Salvare le foto in viaggio: trucchi e consigli per non perdere mai le tue foto

Salvare le foto in viaggio può essere un vero dramma per ogni fotografo; non importa che tu sia un professionista o un amatore, sicuramente avrai il terrore di perdere le foto che hai scatto a cui tieni tanto, specialmente se il viaggio è lungo.

Te lo immagini scattare per 40 giorni, ad esempio, e poi tornare a casa a mani vuote? Un dramma epocale!

Come puoi immaginare, è un problema con cui noi ci scontriamo spesso. Scattando sia foto che video poi, il problema si fa più pressante, perché riempire la memory card e trovarsi a non poter più scattare proprio sul più bello è più una certezza che un rischio. 

Per evitare tutto questo è importante salvare le tue foto in viaggio con degli accorgimenti (validi ovviamente anche quando sei casa).

Grazie ai nostri consigli riuscirai a ridurre al minimo la probabilità di perdere le tue foto in viaggio, assicurandoti di portare a casa tutti gli scatti che ti sei prefissato. 

Ma come fare? Questa è la domanda classica che si fanno tutti.

Te lo spiego con un esempio pratico. Ecco come faccio io ad assicurarmi di non perdere le mie foto:

Punto 1: Backup immediato in 2 hard disk diversi

Allora la prima linea di difesa per salvaguardare le tue foto quando viaggi è quella di effettuare immediatamente un backup delle tue foto in un hard disk esterno, anzi possibilmente 2.

Ma perché dovresti farlo addirittura su HD diversi? Te lo spiego subito, ecco come funziona.

Ti compri 2 hard disk su Amazon da poco, noi consigliamo il Toshiba che non è male e con 60 euro ti porti a casa una hard disk da 2TB. Se vuoi spendere meno puoi prendere il modello da meno Thera.

Ora è importante fare il backup su 2 hard disk perché nella remota ipotesi che un hard disk si possa danneggiare o dovesse essere smarrito, almeno avrai l’altro come backup oltre alla scheda SD che avrai utilizzato per scattare le foto (e che se non si riempie ti consiglio di non svuotare). 

 

Inoltre, se viaggi con altri compagni di viaggio, suggerisco di dare uno dei due hard disk all’altra persona che viaggia con te.

In questo modo nel caso malaugurato dovessero rubarti l’attrezzatura o dovessi smarrirla, almeno le foto che hai scattato saranno nell’hard disk che hai affidato all’altra persona.

Non si è mai troppo previdenti, e lo impari sulla tua pelle quando cominci a scattare per lavoro…ritrovarti senza foto da consegnare dopo un progetto commissionato da qualcuno dev’essere la cosa peggiore del mondo!

Ecco, ma il problema è: come salvare le foto in viaggio se non si ha un computer a portata?

Metterle all’interno dell’hard disk implica il fatto che devi avere un pc a cui collegarlo, sul quale scaricarci le foto che hai scattato. Quindi la grande domanda:

Come fare per fare il backup delle tue foto quando sei in viaggio senza un pc?

La risposta è semplice, anche se un po’ costosa: puoi avvalerti di hard disk autoalimentati che ti permettono di scaricare al loro interno tutto il contenuto della SD, senza bisogno di collegarli al pc.

Per esempio c’è il My Passport Wireless SSD, che è molto valido nonostante il prezzo sia abbastanza alto; c’è da dire inoltre che, oltre ad avere la funzionalità che ti permette di inserire la scheda di memoria e fare in automatico il backup senza dover utilizzare un pc, questo hard disk è un SSD quindi molto veloce.

Sei un fan dei video? Abbiamo anche realizzato un video dove ti mostriamo come salvare le tue foto in viaggio:

Salvare foto in viaggio utilizzando il cloud Google

Certo è che gli HD, anche quelli auto-alimentati, si possono rompere, smarrire, rubare e quant’altro, specialmente quando si viaggia.

Allora c’è un ultimo step che dovrebbe permetterti di minimizzare il rischio di perdere/smarrire le tue foto quando sei in viaggio, ovvero caricarle in un Cloud; in particolare qui ti parliamo di Google Photo.

Cosa è Google photo?

Dal sito si legge: “Esegui gratuitamente il backup illimitato di foto e video, fino a 16 MP e 1080p HD. Accedi da qualsiasi telefono, tablet o computer all’indirizzo photos.google.com: le tue foto saranno al sicuro e sempre con te.

Sì, hai capito bene, hai il backup illimitato di tutto le tue foto fino a 16MP!

E cosa succedete se le mie foto superano i 16MP? Semplicemente che Google in automatico te le comprime a quella dimensione a costo zero.

A meno che tu non sia un fotografo professionista che ha bisogno di stampare le proprie foto a risoluzioni molto, molto alte (e in tal caso ti spiego dopo comunque come fare), 16MP è già un’ottima qualità che permette anche di fare le classiche stampe per piacere personale che consigliamo sempre dopo un viaggio.

Vedi quindi come è utile Google Photo per evitare che io perda le mie foto in viaggio?

Io appena ho sotto mano un buon WI-FI post produco tutte le mie foto e le carico tutte su Google Photo; in questo modo, anche se dovesse esplodere un bomba atomica, le mie foto saranno su cloud e al sicuro.

Questo lo puoi fare tranquillamente anche dal cellulare nel caso tu scatti le tue foto con il cellulare mentre sei in viaggio! Oppure da un qualsiasi computer fisso in un negozio specializzato.

I ricordi dei tuoi viaggi saranno salvi…be’, certo, però non gli originali.

 

Cosa fare sei vuoi salvare tutte le foto in RAW o alta qualità?

In questo caso, Google Photo ti permette di pagare per lo spazio di archiviazione, quindi puoi caricare tranquillamente anche foto sopra i 16MP oppure direttamente i file RAW.

In questo caso i prezzi della piattaforma sono i seguenti:

Come vedi i prezzo non sono alti, e sopratutto ti puoi avvalere del servizio pagando solo per un mese e poi annullando l’abbonamento.

Per caricare le foto su Google Photo, la procedura è molto semplice: ti basta prendere le foto e trascinarle sulla finestra di Google se usi un pc; altrimenti, da mobile potrai effettuare in automatico il backup delle foto che scatti su Google Photo oppure decidere tu manualmente quali foto caricare attraverso l’apposita app.

Backup delle foto: conclusioni

Come hai visto i passaggi per salvare le tue foto in viaggio sono molto semplici e richiedono giusto un po’ di attenzione, ricapitolando devi fare:

  1. Backup delle tue foto su 2 Hard Disk esterni.
  2. Lasciare le foto sull’SD fino al giorno del tuo rientro a casa (ove possibile).
  3. Caricare le foto post prodotte o gli originali su Google Photo in modo da avere un backup sul cloud.

Ah, se questo articolo ti è stato utile, faccelo sapere nei commenti e non dimenticarti di condividerlo con i tuoi amici sui social!

Un abbraccio,

Marco


Tags from the story
Written By
More from Marco

Stampare le foto di viaggio: ecco perché non farlo è un grave errore

Ogni viaggio è un’emozione, e ogni scatto è un modo per rivivere...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.