I migliori smartphone fotocamera per foto di viaggio perfette nel 2021

smartphone fotocamera migliore

Per i viaggiatori di tutto il mondo scattare belle foto è ormai una priorità. Se anche tu come noi ami viaggiare e scattare foto indimenticabili, devi sapere che è importante scegliere lo smartphone con miglior fotocamera e con le caratteristiche giuste.

Non sai quante volte in viaggio non abbiamo potuto o voluto utilizzare la nostra fotocamera, vuoi per questione di sicurezza o di comodità. E in quelle occasioni poter tirare fuori alla tasca il cellulare e scattare una miriade di foto sapendo che il risultato sarà soddisfacente fa tutta la differenza del mondo.

Anzi ti diciamo di più, se non sei un fotografo professionista, ormai non ha quasi più senso viaggiare con una grossa e pesante reflex.

Noi in generale abbiamo fatto da tempo il passaggio alle fotocamere mirrorless, meno pesanti e ingombranti a parità di performance. Ma noi siamo professionisti della creazione di contenuti e non possiamo farne a meno.

Una persona che voglia semplicemente scattare belle foto con il proprio cellulare, magari per caricarle sui social media, ha davvero bisogno di questo tipo di acquisto?
La risposta è probabilmente no.

Questo perché ormai la qualità della fotocamera degli smartphone di fascia alta (e non solo) riesce a raggiungere risultati strabilianti, tanto che oggi si sente spesso il termine “smartphone-fotocamera” per indicare appunto telefoni che hanno fatto della fotocamera il proprio cavallo di battaglia.

Quindi se vuoi viaggiare leggero ed ottenere degli ottimi risultati fotografici, magari non particolarmente professionali ma esteticamente piacevoli, lo smartphone è uno strumento fantastico e sicuramente il più adatto se vuoi ottenere un buon risultato.

Basta uno smartphone fotocamera per fare belle foto o mi serve una reflex?

Certamente gli smartphone fotocamera non possono sostituire del tutto una macchina fotografica, ma quest’ultima per essere utilizzata al meglio necessita di nozioni di tecnica fotografica avanzate.

Lo smartphone fotocamera rappresenta quindi la perfetta via di mezzo, specialmente per chi vuole iniziare: è possibile scattare belle foto senza grandi sforzi, anche affidandosi all’intelligenza artificiale che “pompa” i colori per noi o inserisce digitalmente un piacevole effetto sfocato del background, per esempio.

Ma se si vuole imparare qualcosa di più è anche possibile passare alla modalità Manuale (ormai tutti i telefoni lo rendono possibile) e giocare con parametri fondamentali della fotografia quali ISO, velocità di scatto, apertura, etc etc.

Abbiamo anche scritto un articolo su come scattare foto con lo smartphone come quelle della reflex (entro certi limiti ;)) che ti sarà davvero di aiuto!

 

Insomma, per tutti coloro che non sono professionisti della fotografia ma vogliono scattare belle foto ricordo o registrare video per i social, la fotocamera dello smartphone è l’accessorio perfetto.

Con delle conoscenze di base della tecnica fotografica, un po’ di “occhio del fotografo” per la scena giusta, e magari i Preset ufficiali VSA da applicare per tirar fuori il meglio dalle foto, è possibile ottenere risultati decisamente notevoli.

 

Il difficile è trovare lo smartphone che abbia la fotocamera con le caratteristiche giuste, che magari non richieda di accendere un mutuo per acquistarlo.

Noi abbiamo speso mesi per fare le dovute ricerche, cercando di districarci tra migliaia di articoli, brand e recensioni online.

E visto che ci abbiamo pensato noi al lavoro duro…in questo post ti daremo alcuni suggerimenti per identificare il miglior smartphone per fotografia nel 2021, dividendo i modelli per fasce di prezzo.

