Fotocamera subacquea: quale scegliere e come fare foto sott’acqua

fotocamera subacquea guida

Se sei appassionato di fotografia, almeno una volta nella vita avrai pensato di comprare una fotocamera subacquea.

Se non lo hai mai fatto può essere solo per due motivi. 

Il primo: non sai nuotare e quindi non ne hai bisogno (in questo caso potrei suggerirti un corso di nuoto ma non è questa la sede😅).

Il secondo motivo è che ti sei fatto scoraggiare dalla quantità di fotocamere subacquee che ci sono sul mercato e non ti sei mai deciso a sceglierne una.

 

Lascia che ti dica una cosa: se stai aspettando di trovare la miglior fotocamera subacquea, rischi non comprarla mai. (E sarebbe un vero peccato, c’è tutto un mondo da fotografare lì sotto! 😉)

Perciò in questo articolo tenterò di toglierti qualche dubbio, ma sappi che la scelta è sempre soggettiva e varia in base alle tue esigenze e disponibilità.

Vedremo dunque un po’ di parametri da tenere in considerazione per la scelta, e cercheremo di capire quale fotocamera subacquea convenga comprare; ma scopriremo anche insieme come rendere subacquea la macchina fotografica che già possiedi, e come scattare belle foto sott’acqua…

Siamo pronti a tuffarci?

Fotocamera subacquea: come funziona?

Tra fotocamere tradizionali e macchine fotografiche subacquee non ci sono differenze…abissali. 

O meglio, esistono, ma in linea di massima i meccanismi sono gli stessi e il funzionamento non cambia. 

Senza dilungarci troppo possiamo dire che una fotocamera digitale subacquea è progettata prettamente per quello scopo. 

È realizzata quindi con materiali differenti rispetto a quelli tradizionali, con accorgimenti come guarnizioni o chiusure compatte, che proteggono i delicati meccanismi interni dalle infiltrazioni.

Quello che è importante sapere, invece, anche in vista di una tua futura scelta, è che esistono 3 tipologie di fotocamere subacquee più una soluzione per rendere subacquee quelle professionali:

  • fotocamera usa e getta subacquea;
  • fotocamera subacquea compatta;
  • action camera;
  • case subacqueo reflex e mirrorless.

Prima di vederle insieme una per una e di suggerirti qualche soluzione al giusto prezzo, però, proviamo a capire cosa dovresti cercare in una fotocamera subacquea di buon livello.

Quello che posso consigliarti io sono una serie di parametri di cui dovrai tenere conto al momento dell’acquisto.

È chiaro che più è alto il livello che vorrai raggiungere più sarà importante la presenza di questi parametri.

foto subacquea foca

Come scegliere una fotocamera subacquea? Quali caratteristiche deve avere?

Resistenza delle fotocamere subacquee

  • Resistenza alla profondità

La resistenza all’acqua è ovviamente la prima caratteristica che dovrai andare a cercare nella tua nuova fotocamera subacquea. 

Come ti ho accennato poco fa tutto dipende dalle tue esigenze. Diciamo che, se non ti serve per fare foto professionali durante le immersioni con le bombole, una resistenza fino a 5 metri di profondità va più che bene.

  • Resistenza alle temperature

Questa è un’altra funzionalità molto utile, presente in diverse macchine fotografiche subacquee, solitamente -10°C.

Prima di tutto perché in profondità le temperature sono decisamente più basse rispetto a quelle cui siamo abituati in superficie. 

Ma c’è anche un altro vantaggio. Una fotocamera resistente a basse temperature può essere utilizzata anche in montagna e sarai tranquillo che un po’ di neve non sarà un problema essendo impermeabile.

  • Resistenza alla polvere

Si lo so che in acqua non c’è polvere…anche se non è proprio così. La sabbia può danneggiare i meccanismi interni, ma anche il sale o qualsiasi altra sostanza che possa penetrare. 

