Viaggiare in coppia per il mondo

Per la prima volta abbiamo una coppia di viaggiatori come noi nel podcast! In rappresentanza anche di Elisa, abbiamo Michelangelo, di 2Backpack!

Ah, prima di andare avanti, se hai un dispositvo apple, ascolta direttamente il podcasta sul tuo dispositivo e non perderti le altre puntate. Trovi sia questa puntata che le altre su questa pagina.

Chi eravate prima di partire? Qual era la vostra vita? Perché avete mollato tutto per viaggiare?

Io ero responsabile commerciale di un’azienda di prodotti da forno. Ottima realtà, ottima crescita, ma lavoravo decisamente troppo. Elisa invece era infermiera, e anche lei era molto soddisfatta ma non aveva abbastanza tempo per vivere! Amiamo la nostra vita, la amavamo anche prima di partire, ma ci mancava qualcosa.

E come ve ne siete resi conto?

Quando “sei arrivato”, nel senso che hai raggiunto quegli obiettivi base che tutti vorrebbero avere, e scopri che non ti senti realizzato affatto, scatta un campanello d’allarme. Poi ci siamo resi conto che stavamo veramente bene solo quando eravamo in viaggio!

Viaggiavate per lunghi periodi o solo durante le ferie?

Viaggiavamo tanto, ma prima di iniziare i nostri lavori più “fissi” (stiamo insieme da 14 anni) abbiamo viaggiato tanto e anche per lungo tempo.

A che età avete deciso di partire?

Io ne avevo 32 e Elisa 28, ma la cosa era programmata da tempo, non dico da anni quasi.

E quanto ci avete messo per organizzare il tutto?

Almeno 6-7 mesi, tra lavoro, organizzazione, etc. Soprattutto per garantirci la possibilità di lavorare da remoto!

Avete avuto dubbi?

No, non abbiamo mai pensato di star sbagliando. Lasciavamo solo il lavoro, perché non si “lasciano” amici e parenti, rimangono lì. Non abbiamo mai avuto problemi a trovare lavoro, forse c’è un po’ di spocchia dietro queste parole ma pensiamo con la preparazione e la caparbietà si faccia tutto. I parenti ci hanno comunque appoggiato, quello che abbiamo fatto è un cambio di paradigma, anche se dovessimo tornare lo faremo con un’altra percezione. Questa vita la vuoi fare da dove vuoi, anche da casa tua, è il cambio di mentalità che conta.

Voi siete particolari: non avete “mollato” il lavoro ma fatto un cambiamento. Come avete fatto?

Non volevamo partire senza una solidità economica, quindi fin dall’inizio avevamo pensato che dovevamo guadagnare in viaggio, per viaggiare in coppia a lungo. Abbiamo capito pian pianino come avremmo potuto fare, in modo graduale e ragionato. E ora che viviamo così ci rendiamo conto che è l’unico modo sensato per vivere.

Be’ sicuramente facevate lavori non facilmente “remotizzabili”. Come avete fatto?

Io mi sono sempre occupato di comunicazione e marketing digitale, l’ho fatto come lavoro per tanto tempo addirittura con una mia azienda, quindi avevo già competenze nel campo. Ho anche sempre continuato a collaborare con un’azienda in quest’ambito. La parte commerciale la faccio ancora: invece di vendere prodotti da forno, vendo un altro tipo di prodotti! Elisa si è dovuta reinventare di più, nei mesi e negli anni abbiamo iniziato a lavorare insieme e lei si occupa più del lato contenutistico. Siamo riusciti a reinventare i nostri lavori online!

Dove siete stati nei vostri viaggi?

Abbiamo un grande amore per l’Asia. Volevamo goderci il viaggio, muoverci in modo lento, per cui siamo partiti in autobus da Bologna e ci siamo mossi verso la Croazia, i Balcani, per poi spostarci verso l’Asia, dove siamo restati a lungo soprattutto in India. Siamo in viaggio da aprile 2017, siamo tornati alcune volte per brevi periodi, festività o altro. Siamo innamorati di hong kong e vorremmo trasferirci lì per un po’. Il nostro modo di viaggiare è questo: non “viaggiare”, ma “vivere in un altro posto per un po’”.

E il viaggio in coppia? Come fate a superare le tensioni?

Siamo piuttosto bravi, ma in realtà dobbiamo ancora migliorare. Non ci ritagliamo abbastanza i nostri spazi forse, in certi contesti come l’India non era nemmeno consigliabile che Elisa facesse molte cose da sola, ma in viaggio in realtà bisogna farlo il più possibile, anche separatamente. È il modo migliore per vivere il viaggio in coppia a lungo termine, magari andare a trovare amici e parenti separatamente.

L’intervista continua nel podcast: abbiamo parlato ancora di lavoro da remoto, della crisi economica, di quanto sia importante la felicità e di tanto, tantissimo altro.

Ascolta l’intervista completa e scopri tantissime altre informazioni interessantissime.

 

Aspetta, vorresti viaggiare a tempo indeterminato come i Michelangelo e Elisa? Allora abbiamo qualcosa per te:

Una guida a come iniziare a viaggiare a lungo termine. Una guida in cui abbiamo raccolto tutto ciò che abbiamo imparato nel nostro viaggio solo andata, le risposte a tutti i dubbi che avevamo prima e dopo, la storia di come riuscire a realizzare il sogno di diventare nomadi digitali e di rendere sostenibile questo stile di vita. Insomma, LA GUIDA DEFINITIVA AL VIAGGIO A LUNGO TERMINE 🙂

guida al viaggio a lungo termine

Tags from the story
Written By
More from Marco

Le migliori tende da viaggio: guida all’acquisto

Viaggiare in tenda offre numerosi vantaggi; li abbiamo già discussi dettagliatamente in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.