 

Con gli smartphone fotocamera ormai sempre più avanzati, è veramente la fine delle reflex?
Abbiamo risposto in questo video:

 

Quali elementi bisogna prendere in esame per scegliere il miglior smartphone fotocamera? 

 

Primo consiglio: non devi valutare soltanto il numero dei Megapixel.

Spesso si pensa che una fotocamera con un elevato numero di megapixel scatti foto migliori delle altre.

Sbagliato!

Certamente è un elemento molto importante, in quanto da essi dipende la risoluzione dell’immagine: questo perché le fotografie digitali sono composte da un certo numero di pixel, che somigliano a dei piccoli quadratini e messi vicini tra loro compongono l’immagine, come in  un mosaico.

Quindi maggior numero di pixel comporta un numero maggiore di dettagli catturati, ma non è l’unico elemento da considerare, anzi: spesso è il meno rilevante ed è utilizzato come “specchietto per le allodole” dal marketing.

Il secondo consiglio, quindi, è di controllare i fattori che sono DAVVERO rilevanti, quali:

  1. L’apertura del diaframma: è un parametro molto importante per la qualità delle foto; serve per regolare sia il flusso luminoso che passa all’interno dell’obiettivo, che per gestire la profondità di campo. Viene indicata con la lettera “f/”, minore sarà il numero indicato e maggiore sarà l’apertura, fondamentale per ottenere foto nitide;  
  2. La presenza del flash led, molto utile per compensare la carenza di luce, risulta efficiente e adatto per brevi distanze. Ne abbiamo di diversi tipi: il Dual flash per avere toni più naturali; il Quad led per un rendering migliore dei colori; Slow Sync, presente negli iPhone più recenti, per ottenere colori nitidi e naturali; flash frontale, molto utile per scattare selfie.
  3. La presenza di stabilizzazione ottica, chiamata anche con l’acronimo OIS, molto importante per evitare di scattare foto piene di rumore, molto sfocate e dall’effetto mosso. In pratica serve a controbilanciare i movimenti e il tremolio della nostra mano, e lavora sia su foto che su video. La stabilizzazione ci aiuta anche nei momenti di poca luce, dove la velocità di scatto è più lunga e quindi senza lo stabilizzatore bisognerebbe avere un cavalletto o una mano molto ferma, mentre con lo stabilizzatore ci possiamo permettere delle vibrazioni o piccoli movimenti senza che la qualità della foto ne risenta.
  4. La presenza di un software fotografico adatto, che fa davvero la differenza nel miglior smartphone per fotografia. Ogni volta che scattiamo una foto, questa viene elaborata in automatico per ottimizzare i colori, la luminosità, l’esposizione…per questo è molto importante avere un’interfaccia software che renda tutto questo molto semplice e veloce.

Non dimenticare le altre caratteristiche hardware come la RAM (la memoria interna, fondamentale per un telefono veloce e scattante), la risoluzione dello schermo e la qualità costruttiva, tutti fattori che possono rendere più veloce e piacevole l’utilizzo dello smartphone.

 

I migliori “smartphone fotocamera” che abbiamo trovato per il 2021

Oggi il comparto fotografico tira moltissimo e ogni anno si registrano tantissime vendite di smartphone fotocamera, nel senso che i telefoni con una capacità fotografica superiore sono più apprezzati.

Ci sono tanti modelli e per ogni fascia di prezzo: bisogna considerare che per avere una buona fotocamera su uno smartphone il prezzo non può che essere mediamente alto, ma come vedremo ci sono delle ottime vie di mezzo.

Iniziamo la nostra lista da quelli più costosi, ovvero quelli che rientrano nella Fascia Alta di prezzo.

Smartphone fotocamera migliori nella fascia alta di prezzo

Iphone 12 PRO MAX

Gli indici di quasi tutte le recensioni di telefoni incoronano iPhone12 PRO MAX come la miglior fotocamera smartphone in assoluto.