Ecco perché è importante assicurarsi che la fotocamera sia perfettamente compatta e sigillata, o di avere sempre con sé gli strumenti adatti a proteggere la fotocamera.

  • Resistenza agli urti e alle cadute

Immagina di doverti tuffare da uno scoglio e che ti cada la fotocamera, oppure mentre ti stai divertendo con gli amici arriva uno spintone e ti sfugge di mano. La resistenza agli urti è importantissima per una fotocamera che viene utilizzata in condizioni non proprio tradizionali.

 

Autonomia delle fotocamere subacquee

La batteria e la memory card sono di vitale importanza per fare un buon lavoro. Non vorrai restare senza batteria sul più bello, vero? Oppure con la memoria piena di foto che non ti va di eliminare.

Dunque, in fase di acquisto ricordati sempre di considerare questi due parametri. 

Molti produttori specificano la quantità di foto o video che è possibile scattare con una carica. 

Se la fotocamera ha una buona batteria a litio, impiega circa due ore a completare la carica. Conoscendo questi parametri puoi valutare di portare con te una batteria di scorta.

Riguardo alla memoria, se quella interna della fotocamera non dovesse bastarti, puoi acquistare schede SD o MicroSD per espanderla, ma assicurati che la tua nuova fotocamera abbia lo slot per inserirla. 

 

Caratteristiche fisiche

  • Dimensioni e peso

Be’ qui c’è poco da dire, se vuoi una fotocamera subacquea ultra compatta, leggera e con dimensioni ridotte non c’è che la action cam. L’alternativa sono le compatte, un po’ più grandi, ma sempre leggere.

  • Usabilità dei tasti

Ricordati: non siamo nel nostro elemento e tutto quello che fai tranquillamente fuori dall’acqua, come scattare o navigare nel menù, in acqua ti risulterà più difficile. 

Scegli una fotocamera intuitiva, in mare non c’è tempo da perdere, i soggetti sono piuttosto veloci e guizzanti!

  • Dimensione del display

Diciamo che il minimo dovrebbe essere 2,5’’, una dimensione inferiore è piuttosto scomoda soprattutto sott’acqua. Se poi hai intenzione di fare delle riprese video, be’ non è indispensabile ma uno schermo più grande è sicuramente più comodo.

E non dimenticare che stando in spiaggia avrai bisogno di un display antiriflesso, LCD IPS o OLED sono entrambi ottimi.

immersioni fotocamera

Caratteristiche tecniche delle fotocamere subacquee

  • Risoluzione e sensore

Direi che il minimo sindacabile per ottenere delle immagini con una buona risoluzione è 10 megapixel. Considera che più pixel significa anche più colori e migliore contrasto, importantissimi sott’acqua.

Ricordati che, esattamente come le fotocamere “terrestri”, anche la subacquea ha bisogno di un buon sensore per catturare la luce.

  • Sensibilità ISO

Gli ISO in fotografia sono dei valori importantissimi che ci permettono di catturare più o meno luce durante lo scatto. Immagina quindi l’importanza che possano avere in un luogo buio come le profondità del mare!

Tieni conto che generalmente l’estensione dei valori ISO parte da 100 o poco meno fino ad un massimo di 12800 nelle fotocamere di fascia più alta. 

  • Bilanciamento del bianco

Anche il bilanciamento del bianco è fondamentale per rendere i colori e le immagini più autentiche e realistiche. Funzione importantissima a certe profondità, visto che tutto tenderà a colorazioni azzurrine. Se la fotocamera scatta in RAW non c’è problema, potrai sempre modificare le foto successivamente. Ma se scatta solo in Jpeg, occhio!

  • Zoom

Con lo zoom, si sa, bisogna andarci con i piedi di piombo per non rovinare le foto. Posso capire però che i soggetti in acqua possono essere più difficili da avvicinare e proprio per questo ti raccomando una fotocamera che non abbassi troppo la qualità dell’immagine anche quando utilizzi lo zoom.

