Memory card per macchina fotografica: ecco quale scegliere

Migliore memory card per fotocamera

Il mercato è inondato di memory card diverse: ognuna ha caratteristiche specifiche e presenta dei pregi e difetti, e diventa molto difficile per un fotografo scegliere quella adatta alle proprie esigenze. Se quindi anche tu hai il dubbio e non sai quale sia la memory card per macchina fotografica migliore per te, non preoccuparti, questo articolo ti risolverà ogni dubbio.

La premessa è che questo è un articolo per fotografi con esigenze (e apparecchiature) di livello alto: se stai cercando una memory card per la tua fotocamera compatta, forse non hai bisogno di farti chissà quale paranoia sulla scheda SD da scegliere. Se invece hai una reflex professionale, scatti in RAW e hai esigenze di velocità e affidabilità…be’, allora continua a leggere fino in fondo!

Non voglio stare a parlarti, di tutte le varie differenze che ci sono tra le diverse memory card, che questo argomento è un intero articolo differente: qui voglio consigliarti quali sono le memory card che utilizzo abitualmente nella mia fotocamera e perché ho scelto di utilizzare proprio quelle.

 

Le caratteristiche essenziali delle memory card per macchina fotocamera

Partiamo dalla caratteristica fondamentale che ogni memory card che si rispetti dovrebbe avere: la velocità!

Il problema è che la maggior parte delle fotocamere moderne creano file estremamente grandi.

Infatti la mia Sony A7III sforna dei file row che pesano circa 50mb l’uno e video in 4k che possono tranquillamente pesare mezzo giga al minuto.

Ora il problema è semplice: i dati devono essere scritti all’interno della memory card, e se ne abbiamo una lenta rischiamo di perdere informazioni per strada, oppure di attendere tantissimo prima che il file venga scritto nella memory card e possiamo ricominciare a lavorare.

Se ad esempio ti ritrovi con lo schermo nero per diversi secondi dopo aver scattato una foto, e la fotocamera che ci mette un tempo fastidiosamente lungo a tornare operativa per quella successiva…be’, potresti presumibilmente avere una memory card non adeguata!

Inoltre, io come fotografo ho spesso un altro problema, ovvero l’affidabilità in condizioni avverse. Se non lo sai, infatti, le memory card (e in generale gli aggeggi tech) non amano le condizioni estreme di caldo o freddo…ma a noi invece piacciono molto!

Mi sono trovato a dover viaggiare in posti estremi come la Siberia in inverno per fare fotografie, e in casi come questo le memory card devono lavorare a temperature che arrivano a -20, e non posso assolutamente rischiare di perdere i dati.

Ed è per questo che mi sono messo alla ricerca delle migliori memory card sul mercato, ovvero di un prodotto che non solo sia veloce, ma anche affidabile in ogni condizione.

Vediamo quindi cosa ho scoperto e partiamo dalla velocità: ecco una delle più veloci memory card sul mercato, con un rapporto qualità prezzo fantastico.

SanDisk Extreme PRO UHS-II

Sandisk Memory card veloce per fotocamera

La SanDisk è una della marche più utilizzata all’interno del panorama fotografico.

Infatti, Sandisk dispone di una ampissima gamma di schede SD, l’unico problema è capire quale sia quella adatta alla tua fotocamera.

Be’ se anche tu non sai come orientarti, allora quella che vedi sopra, ovvero la SanDisk Extreme PRO UHS-II è assolutamente la migliore, per un semplice motivo: che raggiunge una velocità di scrittura che arriva fino a 300Mb/s.

Grazie ad una velocità del genere, potrai tranquillamente salvare video in 4k oppure scattare raffiche di foto in formato raw senza nessun problema, e tutto verrà salvato velocemente all’interno della memory card.

Ma cosa succede se “maltrattiamo” la memory card esponendola alle condizioni estreme viste sopra?
Se ad esempio andiamo a scattare foto in un luogo dove le temperature arrivano a -20 gradi?

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Ila&Marco➡️ViaggioSoloAndata🛫 (@viaggio.solo.andata) in data:

La foto che vedi sopra ad esempio è stata scattata al lago Baikal in Siberia, dove la temperatura quella mattina era di circa -20°!

Purtroppo a queste temperature abbiamo bisogna di una scheda SD che sia molto robusta ed affidabile, e purtroppo la SandDisk non fa più al caso nostro. Vedremo tra poche righe qual’è la migliore memory card per macchina fotografica per temperature estremamente fredde.

Se tu sei un fotografo che non ha queste esigenze particolari, invece, allora vai pure con la Sandisk anche perché per 99€ ti puoi portare a casa una memory card da 64gb ultra veloce e professionale.

Se invece sei come me, che avevo proprio le esigenze viste sopra, dovresti orientarti su una valida alternativa: le Manfrotto Rugged.