 

Questo è un prodotto di altissima qualità con addirittura tripla fotocamera, e in tutte le recensioni ha ottenuto il massimo dei punteggi come miglior smartphone per fotografia.

La tripla fotocamera comprende:

  • una fotocamera grandangolare principale,
  • un teleobiettivo con zoom ottico 2,5x
  • e una fotocamera ultra grandangolare 0,5x.

Queste tre fotocamere, combinate con l’elaborazione Smart HDR, Deep Fusion e Night Mode di Apple, producono foto straordinarie e con una gamma dinamica e un dettaglio eccellenti.

Inoltre, a proposito di quanto dicevamo prima sulla modalità manuale, il 12 Pro Max ha un nuovo formato fotografico ProRaw di Apple, che offre la personalizzazione di un file raw ma anche l’intelligenza artificiale dell’iPhone. 

La possibilità di scattare foto in RAW è una novità assoluta per iPhone e un gran vantaggio per i fotografi appassionati, dato che questo formato di foto contiene maggiori informazioni e può essere modificato ampiamente in postproduzione.

Le fotocamere dello smartphone Apple, combinate con un potente software di apprendimento automatico, creano ritratti con il soggetto in primo piano molto nitido, con uno sfondo sfocato ad arte, e in più si può regolare la profondità di campo anche dopo aver scattato la foto.

Inoltre riescono a catturare in tutte le condizioni di utilizzo colori vivaci e piacevoli, ha un sensore più veloce e il potente chip riesce a dare più risalto a luci e ombre nelle foto.

Il software utilizzato in combinazione con le 3 fotocamere, è in grado di regalare anche incredibili esperienze video grazie a un sensore più grande e al “lidar”, un sistema di scansione della profondità in stile realtà aumentata. Potrai girare video completi ed immersivi.

Il prezzo però, come detto, riflette cotanta innovazione tecnologica e supera i 1.000€.

Disponibile su Amazon.

 

PS: se ti interessa ottenere un comparto fotografico simile ma in un “corpo” molto più piccolo potresti considerare l’iPhone 12 mini, che perde una fotocamera e qualche centimetro di larghezza, ma anche diverse centinaia di euro dal prezzo!

Non aspettarti le stesse performance, ma essendo la versione ridotta del prodotto di punta condivide con esso gran parte delle innovazioni tecnologiche che abbiamo visto.

 

Alternativa Apple più economica: iPhone 11 Pro

La versione PRO dell’iPhone 11 offre una discreta qualità fotografica, con una modalità notte che quando è uscito era una delle migliori sul mercato. Anche questo possiede 3 fotocamere, ed essendo ormai un po’ datato (almeno per gli standard Apple) è un prodotto davvero competitivo dal punto di vista del prezzo e super versatile per scattare in ogni condizione di luce. 

 

 

Il top di gamma nelle fotocamere per smartphone nel 2021: Huawei Mate 40 Pro

 

L’agenzia DxOMark si occupa di effettuare test rigorosi e tecnicamente impeccabili per tradurre in numeri la qualità delle foto e dei video, stilando una classifica sempre aggiornata dei nuovi prodotti, e hanno testato questo telefono appena uscito a ottobre 2020 decretandolo uno dei migliori smartphone per fotografia.

La scheda tecnica delle ben 4 fotocamere di questo smartphone è davvero impressionante, si parla infatti di:

✔️ Fotocamera Primaria: sensore da 50 MP, equivalente a 23 mm, f/1,9-apertura lente, 
✔️ Ultra-grandangolo: sensore da 20 MP, obiettivo equivalente a 18 mm, f/1,8-apertura
✔️ Tele: sensore da 12 MP, obiettivo equivalente a 125 mm, f/3,4 apertura
✔️ Flash a LED
✔️ Video 4K, 2160p/60f ps 
✔️ Sensore di temperatura del colore multispettro

Grazie all’uso integrato di queste quattro fotocamere e ad una super risoluzione, possiamo catturare un’enorme quantità di dettagli e più luce, che vanno ad arricchire lo scatto principale.