Alcune fotocamere hanno lo zoom ottico integrato, per esempio, valuta questa soluzione per non abbassare la qualità delle tue immagini con lo zoom digitale.

Se invece opti per un case per la reflex, dovrai metterti il cuore in pace: salvo pochi, pochissimi casi, dovrai dimenticarti di quel bellissimo zoom ottico della tua lente da muovere con le dita!

  • Stabilizzazione dell’immagine

La stabilizzazione delle immagini restituisce foto nitide anche quando la macchina fotografica non è perfettamente ferma ed è uno strumento perfetto se devi rincorrere pesci in profondità.

  • La funzione video

Che tu voglia farlo a livello amatoriale o da professionista, ti consiglio sempre di scegliere una fotocamera che offra anche una funzione video. Per due motivi. 

Il primo: sono certa che se lo fai per divertirti, girare video sarà ancora più divertente. 

Il secondo: in alcune condizioni marine a volte le immagini catturate da un video sono migliori di quelle di uno scatto. Potrebbe quindi avere senso catturare degli screenshot dai video, invece che optare per la funzionalità classica.

Come caratteristiche, se per te non è una funzione indispensabile, puoi accontentarti di una risoluzione HD, se invece per te è importante, la migliore risoluzione al momento è 4K Ultra HD. Una via di mezzo è 2K Quad HD.

Non dimenticare il frame rate cioè il numero di fotogrammi registrati in un secondo. Le migliori fotocamere hanno 60fps che garantiscono video più fluidi e la modalità slow-motion. Altrimenti puoi accontentarti di 30 fps.   

 

Altre funzionalità

Non sono indispensabili, è vero, ma vuoi mettere la comodità di trasferire i file su uno smartphone con il bluetooth o Wi-Fi

Alcune fotocamere hanno il GPS integrato, funzione importante per poter ritornare in uno specifico luogo, oppure accessori come la bussola e il barometro.

 

Bene, ora che ci siamo fatti un’idea piuttosto ampia delle caratteristiche che possono avere le fotocamere, è ora di confrontarle con ciò di cui abbiamo bisogno noi e…decidere quale fotocamera subacquea acquistare.

 

Fotocamera subacquea usa e getta

fotocamera subacquea usa e getta

Non è una soluzione molto pratica considerato che si fa un tuffo nel passato visto che si tratta di una fotocamera analogica, ma è perfetta per i bambini o per chi è negato per la fotografia e vuole fare un primissimo passo.

I lati negativi, oltre al fatto di essere usa e getta e quindi poco ecologica, sono che non è possibile modificare le impostazioni manualmente e che il numero di foto che è possibile scattare è limitato. 

Infine, la pellicola è molto sensibile perché progettata per scattare sott’acqua dove c’è poca luce. Questo ovviamente non ci permetterà di avere risultati di livello alto.

 

Fotocamera subacquea usa e getta – Prezzi

Dunque, chiarito che non si tratta di una macchina dalle prestazioni eccezionali (e che è necessario tanto sole e acqua limpida) direi che questa può essere una buona soluzione per divertirsi in compagnia.

Con questo dispositivo potrai scattare foto spensierate in piscina o in spiaggia senza preoccuparti troppo che si rovini o del risultato finale. E può essere molto divertente anche come esercizio fotografico, sia perché ti eserciterai ad avere un numero limitato di foto che puoi scattare, sia perché dovrai aspettare di averle sviluppate per vederle…insomma, perfetto per un tuffo non solo in acqua ma anche nel passato!

Il modello Agfa Lebox Ocean Vista resiste fino a 5 metri di profondità, ha 27 pose e sensibilità ISO 400 il tutto per un prezzo davvero esiguo, circa 20 Euro. 

Se vuoi dare un’occhiata ti lascio qui il link Amazon.

