Fotografare paesaggi in Olanda: non solo mulini a vento e tulipani

fotografia di paesaggio olanda mulino tramonto

Sogni di fare un viaggio fotografico, magari on the road, tra le zone più belle dei Paesi Bassi? Cerchi la meta migliore per fotografare paesaggi in Olanda?

Bene! Allora stai proprio leggendo l’articolo giusto perché, dopo tanti viaggi alla ricerca di un luogo da raggiungere in auto partendo dall’Italia, ho scoperto L’Olanda è una meta fantastica per fotografare paesaggi.

Una meravigliosa zona geografica che, dietro la vetrina dei suoi imperdibili mulini a vento, nasconde piccole perle paesaggistiche in grado di esaltare qualsiasi amante della fotografia di paesaggi. 

E allora, che tu sia un esperto o un fotografo alle prime armi con questo tipo di fotografia, prepara le valigie e non dimenticare di lasciare spazio per fotocamera e cavalletto!

Stai per scoprire i posti più incredibili dei Paesi Bassi, in cui poter incorniciare paesaggi incredibili.

Ah, se ti interessa l’argomento ma non sei ancora molto esperto, ti consiglio di leggere questo articolo sulla fotografia di paesaggio, così da essere sicuro di non perdere nessuna occasione olandese 😜.

corso di fotografia paesaggista advanced

Se la fotografia di paesaggio ti appassiona e vorresti davvero sapere come fotografare paesaggi da sogno, dai un’occhiata al nostro videocorso Paesaggista Advanced: affrontiamo tutti gli argomenti importanti, dalla preparazione allo scatto fino alla post-produzione,  e sveliamo i segreti che rendono davvero una foto paesaggistica meravigliosa.

Scopri ora il corso Paesaggista Advanced

Viaggio in Olanda, perché sceglierla come meta per scattare fotografie di paesaggio

Entriamo nel vivo del discorso, perché proprio l’Olanda? E dove andare in Olanda per scattare foto ai paesaggi più belli d’Europa?

Beh perché no, ti risponderei! L’Olanda è sicuramente una meta ideale per fotografare paesaggi e ti spiego il perché.

I Paesi Bassi in generale sono facilmente raggiungibili in auto dall’Italia facendo un giorno di sosta in Germania. 

Nello specifico, io mi sono fermata a Stoccarda per una notte per poi proseguire il giorno dopo e arrivare ad Amsterdam nel pomeriggio. 

Penso che l’idea di essere totalmente liberi di partire e muoversi con la propria auto per l’Europa, batta tutte le file ai controlli in aeroporto. 

Soprattutto in questo periodo di incertezze dovute alla pandemia, viaggiare con la propria auto ti permette di evitare contatti non necessari. 

Io, che mi ritengo una fotografa wanderlust, ho addirittura camperizzato l’auto.  Ho vissuto così il mio viaggio fotografico in piena libertà, senza vincoli di date, orari o prenotazioni.

Eravamo in due, con la nostra attrezzatura fotografica al completo, la nostra auto e la fantastica app park4night, che ogni sera ci indicava un posto sicuro in cui poter dormire. 

Proprio questa assoluta libertà, mi ha concesso di vivere uno dei migliori viaggi fotografici della mia vita.

Come sai, la fotografia di paesaggio richiede qualche sacrificio soprattutto in termini di orari.

Dopo tutto, le ore più belle sono all’alba e al tramonto.

Io, ho avuto il privilegio di potermi svegliare direttamente nel posto prescelto per scattare da sola e per prima. 

Solo dopo momenti tutti miei, con laghetti immersi nella natura e luoghi meravigliosi, i primi fotografi di paesaggio si palesavano e questo ti assicuro non ha prezzo. 

Ma ora, partiamo subito con le mete migliori per fotografare paesaggi in Olanda.

Giethoorn, il villaggio senza strade 

Giethoorn è un autentico villaggio fiabesco. Ci si aspetta che da un momento all’altro, spunti fuori qualche elfo saltellante da una delle case dai curiosi tetti in paglia lungo i canali. 

Ho sentito attribuire al paese di Giethoorn il nome di “Venezia del nord”,  in realtà pur essendoci solo canali le due bellezze restano distanti anni luce. 

Giethoorn si trova poco distante da Amsterdam, è facilmente raggiungibile. In poco più di un’ora sono giunta alle porte di questo luogo incantato che mi ha accolta con i suoi ben 176 graziosi ponticelli in legno, utili per permettere agli abitanti di attraversare da un lato all’altro dei canali. La cosa unica è che sono immersi nel verde brillante della natura rigogliosa olandese. 

Con uno scenario del genere dall’atmosfera ovattata e la nebbiolina del tardo pomeriggio, non ho potuto che tirare fuori la mia macchina fotografica e, una volta montato l’obiettivo 10-18, mi sono divertita come una bambina al luna park. 