Il software riconosce in automatico alcune scene, come paesaggi, ritratti, cibo o animali, e imposta automaticamente il set di colori, luci, etc più opportuno.

Si possono scattare anche foto al buio o con poca luce con la funzione notte, catturando molti dettagli anche senza cavalletto e a mano libera grazie all’intelligenza artificiale che combina vari scatti.

Questo prodotto è probabilmente uno di quelli con la miglior fotocamera Android, ed è venduto su Amazon a prezzi simili all’iPhone visto sopra.

 

Smartphone fotocamera migliori nella fascia media di prezzo

Alternativa più economica Huawei: P40 Pro

Questo modello è uscito qualche mese prima del precedente e nonostante un prezzo nettamente inferiore ha capacità quasi equiparabili per quanto riguarda la fotocamera: ha una fotocamera in meno, ma il marchio Leica si sente. 

La fotocamera primaria ha lo stesso sensore da 1/1,28″ e l’obiettivo f/1,9-apertura del modello visto sopra. La fotocamera ultra-grandangolare anche è come la precedente, ma ha un sensore da 40 MP con pixel più piccoli e quindi un po’ meno performanti. Le specifiche della tele-camera 5x sono invariate.

Complessivamente i risultati non sono straordinari come nel Mate 40 pro, ma a livelli complessivi e vista la differenza di prezzo le prestazioni sono eccezionali.

 

 

Google Pixel 5: miglior smartphone per fotografare in modo semplice

 

In ottobre 2020 è stato lanciato anche il Google Pixel 5, un telefono 5G che scatta foto nitide e vibranti con un forte effetto HDR (high dynamic range, ovvero la tecnologia che combina più foto insieme per ottenere la miglior esposizione). Le foto hanno dunque un eccellente dettaglio e contrasto, tanto che sembrano cinematografiche, senza dover fare praticamente nulla perché ci pensa l’AI integrata.

È dotato di una fotocamera grandangolare e una ultra-grandangolare, che ha sostituito il teleobiettivo del Pixel 4 dell’anno scorso (quest’ultimo è l’ideale se sei in cerca di performance simili ma a un prezzo minore). La modalità Ritratto e la funzione Night Sight sono in grado di dare risultati molto interessanti.

 

Migliori smartphone per fotografia nella fascia bassa di prezzo

Negli smartphone fotocamera, bisogna ammetterlo, il prezzo fa solitamente la differenza. Difficile trovare un prodotto ottimo con meno di 400/500€. Alcuni però brillano per ottimo rapporto qualità prezzo, come abbiamo visto sopra con i telefoni Google Pixel.

In tutti gli altri casi, la miglior soluzione è quella di puntare all’old but gold: ovvero semplicemente acquistare uno smartphone che era di fascia alta l’anno scorso o più, e che adesso è stato superato dai nuovi modelli.

Ci sono alcuni telefoni che sono davvero fantastici nonostante siano ormai un po’ datati, come noi abbiamo provato sulla nostra pelle!

Huawei p20

Tra i cellulari di qualche anno fa con ottime prestazioni fotografiche c’è sicuramente il Huawei P20, il fratello anziano e più economico del super smartphone fotocamera di cui abbiamo appena parlato. Questa è stata la scelta di Ilaria, ed è molto soddisfatta delle performance.

All’epoca era forse la miglior fotocamera Android sul mercato.

Ha una doppia fotocamera caratterizzata da un sensore RGB da 12 MPx  con apertura focale da f/1.8 ed un secondo sensore monocromatico da 20 MPx, con apertura focale da f/1.6.

Grazie alla presenza di questi sensori, si riesce ad applicare una bella profondità nei ritratti, ma anche a scattare foto in bianco e nero ricche di dettagli.

