Che cos’è il potenziale fotografico (e perché è fondamentale)

potenziale fotografico

Quando ci chiedono quale sia il segreto di foto veramente spettacolari, facciamo sempre fatica a rispondere: sono tanti elementi, che si combinano in un’unica fotografia che diventa memorabile. Ma un elemento essenziale, che pochi tengono in adeguata considerazione, è quello del potenziale fotografico di una scena.

Insieme alle regole di composizione fotografica, come la regola dei terzi, il potenziale fotografico è l’elemento fondamentale da cui partire per rendere le tue fotografie impressionanti e diverse da quelle di ogni altro fotografo.

Sfruttando il potenziale fotografico e sapendolo identificare potrai ottenere scatti di grande impatto visivo, ma soprattutto potrai farlo in modo continuo e consistente

Ma di cosa si tratta?

Potenziale fotografico e impatto visivo

Capita spesso, soprattutto a chi ha iniziato di recente ad approcciare il mondo della fotografia, di riguardare i risultati di un pomeriggio passato a premere il rullino e sentirsi insoddisfatti, senza però capire il perché. 

Le foto sono belle, magari sei anche riuscito ad applicare la regola dei terzi, il layering e tutti i trucchi che ti stai allenando a usare, e gli scatti hanno un buon equilibrio compositivo, eppure sembra che manchi qualcosa

Pubblichi la foto sul tuo profilo Instagram, oppure la condividi su Pinterest o Vsco, ma i like e i commenti che ottieni non sono tanti quanti quello scatto meriterebbe: e allora, perché il tuo contenuto, una foto di surfisti, non riesce a raggiungere lo stesso successo di quel fotografo con il feed pieno di foto simili?

foto surfisti senza potenziale

Forse, mentre scattavi quella fotografia, non hai tenuto conto del potenziale fotografico del soggetto che hai deciso di catturare. 

Ovvero, non hai pensato se gli elementi inquadrati con cui hai scelto di giocare ti permettono di ottenere il maggior impatto visivo

Uno stesso soggetto (come la spiaggia fotografata dal nostro competitor) può avere un diverso impatto nella mente di chi lo osserva a seconda della luce, dell’angolo di osservazione, delle simmetrie e soprattutto delle emozioni che trasmette.

Pensare al potenziale fotografico di un soggetto significa ragionare sulle condizioni in cui esso può esprimere al massimo la propria bellezza, drammaticità, emotività; significa immedesimarsi nell’occhio di chi osserverà il tuo scatto e immaginare quale inquadratura, luce, angolo di osservazione avranno l’effetto più forte su di lui. 

Come capire se un soggetto ha un buon potenziale fotografico

Quando parliamo di soggetto fotografico ci stiamo riferendo non solo ad una persona che diventa protagonista del nostro scatto, ma anche ad un paesaggio, ad un oggetto e, in generale, a tutto ciò che vuole catturare l’attenzione dell’osservatore. 

Ma allora, come capire se il nostro soggetto non solo attira lo sguardo su di sé, ma ha anche un buon potenziale fotografico?

Semplice: bisogna iniziare a ragionare. Per scegliere il miglior soggetto bisogna chiedersi: “Che impatto avrà agli occhi di chi guarda?”; “Quale storia racconta?”; “Cosa esprime?”.

Come abbiamo detto prima, però, lo stesso soggetto/luogo in due condizioni diverse può avere un maggiore o minore potenziale fotografico. Quando ragioniamo sul nostro soggetto, quindi, non solo dobbiamo chiederci che emozioni trasmette, ma anche quali sono le condizioni in cui tutta la sua forza espressiva può essere rivelata.

Bisogna allenare il nostro occhio fotografico, ma ancor prima la nostra capacità predittiva per scegliere le situazioni in cui portare la fotocamera, e identificare quelle in cui il potenziale fotografico è particolarmente alto.

Chiediti: quale situazione ha il maggior potenziale?

Facciamo un esempio con la montagna: quale situazione pensi che possa avere maggiore potenziale fotografico, quindi più possibilità di fornire situazioni e condizioni uniche, particolari e adatte a essere fotografate?

  • Una gita in montagna con partenza alle 11 del mattino, pic-nic e rientro verso le 14, oppure…
  • Un’uscita all’alba, in una giornata serena ma con forte vento?

Ecco la risposta in questa foto scattata da Marco:

potenziale fotografico montagna

Se segui su Instagram Viaggiosoloandata avrai notato che raramente pubblichiamo foto scattate a mezzogiorno, e anche se Marco e Ilaria sono spesso in montagna, non vedrai mai scatti sotto il sole di mezzogiorno!

Ok, ora dovresti aver capito cosa intendiamo con potenziale fotografico…ma come identificarlo e sfruttarlo nei tuoi scatti?

Copia il potenziale fotografico dei tuoi scatti preferiti

Se sei un fotografo in erba, forse starai pensando che ci sono troppi elementi da tenere a mente: un buon consiglio che possiamo darti è, per iniziare, quello di andare negli stessi posti in cui qualcuno più esperto ha scattato delle foto di grande impatto visivo. 

Non preoccuparti, non serve comprare un biglietto aereo per andare in India, o scalare una montagna durante una tormenta (che comunque è totalmente sconsigliabile, se non si è correttamente preparati!).