I canali, erano continuamente attraversati da singolari barchette che davano vita a bellissimi movimenti nell’acqua. 

Alcuni addirittura, avevano sulla propria barca una pianola! Proprio così, e si divertivano a cantare e suonare allegramente salutando tutti i curiosi che come me, erano intenti a scattare fotografie. 

Ammetto che per questa scena ho dovuto cambiare obiettivo, perché la versatilità di Giethoorn è proprio questa, si sposa con qualunque genere fotografico, è bella sempre e non teme certo rivali. 

L’atmosfera tranquilla e rilassata del piccolo villaggio, ti invita a restare anche quando è ora di andare. Prima però volevo essere certa di aver metabolizzato tutte le bellezze che avevo fotografato.

Mi sono seduta all’esterno di un suggestivo caffè e ho cercato di memorizzare ogni attimo di quegli istanti che da lì a breve sarebbero diventati ricordi. 

Zaanse Schans e il nord dell’Olanda

Un’altra meta perfetta per fotografare paesaggi in Olanda, si trova a soli 20 minuti d’auto dalla capitale. Ecco che spuntano numerosi e antichi mulini a vento che tagliano l’aria da centinaia di anni.

I primi infatti risalivano al 1320, quest’area industriale contava circa 1.000 mulini un tempo, oggi sono pochi i superstiti e per questo ben conservati. 

A Zaanse Schans avrai l’opportunità di entrare in un mulino a vento e rimanere assopito dall’odore del legno e il rumore delle pale in movimento. Tutto ciò, non prima di aver gustato una tazza di ottima cioccolata calda con vista sui mulini a vento. 

Dopo tutti i giri e i sopralluoghi per individuare le migliori prospettive, io e il mio ultragrandangolo eravamo pronti ad incorniciare quel paesaggio proveniente dal passato ma ancora così fortemente vivo. 

La gente del posto, conduce la propria vita tranquilla e incurante degli obiettivi fotografici che si aggirano per le strade acciottolate del paese.

Potrà capitare molto facilmente di vedere qualche locale che, con i suoi tipici zoccoli in legno olandesi, si aggira sorridente per le stradine.

In questo luogo, con mulini a vento color verde brillante posti l’uno di fianco all’altro, potrai dare sfogo a tutta la poesia della fotografia di paesaggio in Olanda.

La fotografia in questo caso si compone quasi da sola. I mulini a vento che riflettono sull’acqua, numerose ortensie dai colori pastello che adornano  tutte le strade, renderanno la scena mozzafiato. 

Consiglio di recarsi presto a Zaanse Schans, così da poterne godere la bellezza quando è ancora tutta degli olandesi. 

Broek in Waterland, il paese sull’acqua sottovalutato

Il tour alla scoperta della meta migliore per fotografare paesaggi in Olanda continua. 

Ci spostiamo a Broek in waterland.

Questo autentico paesotto Olandese, adagiato con le sue casette in legno dalle tipiche vetrate enormi adornate di oleandri, ha catturato la mia attenzione per un motivo particolare. 

Ho notato che la maggior parte della gente si riversa a Giethoorn.  Certamente Giethoorn conserva una bellezza e un fascino uniche nel suo genere. Tuttavia è invece a Broek in Waterland che è possibile sperimentare la vera vita olandese, incontaminata, senza mettere da parte paesaggi mozzafiato. 

Solo visitando questi paesini, ci si rende davvero conto dello stretto e profondo legame che gli olandesi hanno con l’acqua. Qualsiasi strada o viottolo di qualsiasi paese affaccia su un canale o sull’acqua in generale.

La coesistenza tra essere umano, laghi, canali e corsi d’acqua è pacifica e armoniosa. I luoghi sono minuziosamente curati e puliti, non c’è cattivo odore in prossimità dei canali neanche in grandi città come Amsterdam diversamente da quanto ci si potrebbe immaginare. 

Tutta questa premessa per dirti che Broek in Waterland è un esempio di bellezza locale e incontaminata. Poco frequentata da turisti stranieri e per questa ragione molto autentica. 

In fin dei conti, si tratta solo di un piccolo paese formato da bellissime case colorate in legno, con giardini stupendi che affacciano direttamente sui canali. Ed è proprio questo il bello.

Quelle case, quei ponticelli, quelle vetrate enormi sulle facciate delle abitazioni che appaiono sempre perfettamente arredate, come vetrine di qualche negozio per articoli d’arredo.  Sono proprio queste le cose che  vi permetteranno di scattare foto paesaggistiche diverse dal solito. 

Nel contesto naturale tra prati verdi, qualche mulino in lontananza e canali d’acqua, a decorare la scena ci sono queste casette che sembrano quasi finte e il tutto incornicia perfettamente la vita olandese. 

Prova ad immaginare la scena, non ti sembra che sia la meta migliore per fotografare paesaggi in Olanda?