Le immagini, come nella maggior parte dei telefoni visti sopra, possono essere “migliorate” in automatico: infatti lo smartphone, grazie all’intelligenza artificiale, riconosce in modo autonomo la categoria predefinita tra le 19 presenti (ad esempio mare, ritratto, cielo blu, piante, etc), modificando di conseguenza vari parametri dello scatto quali i colori, la saturazione, etc.

Con luminosità al massimo e in pieno giorno gli scatti sono molto buoni: possiamo dire tranquillamente che questo smartphone fotocamera rende possibili ottimi risultati fotografici.

Ecco qualche esempio direttamente dal Huawei P20 di Ilaria (senza alcun ritocco o post produzione, solo con il riconoscimento della scena e la relativa ottimizzazione automatica!):

foto huawei p20 foto huawei p20  foto huawei p20

Su Amazon è disponibile a un buon prezzo, dato che è un prodotto di qualche anno fa.

Unica pecca, testata direttamente da noi? La fotocamera frontale. Rispetto alla versione Pro della serie P Huawei, nei quali anch’essa ha caratteristiche pazzesche e in alcuni casi c’è anche una doppia fotocamera per i selfie, in questo modello non è particolarmente performante. 

 

Xiaomi Mi 10

 

Lo Xiaomi Mi 10 è un buono smartphone tenendo conto delle fascia di prezzo e delle ottime performance delle fotocamera.

Molto buono il comparto fotografico, e ancora migliore nella variante Pro. Ha un sensore principale da 108 megapixel (f/1.69) troviamo un ultra-grandangolare (FoV 123 gradi) da 13 megapixel (f/2.2), un macro (funzione molto interessante che manca nella maggior parte degli smartphone fotocamera) e un sensore di profondità, entrambi da 2 megapixel. Molto buone le foto anche con poca luce quindi, perde di qualità quando si ricorre alle zoom perché manca uno zoom ottico ed è tutto digitale.

I video sono nella media e non c’è da aspettarsi niente di speciale, mentre ritratti e foto sono abbastanza buoni, anche se non si può pretendere di avere la stessa qualità di un cellulare di fascia alta.

 

Samsung Galaxy S10 Lite

 

Parliamo di un dispositivo che è in grado di regalare ottime prestazioni ad un prezzo abbastanza basso.

Ma venendo al comparto fotografico, questo Samsung dispone di ben 3 fotocamere posteriori, e per essere une cellulare sotto i 500 euro, è davvero niente male.

Il sensore principale è da 48 megapixel (f/2.0), poi è presente un ultra-grandangolare da 12 megapixel (f/2.2) e un macro da 5 megapixel (f/2.4), e complessivamente producono buoni risultati.

Ha le classiche funzioni come per esempio la possibilità di fare panoramiche e HDR. 

 

La dura verità: gli smartphone economici non possono fare belle foto quanto quelli più costosi

Bene, ora dovresti avere una bella panoramica dei migliori smartphone per fotografia tra cui scegliere in questo 2021 se ciò che ti interessa sono le prestazioni fotografiche.

Come vedi anche tra i modelli economici non siamo scesi sotto i 500€ però.

Perché? In fondo è pieno di siti in internet che ti dicono che telefoni da 200€ o poco più possono quasi competere con gli smartphone di fascia media o alta, non è vero?

Be’, purtroppo non è vero, e lo è sempre meno andando avanti, quanto più la richiesta di smartphone con caratteristiche notevoli a livello fotografico aumenta e quindi i telefoni più “cheap” non riescono a stare dietro all’avanzamento tecnologico necessario.

Non farti ingannare dal marketing. Lo smartphone fotocamera di buona qualità ed economico purtroppo non esiste.

 

Si possono iniziare a fare distinzioni da una certa fascia di prezzo in su, circa 400euro, ma sotto quel livello, non acquistare uno smartphone del genere se per te scattare belle foto è davvero importante.