Inizia ad andare nei posti a te più vicini, ad esempio in una città dove hai notato che sono state scattate delle belle fotografie di architettura, nel paese dove vive tua nonna in cui un bravo fotografo ha scattato i lavori manuali della gente, o su una spiaggia al tramonto

Insomma, cerca delle location fotografiche consolidate e ben note, di cui trovi tante foto che ti emozionano.

location fotografica nota

Cerca di metterti in condizioni simili a quelle in cui chi ha pubblicato la foto si trovava: vai nella stessa strada, scegli lo stesso angolo di inquadratura, aspetta che la luce sia (più o meno) uguale, e poi scatta! Provare a ripercorrere gli step di chi è più esperto, e seguire il suo esempio, è sempre un buon modo per iniziare. 

Un’altra cosa che puoi fare è quella di confrontare i tuoi scatti con quelli che ti hanno ispirato: cosa funziona e cosa no? Perché? E poi, che cos’ha la tua foto di diverso rispetto a quella che hai preso a modello?

Capire queste differenze ti aiuterà a notare le tue debolezze, ma magari anche ad individuare dei punti di forza che ci sono nel tuo scatto, ma non in quello dell’altro. 

Torna di nuovo nello stesso posto (lavora per ora sullo stesso soggetto), e questa volta non pensare ad alcun esempio: ragiona sulle condizioni in cui ti trovi e pensa a come esaltare il tuo soggetto, e scatta!

Ripetere questo esercizio di base ti permetterà di capire cosa funziona e cosa no, e di sedimentare le tue tecniche per trovare il tuo stile, unico e distinto. A quel punto, trovare nuovi soggetti e capire da soli se hanno un buon potenziale fotografico sarà molto più facile.

Come sfruttare il potenziale fotografico in 2 passaggi:

1. Gioca d’anticipo: conosci il tuo soggetto fotografico

Una volta scelto il soggetto ed esserti assicurato che abbia un buon potenziale fotografico, pensa a come sfruttarlo per rendere i tuoi scatti notevoli.

Anzitutto, prova ad immaginare che cosa succederà farai scattare l’otturatore: ad esempio, se dovrai fotografare un ballerino, prova a pensare a quali saranno i momenti di maggior dinamismo. 

fotografare ballerino

Oppure, se hai la fortuna di poter partecipare al festival Holi in India, probabilmente vedrai molte persone con le facce piene di colori. Cercare di anticipare cosa succederà può aiutarti a prendere delle decisioni su dove posizionarti per inquadrare il tuo soggetto.

Per riprendere l’esempio della spiaggia e sei surfisti, invece, forse l’idea è buona ma è il momento della giornata ad essere sbagliato: con qualche ricerca su app per fotografare come SunLocator potresti scoprire che il sole tramonta proprio sul mare, in quel punto, e immaginarti che possa esserci un maggiore potenziale fotografico nelle ore del tardo pomeriggio……

 

2. Usa le regole della composizione fotografica

Le scelte che concorrono alla composizione fotografica ti permetteranno di avere delle linee guida da seguire per assicurarti che tutto quello che è incorniciato dal tuo obiettivo abbia un potere espressivo, un senso nella foto (per evitare che sia di distrazione) e che contribuisca a rafforzare il tuo scatto.

Se ancora non lo hai fatto, ti consigliamo di leggere il nostro corso di fotografia online gratis, dove sono spiegate, in dettaglio, tutte le regole con cui si compone una fotografia.

Qui diamo esempio solo di alcune di esse, per farti capire come ti permettono di usare il potenziale fotografico in maniera strategica e organizzata.

  • La regola dei terzi in fotografia è la più semplice, eppure fondamentale: ti permette di “disegnare” una griglia che suddivide lo scatto in nove parti e che mette in evidenza i cosiddetti punti di forza su cui orientare l’attenzione dello spettatore. 

Se, per esempio, vuoi fotografare la spiaggia del nostro esempio di prima, applicare la regola dei terzi ti aiuterà a mettere in risalto un bellissimo tramonto per due terzi dell’immagine, ma a dare spazio, con un buon equilibrio compositivo, anche ai surfisti. 

  • Tenendo lo stesso esempio, l’onda in arrivo diventerà la leading line che guida lo sguardo verso un paesaggio vasto, dando profondità alla foto. 
  • Infine, i colori di questo tramonto avranno un effetto emotivo, contribuendo anche all’equilibrio compositivo. 

tramonto rosato potenziale fotografico

Come vedi, le regole della composizione fotografica possono essere combinate tra loro per esaltare la potenzialità del tuo scatto e non lasciarla inespressa. 

Combinare scelte volte a veicolare il maggior impatto visivo possibile, come l’ora migliore per scattare la foto e l’angolo giusto, con le tecniche e le regole della composizione, ti permetterà di trovare e fotografare continuamente immagini straordinarie.
Parola nostra!

Conclusioni: cerca il maggior potenziale fotografico

Insomma, parlare di potenziale fotografico significa ragionare prima di scattare per capire come rendere la nostra foto distinguibile da quella di tutte le altre. 

Abbiamo visto come, partendo da un soggetto con buone potenzialità, e sfruttando le regole della composizione fotografica, possiamo tirare fuori il meglio dal nostro pomeriggio passato a fotografare. Scoprire che cos’è il potenziale fotografico è il primo passo per pensare come un fotografo.

Se vuoi saperne di più, guarda il nostro video sul potenziale fotografico, in cui troverai degli ottimi spunti che potrai approfondire con il nostro videocorso Da Zero A Fotografo.

 

Un abbraccio,

Isa

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Corso di fotografia online: scopri gratis le basi da Zero a Fotografo

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Da dovunque tu parta, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Sei pronto?

SCOPRILO ORA!

Last Updated on Marzo 21, 2022 by Ilaria Cazziol

Written By
More from Isabella Monga
80/20: il principio di Pareto cambierà la tua fotografia (e la tua vita)
A volte sembra che per migliorare come fotografo e distinguerti da tutti...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.