Il vantaggio di visitare Broek in Waterland è che, non solo ti donerà più di qualche scatto paesaggistico d’effetto e unico al mondo ma, potrai entrare in connessione con il cuore dei Paesi Bassi e la vita che scorre come l’acqua di quei canali, lenta. 

Dove fotografare i mulini a vento più famosi in Olanda: Kinderdijk patrimonio Unesco

Per raggiungere questa destinazione imperdibile in un viaggio on the road in Olanda, è necessario salutare Amsterdam e il nord per dirigersi verso sud

Altra meta imperdibile per fotografare paesaggi in Olanda, poco distante dalla meravigliosa Rotterdam infatti si trovano i mulini a vento di Kinderdijk, patrimonio Unesco per valide ragioni.

Penso che questo luogo possa essere definito il paradiso per la fotografia di paesaggio, infatti ho evitato le ore centrali della giornata per non rovinare l’effetto sorpresa e, mi sono recata poco prima del tramonto nonché poco dopo un temporale. 

Era davvero tutto perfetto in quel momento, la golden hour era la più incredibile mai vista, mi ha regalato giochi di colori che qualsiasi amante della fotografia di paesaggio avrebbe amato alla follia.

L’atmosfera dopo il temporale aveva i colori giusti. Quando il cielo si è aperto, le nuvole erano ancora gonfie. L’attimo che forse è durato minuti, è stato uno dei migliori di tutto il viaggio e solo questo basterebbe per rifare tutto da capo senza pensarci. 

La fortuna che ha assistito me, potrebbe benissimo essere anche dalla tua parte.  

In Olanda piove di frequente, quindi mai come in questo caso dovresti sperare che piova (se vuoi sapere come proteggere la fotocamera dalla pioggia, ecco qualche idea). Quando accade, corri verso la strada dei mulini di Kinderdijk munito di grandangolo (questo è quello che uso io) e qualche filtro come questi per scattare foto come quella che vedi proprio qui.

Se non sai ancora bene quali sono le tecniche giuste per farlo, ti consiglio di leggere questa guida semplice e completa su come fotografare tramonti così, una volta scelta la meta per fotografare paesaggi in Olanda sarai pronto per il tuo viaggio. 😉

Nell’elenco di queste perle paesaggistiche, ho volutamente omesso le grandi città come Amsterdam, Rotterdam o L’Aia. Non perché non meritino una visita, anzi, per me sono state un ottimo campo base. Semplicemente perché volevo mettere in risalto località lontane dai grandi centri abitati che conservano intatte una bellezza autentica.

Detto questo, anche il lungo mare vicino L’Aia merita di essere fotografato. Paesaggisticamente offre molto, sopratutto per le lunghe esposizioni se ami l’effetto seta sull’acqua. Il mare del Nord è sempre in tumulto e regala ottimi spunti.

Spero tanto che abbia trovato questo articolo interessante e ti auguro che possa essere per te un valido spunto per programmare il tuo viaggio all’insegna della fotografia di paesaggio.

Abbiamo posti meravigliosi in Italia e in Europa! E aspettano solo di essere scoperti e fotografati dai diversi punti di vista che ciascuno di noi vuole mettere in risalto attraverso l’arte della fotografia. 

La fotografia dopo tutto è proprio bella per questo. Più fotografi possono immortalare la stessa scena e questa apparirà sempre diversa, perché in ognuno di quelle foto c’è un pezzo del cuore e dell’occhio del fotografo dietro la fotocamera. 

E tu? Cosa ne pensi?

Ti lanceresti nell’avventura di un viaggio in auto per catturare paesaggi? Lo hai già fatto? Raccontami la tua storia nei commenti e condividi le emozioni che hai vissuto, sarò felice di leggere la tua esperienza e magari prendere spunto per il prossimo viaggio.

Un abbraccio, Vicky.

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Sei pronto?

SCOPRILO ORA!

Last Updated on Giugno 20, 2022 by Ilaria Cazziol

More from Vittoria Elia
Fioritura lavanda in Italia: foto come in Provenza ad un passo da casa
Sono piccoli, viola e dal profumo intenso, cosa sono? I fiori di...
Read More
Join the Conversation

4 Comments

  1. says: Marco

    Il bello della fotografia è catturare ciò ke sa di vissuto, immortalare immagini scatti e momenti ke ognuno di noi sa descrivere ciò ke vede. E tu Vichy hai davvero un gran talento le tue fotografie raccontano, hanno una varietà di colori dai toni caldi a quelli freddi ,ispirano sono semplicemente spettacolari. Sei nata per essere una grande fotografa!
    Complimenti

  2. says: Vincenzo

    Le fotografie meravigliose dai colori stupendi insieme alla descrizione dettagliata dei luoghi, fanno avere la sensazione di averli visitati, pur non essendoci mai stati. Complimentiiiii!!! Enzo e Antonella

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.