Italia – Australia via terra: 8 mesi in viaggio

Italia - Australia via terra - 8 mesi in viaggio

Ecco la seconda puntata del nostro podcast dove raccontiamo le storie e le emozioni di chi parte a lungo termine.

Oggi parliamo con Ania e Gloria di Dreamers in viaggio che ci raccontano il loro viaggio di circa 8 mesi che le ha portare a fare Italia-Australia via terra. 

 

Italia – Australia via terra

Perché avete deciso di viaggiare in 2?

Ania voleva provare a cambiare mestiere come grafica e fotografa ed era un’opportunità lavorativa, Gloria voleva fare il viaggio della vita. Al compimento dei 30 anni di Ania, ha proposto di fare questo viaggio folle insieme a Gloria anche per affrontare meglio le difficoltà e farsi forza.

 

Che viaggio avete scelto di fare e perché?

Volevamo arrivare in Australia senza aerei!

Ania aveva un ottimo lavoro in un’agenzia di comunicazione a tempo indeterminato ma non la appassionava quanto la fotografia, voleva cambiare.

 

Famiglia e amici erano d’accordo?

La famiglia di Ania era abituata ai lunghi viaggi della figlia, mentre Gloria ha avuto più resistenze e paure da affrontare.

 

Quanto ci avete messo a organizzare?

Da quando abbiamo deciso è passato un anno, passato a risparmiare, informarsi, studiare, etc.

 

Che budget avevate?

Circa 15€ al giorno, e in quasi 8 mesi alla fine abbiamo speso meno di così, incluso tutte le spese affrontate in viaggio! Con molto spirito di adattamento è facile!

 

Come avete risparmiato?

Per un anno intero niente shopping! E più attenzione in generale, facendo lavoretti in più c’era anche poco tempo per spendere i soldi!

 

Quanto ha aiutato essere in 2?

Tanto. Viaggiare da soli è bellissimo ma essere in due ti dà una grande forza, anche se non è sempre facile. Essendo due donne soprattutto.

 

Come è stato l’inizio del viaggio?

Si realizza che si parte solo quando si sale sul primo treno: lì arriva un po’ di ansia! Ci è voluto quasi un mese per entrare nello spirito del viaggio, almeno per Gloria. Ania è stata un po’ più veloce, il magone iniziale è passato subito! Eravamo convinte al 100% comunque, soprattutto Ania con le sue scelte lavorative.

 

Cosa vi ha emozionato di più?

La Transmongolica ci ha davvero affascinato, specialmente la tratta in Mongolia. Da casa era difficile immaginarsela, quindi l’impatto è stato davvero forte. Era novembre quindi era molto freddo, le temperature hanno toccato i -12 addirittura…E l’inverno vero doveva ancora venire! Ci svegliavamo la notte tremanti quando si spegneva la stufa alimentata a letame, e quindi si iniziava a vagare in cerca di qualcosa per riaccenderla!

Poi il Vietnam, che dopo la Cina che era stata molto difficile era un sogno. È pazzesca la differenza in pochi chilometri, superi un ponte e le persone sono completamente diverse, ti fanno sentire davvero a casa.

Ascolta la puntata:

Avete avuto problemi con confini e visti?

Avevamo paura che sarebbe successo e invece mai un problema! Russia Mongolia e Cina vanno fatti prima, gli altri sempre di volta in volta.

 

Essendo due donne, vi siete mai sentite in pericolo?

Rispondiamo sempre scatenando stupore che no, mai. Siamo state fortunate e ottimiste, a volte ci siamo sentite a disagio, certo, ma mai in pericolo.

 

Risorse utili per spendere poco?

Noi guardavamo su Booking.com il posto più economico, arrivavamo senza prenotazione e contrattavamo sapendo qual era il prezzo vero e scendendo sotto, chiedendo che ci togliessero le fee di prenotazione.

Poi Couchsurfing, anche se in Asia non è facilissimo, anche perché spostandosi velocemente non è facile organizzarsi.

 

Quanto velocemente avete viaggiato?

Ci fermavamo anche più di un mese nello stesso paese, ma comunque spostandoci di città in città e non sentendo quindi mai di aver visto tutto quello che volevamo!

 

Avete lavorato?

Sì, con Workaway abbiamo lavorato in Australia, non avevamo il visto lavorativo perché non stavamo più di 3 mesi. Abbiamo conosciuto persone bellissime e fatto esperienze autentiche!

 

Come è cambiata la vita dopo il viaggio?

Siamo tornate da poco e ci stiamo riadattando. Abbiamo diverse idee e vogliamo ripartire, ma dobbiamo capire come e dove.

 

Qual è stato il Paese più economico?

Decisamente il Vietnam, ma ci hanno detto che il Laos lo è ancora di più.

 

Tutto via terra allora?

No, purtroppo non ci siamo riuscite. Da Timor Est, a 800km dall’Australia, non siamo riuscite a trovare una nave. Era la stagione sbagliata, non esistono imbarcazioni turistiche, bisogna trovare quelle private. Dopo due settimane di ricerca ci siamo arrese e abbiamo preso un aereo…per un’ora! Un vero peccato! Ma la consideriamo comunque missione compiuta, eravamo a un passo 🙂

 

Perché via terra?

Per soddisfazione personale, per visitare posti che non avremmo visto, per toccare davvero con mano quanto è grande il mondo.

 

Esperienze negative?

L’ultimo tratto, in Indonesia, nei mezzi locali ci siamo trovate spesso in condizioni molto scomode. L’ultima nave è stata una delle esperienze più forti, nonostante i nostri standard fossero piuttosto bassi! Comunque lo staff carinissimo ha avuto pietà di noi e ci ha invitate a stare con loro, regalandoci un’esperienza bellissima in quelle 26 ore di nave!

 

Malattie?

Siamo state fortunate, giusto un virus intestinale in Tailandia prontamente curato, e la notte in ospedale è stata quella di maggior lusso di sempre perché era una clinica privata!

 

 

Ti interessa sapere altre informazioni su Ania e Gloria, su come arrivare in Australia via terra (o quasi) e su come ci si prepara per un’esperienza del genere? 

Ascolta tutto il podcast per scoprire tante altre informazioni sul viaggio straordinario di Ania e Gloria!

Ascolta la puntata:

 

I consigli di Ania e Gloria:

Libri consigliati:

Un indovino mi disse (Tiziano Terzani)

Risorse suggerite:
Workaway
CouchSourfing

Dove trovate Anie e Gloria:

FacebookYoutube e sito web

 

Aspetta, saresti interessato a fare come le Dreamers in Viaggio e partire per un viaggio solo andata? Allora abbiamo qualcosa per te:

Una guida a come iniziare a viaggiare a lungo termine. Una guida in cui abbiamo raccolto tutto ciò che abbiamo imparato nel nostro viaggio solo andata, le risposte a tutti i dubbi che avevamo prima e dopo, la storia di come riuscire a realizzare il sogno di diventare nomadi digitali e di rendere sostenibile questo stile di vita. Insomma, LA GUIDA DEFINITIVA AL VIAGGIO A LUNGO TERMINE 🙂

guida al viaggio a lungo termine

Tags from the story
Written By
More from Marco

Un viaggio di sola andata comincia con una decisione

Avete mai pensato di partire per “un viaggio di sola andata”? Ecco...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.