Da Israele alla Giordania via Allenby Bridge con il Jordan Pass

da israele alla giordania Petra

Se stai pensando di visitare il Medio Oriente, difficilmente potrai farti mancare Israele e Giordania. E perché non farle tutte e due, passando da Israele alla Giordania via Allenby Bridge, la frontiera vicino a Gerusalemme?

Noi lo abbiamo fatto, e come sempre sembrava una cosa molto difficile da fare senza un tour. Ma, al solito, ci siamo impuntati per trovare una soluzione e passare da Israele alla Giordania in autonomia, e ci siamo riusciti.

Ecco quindi tutto ciò che hai bisogno di sapere per fare la stessa cosa:

 

Si può passare da Israele alla Giordania via Allenby Bridge senza visto?

No, questo è l’unico passaggio di frontiera in cui, per passare, è necessario avere il visto già in mano. Per le altre due frontiere, quella a sud sul Mar Rosso a Eilat e quella a nord del Paese, è possibile attraversare il confine senza visto, ottenendolo direttamente in loco, ma la frontiera di Allenby Bridge non è formalmente riconosciuta e quindi l’unico modo per attraversare è fare il visto dall’Italia. Visto che costa circa 70€.

 

Questo, apparentemente. Perché in realtà abbiamo scoperto che c’è un altro modo!

attraversare allenby bridge in macchina

Passare da Israele alla Giordania via Allenby Bridge con il Jordan Pass

Il Jordan Pass è una bellissima iniziativa del ministero del turismo Giordano che permette a chi vuole visitare il Paese di acquistare questo pass, appunto, che include l’accesso a tutte le principali attrazioni turistiche del Paese!

 

Con un costo che va da circa 80 a 100 €, a seconda di quanti giorni si decide di passare a Petra, chi acquista il Jordan Pass può visitare tantissimi luoghi altrimenti a pagamento nel Paese senza costi aggiuntivi. Se si considera che solo visitare Petra per un giorno costa circa 50€, allora la matematica è davvero facile: è un’offerta super conveniente!

 

In più, chi acquista il Jordan Pass e trascorre più di 3 notti nel Paese, non deve pagare il costo del visto! In questo modo, questo documento viene a costituire una sorta di visto in sé…ed è per questo che è possibile attraversare il confine tra Israele e Giordania via Allenby Bridge con il Jordan Pass e basta!

 

Fantastico no? In poche parole basta acquistarlo online attraverso il sito dedicato, scegliere quanti giorni a Petra siano inclusi (1, 2 o 3, senza il biglietto per Petra By Night che andrà eventualmente comprato in loco) e pagare il corrispondente costo online via carta di credito. In pochi minuti si riceve una mail e si stampa il documento con i QR code da far scansionare e….voilà! Fatto, non serve altro per passare il confine!

Allenby bridge crossing

Come si passa da Israele alla Giordania via Allenby Bridge in autonomia?

Arrivare alla frontiera è abbastanza facile da Gerusalemme. Ci sono due opzioni:

 

  • la prima è con un bus pubblico, che parte dalla stazione centrale degli autobus di Gerusalemme (a una mezz’ora a piedi dalle mura della città vecchia o pochi minuti di tram). Il primo autobus è alle 7 (chiedete al centro informazioni turistiche gli orari esatti), e in 40 minuti circa si viene scarrozzati fino al confine, al costo di circa 20 shekel. Lì, però, si viene abbandonati in mezzo al nulla ad una fermata nel deserto, e si deve raggiungere a piedi il confine (5 minuti). Il problema è che il check point di uscita può essere attraversato solo in taxi e non a piedi, e i pochi taxi presenti chiederanno almeno 50 shekel per quei poco più che 5 minuti di macchina! Un furto, ma è così, hanno il mercato in mano. Per cui la seconda opzione, apparentemente più costosa, è in realtà equivalente.

 

  • La seconda possibilità è prendere un minibus palestinese. Questo si può prendere molto più comodamente, proprio fuori dalla Porta di Damasco, al costo invece di 40 shekel più 5 per ogni valigia. In apparenza molto più costoso, ma in realtà abbiamo visto questi minibus da una decina di posti attraversare la frontiera con i passeggeri a bordo, quindi in termini di costo alla fine sarà più o meno equivalente. Chiedete solo conferma che il passaggio con il primo check point, quello di uscita, sia incluso.

 

Da lì, comincia una serie interminabile di passaggi e di piccole o grandi fee.

da gerusalemme ad amman

Il passaggio della frontiera ad Allenby Bridge: l’inaspettatamente alta Exit Fee di Israele

Passato il primo check point in macchina, si viene scaricati davanti alla frontiera vera e propria. Qui c’è un controllo passaporti non eccessivamente lungo e poi viene chiesto di pagare una Exit fee. Eh sì. Ed è anche costosa: 180 shekel a persona, circa 30€! Questa è una tassa da pagare ogni volta che si esce via terra da Israele, ma abbiamo scoperto che ad Allenby Bridge è particolarmente costosa (per esempio, sembra che al passaggio a sud, verso Aqaba, sia solo 100 shekel). Insomma, passare da questa frontiera è sotto tutti i punti di vista più costoso che farlo altrove, ma è il modo migliore per vedere tutto ciò che Israele e Giordania hanno da offrire.

Si può pagare con carta di credito (per fortuna, perché noi non avevamo tenuto abbastanza soldi israeliani!) e si ottiene una ricevuta da mostrare all’ultimo controllo. Con questa e con il passaporto, ci si ritrova fuori, nella terra di nessuno tra Israele e Giordania che è Allenby Bridge.

Qui i pareri sono discordanti: noi abbiamo aspettato un’ora e mezza che si palesasse un autobus che ci portasse fino al confine di ingresso con la Giordania, e se non fosse stato per un’americana con passaporto Giordano che ci ha preso sotto la sua ala e ci ha aiutati a salire su un bus in realtà destinato ai palestinesi, saremmo stati lì anche di più. Ma lei giurava che era la prima volta che succedeva, e che di solito erano piuttosto rapidi, quindi forse siamo stati solo sfigati noi!

 

Bisogna avere soldi Giordani quando si passa la frontiera ad Allenby Bridge?

Sì. Dopo il controllo passaporti e visti (o, nel nostro caso, del Jordan pass) c’è un money exchange ma solitamente i tassi di cambio in questi posti sono dei veri furti. Meglio cambiare un 30€ a Gerusalemme, dove grazie alla concorrenza i cambi sono più umani.

In più, prima di arrivare al Money Exchange, bisognerà pagare il bus che vi porta alla frontiera d’ingresso: sono 8 dinari Giordani!

Una volta passato ufficialmente il confine, si può prendere un taxi (circa 30 dinari, poco più di 35€) o un minibus (meglio noto come servicee, per 5JOD) fino ad Amman.

 

Insomma, un’altra frontiera via terra attraversata in autonomia: benvenuti in Giordania!

 

Un abbraccio,

Ilaria e Marco

More from Ilaria Cazziol

REPORTAGE – Tra i nomadi mongoli della steppa

La Mongolia è un Paese davvero particolare. Da un lato la grande...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.