Manfrotto – Scheda di Memoria Professional per condizioni estreme

Ora le schede Sd della Manfrotto sono un piccola bomba, infatti le specifiche ti dicono che:

  • Lavorano con temperature che vanno dai -25°C a 85°C (mi chiedo chi mai vada in condizioni da 85° Celsius, ma non si sa mai ;)).
  • Resistente agli shock e agli urti.
  • Resistente all’acqua (e questo è molto importante, di nuovo, in condizioni estremamente fredde, in cui il peggior nemico della macchina fotografica è la condensa che si può formare all’interno).
  • Resiste fino a 20kg di pressione (fino a 3 volte più resistente di una regolare scheda sd)

Il problema legato a questa scheda è solo uno: che è leggermente lenta nella scrittura dei dati, infatti la velocità di scrittura media per questa memory card fotografica è di 250 mb/s, ovvero circa 50mb/s in meno rispetto alla SandDisk.

Va ancora più che bene per registrare video impegnativi in 4k, ma se devi registrare una raffica di 10 scatti in raw, ci vuole un po più di tempo prima che tutti i file vengano scritti in memoria. 

Ma se sei alla ricerca di una memory card con un alto tasso di affidabilità, allora la scheda SD della Manfrotto è sicuramente un ottimo prodotto: io le uso da più di un anno e per ora non mi hanno mai dato problemi!

Il prezzo varia a seconda della memory card e per la versione da 128gb il costo è di circa 89,99€.

Quindi come prezzo viene un po’ meno della Sandisk, ma ricordati che le perfomance sono inferiori dal punto di vista della velocità; se non hai esigenza di avere una scheda ultra resistente, allora vai con la Sandisk che garantisce performance al top!

 

Ma si può fare di meglio?

Se sei alla ricerca del top del top, allora ti presento il prodotto di alta gamma per le memory card fotografiche, parliamo delle Sony Tough:

Sony Tough SD Card

Le schede SD Sony sono resistenti esattamente come le Schede Sd della Manfrotto.

Resistono all’acqua, agli urti e tutto il resto, ma la caratteristica fondamentale è che sono ultra veloci, infatti hanno una velocità di scrittura di 299mb/s, praticamente è come avere una scheda Manfrotto con gli steroidi!

Ma Marco, se queste memory card Sony sono cosi fighe perché mi hai parlarto delle Manfrotto?

Per un semplice motivo, il prezzo. Infatti questa scheda SD Sony costa un occhio delle testa, parliamo di un prezzo di:

  1. 222,99 € per quella da 128gb
  2. 114,40€ per quella da 64gb
  3. 63,99 per quella da 32gb

Il costo è veramente alto, confronto alla Manfrotto costa 3 volte di più, ma se non vuoi scendere a nessun tipo di compromesso ti assicuro che la velocità extra ti ripagherà dei soldi investiti.

Praticamente con queste SD puoi scattare una serie di foto Raw e in pochissimi instanti saranno già salvate sulla memoria e la camera sarà pronta per un’altra raffica.

Ma come scelgo quindi la migliore Memory card per macchina fotografica?

Ormai dovresti averlo capito: dipende dalle tue necessità.

Un fotografo non professionista, che non ha bisogno di prestazioni particolarmente importanti o ha una macchina non professionale può più o meno comprare qualunque cosa trovi sul mercato. Quando però le necessitò cambiano, deve cambiare anche la Memory Card.

Io personalmente sceglierei le schede di fascia medio-bassa o le SD Sandisk solo se la tua fotocamera ha 2 slot per la scheda SD: in questo modo potrai salvare le foto in 2 memory card contemporaneamente e se, per qualche malaugurato motivo, una delle due dovesse saltare, avrai comunque il backup nell’altra.

Se invece come me se una persona che non vuole mai rischiare di essere abbandonato dalla fotocamera, nemmeno in condizioni atmosferiche estreme, o se pensi di maltrattare un po’ le tue schede SD scattando sotto la pioggia etc, allora ti consiglio di passare ad una della 2 schede Tough.

Se hai soldi da investire ti consiglio la Sony, altrimenti se ti accontenti di avere una scheda SD affidabile ma un po più lenta, allora vai pure con la Manfrotto.

 

Fammi sapere cosa pensi di questo articolo e quale hai scelto per i tuoi scatti!

Un abbraccio,

Marco

Written By
More from Marco

Lavoro da remoto e produttività: 4 tecniche per essere produttivi da casa o in viaggio

Dopo 5 anni di lavoro da casa e vita da nomade digitale,...
Read More

2 Comments

  • Non conoscevo le Sony Tough e ti ringrazio pe averle citate. Sicuramente le proverò.

    Temo però che tu abbia fatto un po’ di confusione con le velocità…

    Per le SanDisk: lettura 300MB/S e scrittura 260MB/S
    Per le Manfrotto: lettura 280MB/S e scrittura 250MB/S
    Per le Sony: lettura 277MB/S e scrittura 150MB/S

    Quindi in effetti quelle con le prestazioni peggiori sono proprio le Sony. Ora che sono in offerta le proverò comunque, ma non dovendo andare in posti “estremi” (almeno per ora) credo che alla fine resterò sulle SanDisk

    • Ciao Carlo,
      ho controllato è i miei dati mi sembra che tornano, anzi nel sito Sony trovi scritto questo: “The world’s fastest write speed at up to 299 MB/s 6 for burst and high-resolution imaging” forse avevi guardato qualche altro modello o un modello vecchio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.