Ti diciamo questo perché molte case produttrici promettono invece risultati straordinari grazie all’intelligenza artificiale, che da sola capisce come configurare al meglio la fotocamera in base alle varie condizioni. 

È vero che l‘intelligenza artificiale può dare una mano, ma sicuramente non fa miracoli (per ora) quindi è meglio tenere presente le caratteristiche della fotocamera minime indispensabili per ottenere risultati decenti. 

Ti riporto un esempio personale: l’Honor 6X è uno smartphone di fascia bassa che Ilaria ha deciso di acquistare qualche anno fa, dopo che le era stato rubato un molto più costoso iPhone e voleva un prodotto economico ma che facesse anche foto decenti.

Il telefono fa il suo sporco lavoro, per carità, ma a livello fotografico si vedevano benissimo i difetti che l’intelligenza artificiale non era in grado di coprire.

A livello tecnico, come abbiamo visto, le potenzialità c’erano. Ma confrontandolo live con il Huawei P20 acquistato successivamente, la differenza della fotocamera dello smartphone si vedeva subito: le foto con l’Honor 6X vengono bene solo in condizioni di luce perfetta e con mano estremamente ferma.

La fotocamera frontale è piuttosto limitata, con il “filtro bellezza” basato sull’AI che in realtà ha un effetto molto poco naturale.

Ma soprattutto, c’è un aspetto da tenere in considerazione: uno smartphone con poca RAM e poca memoria (tipica dei cellulari di fascia bassa) avrà per forza di cose una pesante controindicazione, cioè che sarà piuttosto lento.

Se all’inizio, appena comprato, l’Honor 6X era discretamente veloce, dopo pochi mesi, pur tenendolo in buono stato e relativamente libero a livello di memoria, ha iniziato a rallentare terribilmente. Nella maggior parte delle attività questo non influiva particolarmente, ma aveva invece un forte impatto proprio sulla fotocamera.

Dopo nemmeno un anno di utilizzo, ci volevano dai 3 ai 10 secondi per attivare la fotocamera e poter scattare una foto. Insomma, un buon telefono per chi cerca discreta qualità con pochi soldi, ma certamente non l’ideale per l’aspirante fotografo di viaggi che voglia sostituire la reflex con uno smartphone!

 

In generale, anche se la qualità delle foto scattate con gli smartphone non è tanto distante da quella offerta dalla maggioranza delle compatte digitali, saper scegliere uno smartphone con miglior fotocamera e le caratteristiche adatte e in linea con il nostro budget non è facile.

In questo articolo ti abbiamo consigliato i migliori telefoni del 2020-2021, non solo in base alle recensioni più accreditate ma anche a ciò che utilizziamo o abbiamo utilizzato noi, con estrema sincerità.
Non è facile dichiarare un vincitore e quindi non lo faremo, perché a seconda delle caratteristiche personali e del budget possono valere discorsi diversi.

In generale però vogliamo consigliarti, se cerchi uno smartphone con la miglior fotocamera possibile, di non puntare troppo in basso come prezzo: presumibilmente con una spesa intorno ai 700€ porterai a casa un ottimo prodotto.

 

Speriamo che questa guida ti sia utile, se hai suggerimenti su altri modelli dei cosiddetti smartphone fotocamera che secondo te dovremmo inserire nella lista, lasciali nei commenti.

Un saluto,

Marco e Ilaria

 


Aspetta un secondo: scopri il corso dedicato a tutti gli appassionati di fotografia in viaggio

Se sei arrivato in questo articolo è perché probabilmente hai una passione per la fotografia e per i viaggio… be, abbiamo ideato il corso che fa per te:

Scarica adesso gratis i primi 4 video utilizzando il bottone qui sotto.

Scopri il corso gratis

Written By
More from Marco

Come scegliere l’assicurazione di viaggio: tutto quello che devi sapere

Quando viaggiamo, spesso diamo per scontato l’importanza di una buona assicurazione e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.