Non iniziare a fotografare: viaggio in un’emozione

non iniziare a fotografare

Non iniziare a fotografare. 
Non scherzo, stai attento: se mai ti porgessero una macchina fotografica, mi raccomando rifiutala!

Non scattare quella prima foto con quell’aggeggio complicato e pesante…ti si attaccherà al braccio come se fosse una parte di te che mancava!

Ti chiederai come avevi potuto farne a meno, per tutto quel tempo. Come fanno le persone “sane” a uscire, viaggiare, vivere senza sentire il bisogno di immortalare le scene che incontrano? Diventerà semplicemente…

inconcepibile.

 

Se inizi a fotografare, diventerà qualcosa di cui non puoi fare a meno.

Pianta di lamponi con brina

Passerai metà del tuo tempo ad essere frustrato, perché vedi cose bellissime intorno a te quando non hai la macchina fotografica; e l’altra metà pure, perché le foto non vengono mai come vorresti, in quel piccolo schermo rettangolare.

Comincerai in maniera innocente, con un cellulare e qualche scatto fatto un po’ a caso, puntando la fotocamera. E che rabbia quando ti accorgerai che le cose non sono mai belle come le vede il tuo occhio, dentro allo schermo!

Proverai a zoomare, a usare filtri, a spostarti…ma niente, non cambia. 
Ed è allora che succederà la cosa più pericolosa di tutte, quella a cui dovresti fare più attenzione…
ti chiederai perché.cascata Tasmania

Inizierai a porti quelle fatidiche domande: come faccio a rendere nello schermo ciò che vedo con i miei occhi? Come posso rendere i colori vibranti, le ombre nitide, i paesaggi interessanti?

Attenzione se inizi a fare questi pensieri, fermati! Sono l’inizio della fine!
Presto inizierai a guardare video su YouTube, leggere articoli e libri, e a renderti conto che sì, c’è un modo.

C’è sempre un modo per rendere al meglio quella scena meravigliosa che sembra inafferrabile. E allora sarai fregato, perché a quel punto sì, vorrai immortalarla.

E quando ti renderai conto che il tuo smartphone fotocamera non è più sufficiente, che vuoi di più, che hai bisogno di qualcosa di più….be’, a quel punto sarà già troppo tardi!

 

 

Non iniziare a fotografare, perché comincerai a vedere il mondo diviso in terzi.

visione lente fotograficaOgni paesaggio apparirà nei tuoi occhi a forma di griglia, e posizionerai ogni albero, ogni roccia, all’intersezione di linee immaginarie che solo tu puoi scorgere. Saprai di essere definitivamente malato quando applicherai la regola dei terzi anche alla tavola, al frigo e all’armadio!

Se inizierai a fotografare, potrai dire addio a quelle belle dormite fino a tardi la domenica mattina…

Vorrai svegliarti all’alba per immortalare quella luce dorata che solo le prime luci del mattino regalano. Uscirai di notte come i gatti, nel freddo e nel buio, in attesa che il grande spettacolo che Madre Natura ci promette ogni giorno cominci.

Inizierai ad amare l’inverno, perché ti permetterà di dormire qualche ora di più che in estate.

Comincerai ad apprezzare le nuvole, che avvolgono il mondo in una grande soft box e smussano le ombre dure di mezzogiorno. Scoprirai una passione per le prime gelate, per la brina sulle foglie e sui fiori che crea merletti argentati, per la nebbia che regala un aspetto così drammatico anche al paesaggio più semplice.

Sostituirai gli aperitivi al tramonto con sessioni fotografiche da golden hour, le serate in discoteca con lunghe attese sdraiato per terra, con accanto la tua fotografica sul cavalletto, mentre immortala lo spettacolo invisibile del cielo stellato che si muove. 

Verrai abbandonato anche dagli amici, perché non ne possono più di aspettarti per ore, intirizziti davanti a una cascata che vuoi far venire un po’ più setosa, o a un tramonto che vorresti un po’ più saturo.

Ma a te non importerà, perché a quel punto sarai ormai finito sotto l’incantesimo della fotocamera:

affascinato a vita da quella magia indescrivibile che è la danza tra luce e tempo, il gioco di specchi che imprime la realtà dentro uno schermo.

cielo stellato foto

La fotografia si inizia…ma non si può smettere.

Non iniziare a fotografare: entreresti in un vortice di lenti, filtri, cavalletti, programmi di editing e attrezzi dai nomi strampalati, uno più costoso dell’altro! 