Fotocamera subacquea digitale (compatta)

Se qualche anno fa, prima dell’arrivo delle action cam, ti avessi detto “fotocamera subacquea” a cosa avresti pensato? Si, lei, la compatta

Ha accompagnato la nostra adolescenza e, per alcuni, anche l’età adulta. Quella che la tecnologia moderna ci aveva regalato liberandoci dalla questione rullino: “da 12, 24 o 36?”.

Piccola, leggera e colorata per essere individuata meglio in acqua, la fotocamera subacquea compatta non differisce molto da quella tradizionale.

La differenza principale sta tutta nella struttura che è appositamente progettata per resistere alle infiltrazioni d’acqua, alla sabbia, al sale, alla polvere, all’olio e a qualsiasi altra sostanza che possa metterne a rischio il funzionamento. 

È una fotocamera tipica della vacanza, che può essere utilizzata un po’ ovunque, non solo al mare.

Rispetto a quella usa e getta è chiaramente un mondo a parte. 

Consente di ottenere immagini di qualità superiore perché offre più funzioni che è possibile regolare, come gli ISO e la luminosità.

foto sub

È costituita da un blocco unico, nel quale è inserito uno slot per la Micro SD, non possiede un obiettivo intercambiabile ma presenta uno schermo LCD antigraffio e antiriflesso, perfetto per le giornate in spiaggia.

In acqua resiste ad una profondità di pochi metri nelle versioni più economiche e fino a 100 metri per quelle più costose e professionali.

I prezzi quindi sono molto variabili possiamo arrivare anche a 600 Euro e a questo punto ci sarebbe da chiedersi perché non prendere una reflex o una mirrorless ad un prezzo inferiore. Ma di questo ne parleremo dopo.

Adesso vediamo qualche modello con diverse fasce di prezzo adatto a tutte le tasche. 

 

Fotocamera subacquea compatta – Prezzi

iSunFun Macchina Fotografica Subacquea

Le linee arrotondate e i colori sgargianti la fanno sembrare un giocattolo, ma non lo è affatto. Con un ottimo prezzo (70€), è comunque una buona fotocamera impermeabile, adatta probabilmente ad un pubblico più giovane.

  • impermeabile, fino a 3 metri di profondità; 
  • foto in formato JPEG a 48 megapixel; 
  • supporta una scheda micro SD massimo 128GB;
  • flash interno (“torcia”);
  • display anteriore da 1,8 pollici e uno schermo posteriore da 2,7 pollici;
  • riprese video 2,7K.

Fujifilm FinePix XP140

Una fotocamera waterproof di ottima qualità:

  • impermeabile, fino a 25 metri di profondità (max 120 minuti); 
  • resiste a cadute da 1,8 metri di altezza; 
  • resistente alle temperature estreme fino a -10°C;
  • Obiettivo Fujinon Zoom Ottico 5x (28-140 mm);
  • sensore 16,4 megapixel;
  • display posteriore 3”
  • riprese in 4k e full hd.

Una buona alternativa se non si vuole raggiungere cifre astronomiche (225 € circa).

 

Olympus Stylus TG-6

Una delle migliori attualmente sul mercato. Un piccolo carro armato: 

  • impermeabile, fino a 15 metri di profondità; 
  • infrangibile, resiste a cadute da due metri di altezza; 
  • resistente allo schiacciamento fino a 100Kg;
  • resistente alle temperature estreme fino a -10°C;
  • doppio vetro anti appannamento;
  • obiettivo F2 ad alta risoluzione che consente tempi di scatto rapidi;
  • sensore 12 megapixel;
  • livelli di rumore ridotti;
  • riprese in 4k e full hd.

Un piccolo gioiello tecnologico per gli amanti dello sport anche se ad un costo piuttosto alto per una compatta (oltre i 400€).

Action camera per foto subacquee

action cam subacquea

Le action camera sono nate principalmente per chi aveva necessità di scattare foto, ma soprattutto girare video, in situazioni inconsuete.

Sto parlando di sport come arrampicata, rafting, surf e così via, dove è estremamente difficile ottenere buoni scatti e video. 

