Fotografia sportiva: la tua guida con ogni suggerimento, trucco e consiglio

fotografia sportiva

Quando parliamo di fotografia sportiva facciamo riferimento a tutte quelle immagini che vengono scattate durante un evento sportivo, gara, torneo o allenamento. Le foto ottenute in questi contesti sono immagini dinamiche, forti, intense e davvero piene di vita. Può essere catturata la concentrazione iniziale, lo sforzo della competizione fino alla gioia finale del vincitore.

Se anche te sei appassionato di sport e vuoi imprimere nelle tue foto tutte le emozioni generate durante questi eventi, questa guida è fatta proprio per te! Potrai trovare tanti consigli e suggerimenti sulle tecniche, l’attrezzatura necessaria e le impostazioni ottimali.

Ci siamo? Allora: pronti, partenza… Via!

Attrezzatura necessaria per la fotografia sportiva

Iniziamo subito a vedere tutta l’attrezzatura necessaria per fotografare vari eventi sportivi. 

Questi si svolgeranno chiaramente in ambienti diversi: alcuni all’aperto, altri al chiuso, di giorno o di sera con chiaramente esposizioni di luce diverse e situazioni differenti. 

fotografia sportiva foto corsa

Obiettivo per fotografia sportiva

In molte occasioni, ti troverai a dover fare i conti con la grande distanza che si intrometterà tra te e l’azione da fotografare. Pensa per esempio ad una partita di calcio in un campo o in uno stadio.

La distanza tra il fotografo e gli atleti è spesso molto grande.

Cerca quindi di utilizzare una lente con una lunghezza focale uguale, se non addirittura maggiore, di 200 mm, se il tuo budget lo permette.

Un obiettivo 70-200mm ti sarà sicuramente molto utile per fotografare sia soggetti relativamente vicini sia quelli più lontani, quindi in moltissimi eventi sportivi è la soluzione ottimale. Se hai una fotocamera APS-C, ancora meglio: grazie al crop factor l’azione sarà ancora più vicina (se non hai idea di cosa ho appena detto, dai un’occhiata al nostro glossario fotografico!).

L’obiettivo adeguato è essenziale per la fotografia sportiva e per ottenere delle foto davvero spettacolari. Questo ti aiuterà infatti ad avvicinarti all’azione il più possibile e ti aiuterà tantissimo in momenti di scarsa illuminazione.

Anche un teleobiettivo con un’apertura ampia potrebbe esserti d’aiuto durante determinati scatti.

Per questo genere di fotografia ti consigliamo una fotocamera mirrorless, poiché più leggera e maneggevole di una reflex.

 

Foto sportive: treppiede o non treppiede?

Il treppiede è d’obbligo come sempre, soprattutto se si utilizzano obiettivi e fotocamere ingombranti e pesanti.

Ma se i tuoi scatti sono più dinamici o se durante la competizione ti troverai a muoverti spesso, un monopiede risulta sicuramente la scelta vincente. Esso è più leggero, mobile anche se leggermente meno stabile.

Per evitare l’effetto mosso, cerca sempre di ridurre al minimo le vibrazioni e stabilizza il più possibile la macchina fotografica.

 

Tieni sempre presente che i consigli che ti diamo noi sono suggerimenti generali. Ogni competizione, evento sportivo o allenamento sarà diverso, le condizioni saranno diverse, la luce, i soggetti, le inquadrature, tutto cambierà. Dai un’occhiata al nostro video per qualche consiglio in più sulla fotografia sportiva.

 

Impostazioni della fotocamera adeguate per la fotografia sportiva

Dopo aver visto l’attrezzatura necessaria, è giunto il momento di vedere come impostare la fotocamera al meglio per fotografare eventi sportivi.

 

Forse più che in qualsiasi altro genere fotografico, nella fotografia sportiva è fondamentale conoscere bene il triangolo dell’esposizione: scatterai quasi sempre in priorità di tempi, per decidere quanto “fermare” l’azione e quanto invece lasciare del mosso, per cui il diaframma si muoverà di conseguenza. 

Ma ti scontrerai anche con i limiti fisici della fotocamera, con la troppa o troppo poca luce, e dovrai ragionare velocemente per capire cosa muovere per non perderti la scena che hai di fronte.

Prima di proseguire quindi ti consiglio un ben ripassino con questo video:

 

 

Tempi di esposizione

I tempi di scatto sono probabilmente l’aspetto più importante quando vogliamo fotografare eventi sportivi. Ciò che risulta fondamentale è la velocità, le azioni sportive sono dinamiche e rapide, per questo è bene tenere a mente cosa si vuol fotografare in modo da capire il modo migliore per farlo.

 

Ti consigliamo di impostare la velocità dell’otturatore relativamente rapida. Tempi di scatto alti, permetteranno di catturare nelle tue immagini i veloci movimenti delle attività sportive.

