Drone in viaggio: come viaggiare con il drone senza rischi

Se hai deciso di portare il tuo drone in viaggio, questo articolo ti tornerà molto utile.

Oggi i droni, da costose macchine alla portata di pochi, sono diventati molto più accessibili. Molti viaggiatori&fotografi quindi si stanno lanciando nell’acquisto di questo oggetto (in questo articolo abbiamo elencato i migliori droni sul mercato con le caratteristiche ideali per viaggiare). Sono convinti che poi potranno facilmente partire e portarselo dietro, per scattare incredibili foto aeree in viaggio.

Be’, non è così facile.

In molti Paesi la legislazione sull’uso dei droni è varia, poco chiara o nebulosa. E il rischio di farlo volare e vedersi arrivare la polizia, o peggio non riuscire neanche a scendere dall’aereo perché ti ritirano il drone all’aeroporto, è alta. O meglio, è bassa, ma è un rischio altissimo per chi ha investito parecchie centinaia di euro in un drone fotografico!

 

Noi viaggiamo spesso con il drone e ormai abbiamo capito cosa fare e cosa non fare, e sopratutto quali sono le linee guida per evitare che il drone ti venga sequestrato all’aeroporto (perché può succedere).

Quindi se hai un drone da viaggio e sei pronto a partire per la tua prossima avventura con nuovo amico al seguito, ma vuoi farlo senza correre rischi, allora sei capitato nell’articolo giusto.

Attenzione alle dimensioni del drone

drone in viaggio

Quanto è grande il tuo drone?

Te lo chiedo non per fare a gara a chi ce l’ha più grande 😅, ma per il semplice fatto che molti stati vietano l’introduzione e l’utilizzo di droni di grandi dimensioni a meno di specifica richiesta e autorizzazione.

Per questo prima di partire per qualsiasi nazione, assicurati di avere fatto una ricerca sulle norme che regolarizzano l’utilizzo dei droni stessi all’interno del paese.

Assicurati che il tuo drone non superi le dimensione massime consentite.

Questo vale sia per il peso che per il volume.

Cosa succede se tento di utilizzare un drone che ha dimensioni massime superiori a quelle consentite?

Succede che all’aeroporto potrebbero confiscartelo, oppure confiscarlo mentre lo utilizzi.

 

Drone in viaggio: consulta la legge dello stato che vai a visitare

Attenzione, oltre a quanto detto sopra, ovvero assicurarti che il drone rispetti le misure massime consentite, assicurati che la legge vigente consenta l’utilizzo dei droni stessi all’interno dello stato che vai a visitare.

Ci sono Paesi infatti che non vietano l’ingresso dei droni, ma vietano espressamente l’utilizzo del drone in qualsiasi circostanza a meno di avere specifiche autorizzazioni. Il che è più o meno la stessa cosa.

 

Ogni Paese ha la propria legge specifica, e addirittura le singole zone all’interno di una regione possono variare molto. Per ciascuna destinazione va fatta una ricerca approfondita e specifica, ma ecco qualche indicazione:

  • Lee aree densamente popolate, i landmark turistici, le zone militari e gli aeroporti sono strettamente no-flight zones. La stessa DJI, la principale casa di produzione di droni oggi in commercio, mette a disposizione una mappa interattiva per verificare la possibilità di volare zona per zona: DJI Fly Safe Geomap
  • In America il sito di riferimento è questo
  • Un’altra mappa interattiva su dove è possibile volare, da mettere a confronto con la precedente, è qui

 

Cosa succede se faccio volare un drone senza avere l’autorizzazione?

Succede che se ti beccano potresti incorrere in multe e sequestro del drone, in alcuni casi peggio ancora, potresti finire in prigione con l’accusa di spionaggio o terrorismo. Non in tutti i Paesi la legge è trasparente e le pene corrispondono realmente all’entità del reato.

Quindi occhio a dove fai volare il drone e, prima di farlo, leggi sempre le norme vigenti del Paese che vai a visitare.

 

Portare le batterie del drone nel bagaglio a mano

La maggior parte della compagnie aeree vieta l’introduzione di batterie e power-bank nel bagaglio da stiva. Per questo motivo ti consigliamo sempre di portare con te le baatterie del drone nel bagaglio a mano.

In questo modo eviti di mandare a fuoco l’aereo e sopratutto non faranno storie per imbarcarti.

Se vuoi tagliare la testa al toro, ci sono delle custodie anti-incendio fatte apposta per il trasporto delle batterie, in questo modo dovrai lo stesso trasportare le batterie nel bagaglio a mano ma è quasi impossibile che qualcuno ti faccia delle storie indipendentemente dalla grandezza della batteria.

Attenzione al numero di watt-ora (Wh) delle batterie.

Infatti ogni compagnia aerea consente di trasportare un numero massimo di batterie con un certo valore specifico di Wh nel bagaglio, ecco qui sotto una tabella indicativa:

Batteria piccola

– Energia della batteria
<100 Wh

– Bagaglio a mano
Ogni passeggero può trasportare non più di 20 batterie separate a bordo. Le batterie collegate possono essere trasportate a bordo.

– Bagaglio da stiva
Non è possibile trasportare in stiva delle batterie scollegate. È possibile trasportare in stiva delle apparecchiature con piccole batterie collegate.

Batterie medie

Energia della batteria
100-160 Wh

Bagaglio a mano
Ogni passeggero può trasportare non più di 2 batterie separate a bordo. Le batterie collegate possono essere trasportate a bordo.

Bagaglio da stiva
Non è possibile trasportare in stiva delle batterie scollegate. È possibile trasportare in stiva delle apparecchiature con batterie medie collegate.

Batterie grandi

Energia della batteria
>160 Wh

Bagaglio a mano
Non possono essere trasportate a bordo.

Bagaglio da stiva
Non è possibile trasportarle in stiva.

Cosa fare se ti fanno storie con il drone all’aeroporto?

Se non hai seguito le norme delle stato che vai a visitare e il drone ti dovesse venire confiscato durante un controllo in aeroporto, niente panico.

Dì all’addetto che recupererai il drone prima di prendere l’aereo di ritorno.

In questo modo il drone non rimarrà nel magazzino dell’aeroporto, ma lo potrai recuperare prima di rientrare in Italia. Fatti rilasciare un foglio firmato e timbrato, qualcosa di ufficiale che tu possa utilizzare per far valere i tuoi diritti.

 

 

Prima di partire per il tuo viaggio, assicurati di leggere le regole della compagnia aerea sul valore massimo dei Wh che la compagnia fa imbarcare.

Solitamente sotto i 100 Wh non ci sono problemi e puoi portarne quante ne vuoi.

Tieni conto che droni come il Mavic Air e lo Spark sono al di sotto dei 100 Wh.

Siccome anche noi viaggiamo tantissimo con il drone, sappiamo che ci possono essere tante paranoie, ma non preoccuparti, con un po di ricerca vedrai che non ci saranno problemi.

Se sei appassionato di fotografia, non dimenticarti di consultare le nostra sezione dedicata con tante informazioni utili!

Un abbraccio

Marco & Ilaria

Tags from the story
Written By
More from Marco

I 10 migliori TED Talks per viaggiatori

Circa qualche anno fa stavo vagando per il web alla ricerca di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.