In queste condizioni era un po’ complicato portarsi dietro la fotocamera digitale, così è nata questa piccola camerina, estremamente compatta e resistente

Successivamente sono arrivati tutti gli accessori che oggi la rendono perfetta per essere agganciata ovunque, in qualsiasi sport dallo sci al ciclismo.

Ovviamente il pensiero va subito lì, da lei, la regina delle action cam…la GoPro!

Fotocamera subacquea Gopro

gopro

Eccoci alla action cam per eccellenza, nata dall’idea del surfista Nick Woodman che ne aveva bisogno per immortalare i momenti migliori a bordo del suo surf.

Come prima action cam merita una menzione particolare. A proposito, se vuoi dai un’occhiata a questo articolo per vedere se conviene comprarne una nel 2021.

La sua struttura estremamente resistente, le dimensioni ridotte e gli innumerevoli accessori, ne fanno uno strumento indispensabile per gli sportivi e i fotografi che vogliono ottenere immagini e video di qualità.

In commercio esistono diverse versioni di questa piccola camera e ancora oggi è possibile ottenere ottimi risultati anche con modelli meno recenti.

Oggi voglio parlarti della GoPro HERO8 Black:

  • risoluzione video 4K 1080p;
  • foto 12 mp con HDR e RAW;
  • lunghezza focale 15 mm;
  • Stabilizzazione dell’immagine digitale;
  • Live Streaming a 1080p e modalità Webcam.

Il prezzo non è basso ma le caratteristiche sono ottime e considera che si tratta di una fotocamera in grado di accompagnarti in moltissime avventure.

Questa foto di Ilaria ad esempio è stata realizzata proprio con questo modello (e i nostri mitici Preset):

foto ilaria gopro subacquea

Ma non temere, sul mercato le action cam ci sono per tutte le tasche non hai che da scegliere il livello che desideri.

Ad esempio io voglio mostrartene una:

Apexcam M80 air

  • Risoluzione video 4K;
  • Schermo LCD HD 2’’;
  • Modalità di scatto scena;
  • Tipo obiettivo fisheye
  • Impermeabilità fino a 40m
  • WiFi e telecomando wireless resistente all’acqua.

Questo è un prodotto dalla cifra decisamente abbordabile (70€) considerate le caratteristiche e quello che ci si può fare. 

Inoltre nel prezzo con queste fotocamere spesso sono inseriti tutti gli accessori indispensabili per portarle ovunque.

Come rendere una fotocamera subacquea 

Le fotocamere di fascia più alta come le mirrorless o le reflex non nascono subacquee. 

Per questo motivo se hai deciso che vuoi ottenere scatti di qualità e vuoi portarti giù la tua fotocamera professionale, allora hai bisogno di qualche accessorio assolutamente necessario.

In commercio esistono delle protezioni trasparenti che hanno un costo relativamente ridotto, anche se non sono molto pratiche.

Come quelle qui sotto.

Oppure questa per modelli più piccoli come le mirrorless:

Non saranno molto pratiche ma garantiscono impermeabilità e ad un prezzo ragionevole ti permetteranno di andare davvero ovunque nel mondo (e sotto!) con la tua reflex.

In alternativa ci sono degli accessori di fascia molto alta che garantiscono protezione a profondità elevate e praticità nell’utilizzo. 

 

Case subacqueo reflex e mirrorless

case subacqueo reflex

La soluzione migliore per rendere una fotocamera subacquea, sebbene sia la più costosa, è il case subacqueo

Anche se ha un costo elevato, è un sistema completo per impermeabilizzare perfettamente la fotocamera e avere completa libertà di movimento.