Cerca di non scendere sotto 1/500s, anche se in alcuni casi puoi spingerti fino ad un massimo di 1/250s, e potrai arrivare fino a 1/2000 di secondo. Ovviamente più veloce sarà l’azione, più veloce dovrai impostare l’otturatore, una maggiore velocità risulta infatti necessaria.

In alcune situazioni più lente, potrai senza dubbio impostare una velocità più bassa, o nel caso volessi catturare solo una parte dell’intera azione. 

 

Queste normalmente sono le indicazioni per una foto sportiva chiara e dettagliata, ma il tuo spirito creativo deve essere il vero motore della fotografia. Se volessi sperimentare il mosso artistico per esempio, puoi giocare con tempi di posa molto più lunghi.

Quando imposti un velocità elevata dell’otturatore tieni in mente che potrebbero però sorgere dei problemi con la luce. Nella fotocamera entrerà infatti molta più luce, quindi attenzione a non ottenere immagini sovraesposte spesso ti troverai nella posizione di dover compensare con un aumento dell’ISO.

 

Diaframma e foto sportive: trova l’equilibrio

fotografia sportiva foto surf

Di conseguenza, ti capiterà normalmente di mantenere l’apertura del diaframma abbastanza ampia. F4 o inferiori sono le aperture spesso usate per questo genere di scatti. Certo, a patto che tu abbia un ottimo autofocus, ma ne parleremo più sotto.

Questi valori ti assicureranno una luminosità elevata e garantiranno una grande rapidità dell’otturatore per ottenere l’esposizione corretta. Risulterà quindi più semplice bloccare una determinata azione e come puoi immaginare in uno scatto di questo genere la rapidità è essenziale.

Questi valori ti consentiranno anche di ottenere un bellissimo effetto bokeh creato dallo sfondo dietro l’atleta. Ovvero quell’effetto sfocato tanto apprezzato nelle foto sportive, mentre il soggetto principale rimane perfettamente inquadrato ed a fuoco.

Se invece vuoi fotografare alcuni dettagli più lontani insieme al soggetto principale, magari le tribune con il pubblico, puoi provare con un’apertura leggermente più chiusa, da F11 in su, ma dovrai ovviamente fare i conti con tempi più lunghi.

 

fotografia sportiva foto tennis

ISO in fotografia sportiva

Vediamo infine come impostare adeguatamente gli ISO.

Ogni evento sportivo avrà delle caratteristiche particolari, che sia svolto all’interno di un palazzetto, fuori durante il giorno o verso sera.

In linea di massima, ti consigliamo di aumentare i valori ISO soprattutto se scatti qualche attività sportiva all’interno o verso sera quando la luce diminuisce.

Controlla quindi che la tua fotocamera abbia buone prestazioni e che tu possa impostare alti valori ISO. 

Assicurati innanzitutto di avere l’apertura ed i tempi di esposizione corretti, poi aumenta l’ISO fino a quando non sarai soddisfatto del risultato. In alcune occasioni potrai anche impostare l’ISO automatico; potrebbe essere utile per diversi scatti.

 

Se hai dei dubbi su come impostare l’ISO al meglio, controlla qui la nostra guida o guarda il video sotto.

fotografia sportiva foto pallavolo

 

Messa a fuoco

Per quanto riguarda la messa a fuoco, ti consiglio di scegliere l’autofocus (AF), così facendo il focus della fotocamera riuscirà a seguire con più facilità le veloci azioni della competizione. Con la messa a fuoco continua (AF-C) riuscirai quindi a mantenere continuamente a fuoco il soggetto in movimento, seguendolo con il pulsante di scatto premuto a metà o con il pulsante di focus posteriore.

Se non ti fidi dell’autofocus della tua fotocamera, oppure se per qualche motivo fa fatica a seguire l’azione, dovrai spostarti in focus manuale: è una scelta severa ma giusta!

Ti consiglio, in questo caso, di mettere preventivamente a fuoco nel punto in cui prevedi che passerà il tuo soggetto, e di attendere pazientemente. 

Se la tua fotocamera ha questa funziona ti conviene farlo utilizzando il sistema di zoom dell’area di messa a fuoco, che ti permette di zoomare all’interno del mirino per vedere nel dettaglio dove il tuo focus è posizionato: è un’opzione che hanno quasi tutte le reflex e mirrorless moderne, cercala nel tuo menù!

 

Si deve scattare in manuale per la fotografia sportiva?

Per ottenere effetti particolari, come il panning di cui parleremo a breve, o per motivi di comodità, potresti voler impostare la fotocamera in manuale, “forzando” certe impostazioni. 

In tutti gli altri casi, la modalità di scatto a priorità di tempi andrà benissimo per gli eventi sportivi.