Ti renderai velocemente conto che il tuo kit fotografico è infinito, tanto quanto la tua sete conoscenza di nuove tecniche fotografiche. Serve sempre uno zoom maggiore, un’apertura migliore, una luminosità più spinta…

Entrerai in un gioco infinito di soddisfazione e insoddisfazione, instaurando una relazione stabile con il tuo venditore di fiducia, che riempirai di attenzioni nemmeno fosse un amante. Inizierà una ricerca costante dell’offerta migliore, dello store più economico, dell’ultimo prodotto uscito.lenti fotografia

Ti ritroverai senza nemmeno rendertene conto a entrare in una lotta agguerritissima, con faide degne delle migliori partite di calcio: sei team Nikon o Canon? O forse sei un patito delle mirrorless di Sony?
L’amore per la propria marca sarà secondo (forse) solo a quello della squadra del cuore!

Vorrai staccartene, vorrai tornare alla vita di prima, ma non sarà possibile.

Non potrai più farne a meno, perché i viaggi e le esperienze che fai non avrebbero più lo stesso sapore senza la tua fotocamera. Diventerà inseparabile da te soprattutto quando viaggi, e il tuo zaino diventerà sempre più grande e pesante.

Viaggiare e fotografare diventeranno la stessa cosa, l’uno non avrebbe senso senza l’altro: nulla potrà convincerti a lasciare a casa la fotocamera, né il peso né la paura dei furti, perché vedere una scena non ti basterà più.

Vorrai raccontare la tua storia, immortalandola in una foto.

Attraverso la tua lente passeranno paesaggi bellissimi e scene che ti spezzeranno il cuore; visi dolci di bambini e rughe pesanti di anziani; culture quasi sconosciute e fotografie già viste su Instagram, a cui tu cercherai di conferire una nuova visione.

 

Non smetterai di fotografare nemmeno dopo aver scattato

regali per appassionati di fotografia

Non iniziare a fotografare, o aprirai un vaso di Pandora fatto di emozioni che non conoscevi: la bramosia di immortalare in una foto la realtà così come la vedono i tuoi occhi, la soddisfazione di un lavoro ben riuscito, la frustrazione di quel qualcosa che continua a mancare…
Cercherai sempre una nuova sfida, un nuovo confronto, uno stimolo in più.

Non iniziare a fotografare, perché non è solo il momento dello scatto quello che assorbirà tutta la tua energia.

Passerai i minuti e le ore successivi a ripensare a quello che hai fotografato: sarà abbastanza nitido? Ci sarà del micro-mosso? Oddio, avrei potuto mettere il soggetto più a destra, l’orizzonte più in alto, l’esposizione più bassa…

Correrai a casa e passerai ore su Lightroom e Photoshop in cerca del risultato perfetto.Dopo
Partirai da un Preset, promettendoti che questa volta sarà una cosa veloce, e alzerai lo sguardo ore dopo perché verrai catturato dalla meraviglia del photo-editing.

Ti sentirai un dio a giocare con la luce, con i colori, con le ombre e con le curve, un creatore potente e benevolo che riesce a plasmare la realtà con la fantasia e la fantasia con la realtà.

 

Ma stai tranquillo: se inizierai a fotografare, se ci cascherai anche tu come abbiamo già fatto in tanti, puoi star certo di una cosa. 

Che non ti sentirai mai solo.

Se inizi, entrerai a far parte di una società segreta.

iniziare a fotografare tramonto

Questa “setta” di appassionati, di cultori del bello, di estimatori della luce, di uccelli notturni in cerca dell’alba.

Puoi star certo che ci sarà sempre qualcuno come te, davanti a quella cascata o a quel tramonto: infreddolito, intirizzito, con la fotocamera in mano e il sorriso sulle labbra.

Vi scambierete uno sguardo d’intesa, e allora saprai: non c’era errore più bello che potessi fare.

Entrerai in un mondo fatto di persone che parlano un linguaggio strano, fatto di F e di otturatori, di stop e di focali. Una famiglia di gente che non si conosce ma condivide non solo una passione, ma un credo.

Cercherai il confronto, la crescita, la sfida.
Ti iscriverai a concorsi fotografici e cercherai gruppi di tuoi simili, e quella sensazione costante di non essere mai abbastanza bravo sarà ciò che ti spingerà per tutta la vita a migliorare.

Troverai amici, concorrenti, mentori, alleati, avversari…e  sempre saprai di far parte di una famiglia internazionale, che non ha limiti né confini, perché c’è sempre un altro scatto da catturare.

 

Conosci già queste sensazioni? 
Allora BENVENUTO!

Facci sapere che ci sei nei commenti, condividi questo testo con altri fotografi e aiutaci a contagiare altri con questa meravigliosa esperienza.

Il mondo è grande, e tutto da immortalare 🙂

 

Un grande abbraccio,

Ilaria

Written By
More from Ilaria Cazziol

Assicurazione viaggio per Covid: è possibile essere coperti anche ora?

Durante questo strano 2020 abbiamo tutti scoperto molte cose che non ci...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.