Si tratta indubbiamente di prodotti professionali di livello molto alto, ecco le caratteristiche che devono avere:

  • realizzata in PC, acciaio inossidabile, vetro ottico e gomma siliconica;
  • 40 metri di profondità;
  • tappo anti appannamento;
  • sistema per utilizzare tutti i tasti e le modalità della fotocamera;

Questo tipo di case subacqueo per fotocamera deve essere assolutamente integrato con il tuo modello, per offrire il massimo di affidabilità e comodità. Prova quindi a cercare su Google il modello della tua fotocamera e il corrispettivo case subacqueo.

Ad esempio per la Sony A7RIII (sorella di quella che possiedono Marco e Nicola, la Sony A7III) c’è questo:

 

Fotocamera subacquea, quale scegliere quindi?

Come ti avevo già anticipato all’inizio, non esiste la migliore fotocamera subacquea, esiste la fotocamera adatta alle tue esigenze e alle tue disponibilità economiche.

Per intenderci, se non sei un professionista ma un appassionato di fotografia e vuoi soltanto divertirti in acqua con gli amici, che senso ha spendere un patrimonio?

Con una fotocamera subacquea economica raggiungerai comunque il tuo obiettivo che è quello di divertirti.

Se invece sei un fotografo professionista o un appassionato di fotografia subacquea, vuoi ottenere il massimo dai tuoi scatti e hai bisogno di un prodotto che resista anche ad alte profondità, allora devi orientarti su modelli più costosi. Oppure sui case subacquei per reflex e mirrorless.

Tutto chiaro? Bene! Prima di chiudere e lasciarti ai tuoi tuffi, ecco qualche consiglio fotografico:

Come fare una foto sott’acqua? Qualche consiglio

foto subacquee come fare

Visto che non siamo nel nostro elemento, (le cose sono un po’ diverse lì sotto!) ho pensato che potesse esserti utile qualche consiglio per scattare foto sott’acqua.

  1. È importante munirsi di una fotocamera che consenta settare la compensazione dell’esposizione, il bilanciamento del bianco e una risposta allo scatto inferiore a 0.1 sec.
  2. Munirsi di flash è molto importante. L’acqua assorbe le tinte calde e alcuni colori potrebbero sparire o esserci una predominanza del blu. Con un flash integrato invece si evita questo problema. Se non è possibile avere un flash si può risolvere con un faretto subacqueo. Solo così sarà possibile scattare anche in condizioni di poca luce. In alternativa all’uso del flash è possibile lavorare in post produzione con programmi di fotoritocco oppure utilizzando i nostri preset.
  3. Cerca di utilizzare fotocamere con un angolo di ripresa ampio.
  4. Il blocco dell’autofocus consente la messa a fuoco automatica molto utile in queste situazioni.
  5. Tieni in considerazione anche la compensazione dell’esposizione. Potrebbero esserci soggetti che hanno poco contrasto con lo sfondo.

Inoltre, ricordati di mettere in pratica tutte le informazioni che dovresti ben sapere sulla composizione fotografica: sfrutta regola dei terzi, leading lines, colori, etc.

Tanto più sott’acqua, in cui tutto apparirà per forza di cose “piatto” e un po’ surreale, giocare con le regole della fotografia assicurerà ai tuoi scatti una forza e un’emozione in più.

Se vuoi fare un ripasso di tutte queste regole, dai un’occhiata al nostro corso di fotografia online gratuito con testi e video qui.

 

Conclusioni

Eccoci, siamo arrivati alla fine di questa nuotata in quell’oceano che è la fotografia subacquea. 

Come sempre non ho la pretesa di aver trattato tutti gli argomenti ma spero di averti chiarito qualche dubbio sulla fotocamera subacquea, su quale acquistare e in base a quali caratteristiche farlo. 

Se hai altre domande o vuoi farci vedere i tuoi primi magnifici scatti subacquei, commenta qui sotto e alla prossima!

Un abbraccio,

Adriana

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Sei pronto?

SCOPRILO ORA!

Written By
More from Adriana Miccio
La luce in fotografia: cos’è, come funziona e come usare le luci fotografiche
Prova a chiedere ad un fotografo quale sia la cosa più importante...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.