esempio, hai realizzato un reportage riguardante lo sfruttamento degli animali, potresti considerare l’idea di esibirlo ad una manifestazione a favore degli animali. Avrai maggiori probabilità di raggiungere il tuo obiettivo, nonché di trovare un pubblico effettivamente interessato alle tue foto.

Dopo aver individuato e scelto i luoghi che ti sembrano più adatti al tuo progetto, ti consiglio di scrivere una lista con tutti i posti che vorresti contattare.

 

2. Contattare gli ambienti espositivi per proporre di organizzare una mostra fotografica

Prepara una mail di poche righe dove spieghi brevemente il tuo progetto, accennando anche ad altri lavori che hai realizzato e ai risultati che hai ottenuto. In questo modo acquisterai più credibilità agli occhi di chi legge la tua mail.

Allega anche qualche foto, quelle che credi possano attirare     maggiormente l’attenzione. Assicurati, però, che non siano troppo pesanti altrimenti rischi di avere problemi ad inviare la mail, che potrebbe finire in spam o non venire ricevuta.

 

Ragiona in un’ottica win-win: la proposta dovrebbe portare valore non solo a te, perché ti permette di esporre le tue opere, ma anche a chi accetterà di aiutarti a farlo!

Metti quindi in evidenza perché le tue foto sono adatte a quella location, che tipo di copertura mediatica ti aspetti, comunicando la tua volontà ad impegnarti per invitare la stampa magari, etc etc.

mostra organizzata

Attenzione: non ti fidare di chi ti chiede dei soldi

Generalmente, il modo in cui i luoghi espositivi traggono guadagno da una mostra fotografica è tramite il prezzo del biglietto d’ingresso.

Perciò, se ti vengono chiesti dei soldi per esporre le tue foto a un evento a pagamento, evidentemente si tratta di qualcuno che intende lucrare sul tuo lavoro. Quindi presta molta attenzione agli ambienti ai quali ti rivolgi.

 

Viceversa, se l’ingresso non è a pagamento (cosa molto probabile se sei un emergente), dovresti mettere in risalto i vantaggi che la struttura potrebbe ottenere come quelli visti sopra. In ogni caso, tendenzialmente il fotografo non è tenuto a pagare la struttura che ospita la mostra ma al massimo a coprire eventuali spese, oltre ovviamente alla stampa delle foto.

 

3. Stampare le foto

Una volta che hai preparato il tuo elenco di contatti, hai inviato loro la mail e hai ricevuto una risposta positiva da chi ha deciso di accogliere la tua proposta, è arrivato il momento di procedere con la stampa delle tue foto.

 

Anche questa fase va gestita con attenzione, in quanto dovrai scegliere a chi affidarti per la stampa delle tue foto e soprattutto dovrai decidere quanti soldi investire.

Se vuoi rivolgerti ad uno studio di stampa online, ti consiglio di farti inviare una o due stampe di prova in modo da capire se il lavoro e la qualità ti soddisfano e quindi se vuoi proseguire con l’ordine.

stampare foto

Potresti dover spendere un pò di più nel caso in cui ti venissero richiesti eventuali requisiti dal luogo espositivo, come ad esempio la stampa Fine Art oppure se decidessi di vendere le tue stampe. A quel punto, il tuo obiettivo sarebbe anche quello di attrarre dei potenziali compratori. 

Ovviamente sarai tu a decidere come e quanto investire, in base ai requisiti che ti vengono richiesti dalla galleria e al risultato che vuoi ottenere. 

Considera comunque che un budget di almeno un centinaio di euro è da mettere in conto, oltre al tempo necessario per contattare la stampa, invitare persone interessate, far girare la notizia sui social, etc.

 

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile.

Se hai altre domande o curiosità scrivile pure nei commenti qui sotto. Facci sapere se riuscirai ad esporre le tue foto.

 

Un abbraccio,

Ylenia

Written By
More from Ylenia Vullo

Fotografare i fulmini- 7 consigli fondamentali

Fotografare i fulmini è un’attività tanto difficile quanto affascinante. Trattandosi di un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.