Questa modalità ti lascia modificare il tempo di esposizione a tuo piacere, mentre la fotocamera sistema in automatico l’apertura e i valori ISO. Se questo fosse il tuo caso, ti basterà diminuire il tempo di esposizione a tuo piacimento e la fotocamera aggiusterà di conseguenza l’apertura. Se la foto risulta sottoesposta, puoi semplicemente alzare l’ISO e sistemare la visuale come preferisci.

 

Come consiglio generale, scatta sempre qualche foto di prova con le impostazioni che ti suggeriamo, per poi modificarle in base al risultato che ottieni.

Di nuovo, le nostre sono indicazioni universali, ma ogni evento avrà delle caratteristiche diverse, luci differenti e vari movimenti, che richiederanno nuove impostazioni.

 

Trucchetti ed effetti per la fotografia sportiva

1. Usa lo scatto continuo

Un trucco spesso utilizzato durante gli eventi sportivi è quello di impostare la modalità di scatto continuo, questo consente di eseguire varie foto in sequenza, tenendo semplicemente premuto il pulsante di scatto.

Questo permetterà di cogliere l’intera sequenza dell’azione e tenere poi solo la migliore foto che ottieni. 

Questo fattore dipende sicuramente dalla fotocamera che utilizzi. Se possiedi una macchina fotografica che permette di scattare molte foto al secondo, il tuo lavoro ne gioverà sicuramente e le opportunità di ottenere scatti memorabili aumenteranno.

 

2. Conosci il tuo soggetto (lo sport!)

Un consiglio che potrebbe aiutarti nei tuoi scatti sportivi è quello di conoscere bene lo sport che si sta fotografando. Questo potrebbe infatti aiutarti ad anticipare la prossima azione, potrai essere pronto con la tua macchina fotografica e preannunciare la mossa successiva dell’atleta.

fotografia sportiva foto nuoto3. Cura la composizione delle foto sportive

Cerca di mantenere una posizione bassa! Ricordati infatti che da angolature inferiori si ottengono foto sportive con una profondità elevata. Questa prospettiva donerà dinamicità e intensità alle tue fotografie.

Studia con attenzione la posizione ideale per i tuoi scatti, dovrai avere una buona vista su tutto il campo da gioco e tenere il sole sempre alle tue spalle, così da non rovinare nessuna foto. 

 

In generale la composizione per fotografare eventi sportivi è un elemento fondamentale – se hai dubbi su questo argomento leggi il nostro corso di fotografia online gratis!

 

4. Prova a ottenere foto sportive artistiche con il panning

Una tecnica bellissima e molto usata nella fotografia sportiva è il panning, una modalità di scatto avanzata ma comunque alla portata di tutti.

Fare una foto sportiva con panning significa seguire l’atleta con la fotocamera mentre si scatta con tempi leggermente più lunghi, per ottenere il soggetto a fuoco e nitido per la maggior parte, ma lo sfondo in movimento.

È più facile mostrartelo con una fotografia che Ilaria ha scattato a una rievocazione storica:

fotografia sportiva foto rievocazione storica

Il difficile è riuscire a calcolare correttamente i tempi di scatto, perché siano abbastanza lenti da far uscire mosso lo sfondo e abbastanza rapidi per immobilizzare il soggetto: la foto sopra è stata scattata a 1/10 di secondo, un tempo leggermente più veloce avrebbe preso meglio il soggetto.

L’altra difficoltà con il panning è seguire il soggetto con la fotocamera: bisognerebbe muoversi alla stessa velocità dell’atleta, scattando di continuo alla massima velocità che la fotocamera consente.

 

Puoi giocare con il panning mescolandolo anche ad altre tecniche: ad esempio con gli obiettivi zoom puoi zoomare sul soggetto mentre si avvicina a te per ottenere un effetto molto particolare di movimento dell’atleta verso il fotografo, e di tutto ciò che lo circonda nella direzione opposta.

Ecco un esempio con un’altra foto di Ilaria nella stessa occasione:

fotografia sportiva rievocazione storica

 

Insomma, la fotografia sportiva è una vera sfida per un fotografo, e ci sono tanti modi per divertirsi con essa. Qui te ne abbiamo dati una bella carrellata!

 

Hai qualche altra idea su come fotografare al meglio eventi sportivi? Siamo tanto curiosi di sentire i tuoi suggerimenti! 

Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Un abbraccio,

Lisa

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Banner corso da zero a fotografo

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Ti interessa?

SCOPRILO ORA!

Last Updated on Aprile 25, 2022 by Ilaria Cazziol

Written By
More from Lisa
Fotografare In Inverno – Consigli Pratici Per La Tua Sessione Invernale
Ogni stagione ha delle caratteristiche fotografiche particolari e uniche. Ogni periodo dell’anno...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.