Non iniziare a viaggiare

non iniziare a viaggiare

Non iniziare a viaggiare. Davvero, non farlo mai, nemmeno se ti obbligassero, nemmeno sotto tortura. Perché se vuoi una vita normale, una vita fatta di scadenze, di impegni, di regole, iniziare a viaggiare ti renderà impossibile viverla.

Se inizi a viaggiare, ti ammalerai. All’inizio non te ne renderai conto, non ti sentirai diverso, crederai che sia tutto come prima. Tornerai a casa, e ricomincerai a fare le cose che ti rendevamo felice. Ma ti renderai rapidamente conto che c’è qualcosa che non va, che qualcosa è cambiato. Il cibo non ha più lo stesso sapore, il tuo letto non è più comodo come prima, il tuo armadio pieno di vestiti non ti sembra più interessante.

Ti sentirai diverso, strano. Andrai alla ricerca di una cura, ti immergerai ancora di più nella routine, cercando di fare finta di niente, di fingere che nulla sia cambiato. Ma è solo questione di tempo ormai: sei stato contagiato dalla malattia più potente di tutte, e non esiste cura. L’unica soluzione sarà preparare la prossima valigia.

iniziare a viaggiare

Non cominciare a viaggiare, o ti ritroverai senza amici.

Molte delle persone che ti conoscono non riusciranno a capirti, ti troveranno strano, saranno sempre più distanti. Ti ritroverai con una cerchia sempre più stretta di amici veri, perché non sarai più in grado di dividere il tuo tempo e le tue passioni con chi non ti capisce e non ti apprezza davvero.

Allo stesso tempo, la cosa peggiore è che sarai pieno di amici che non potrai vedere. La rubrica del tuo cellulare esploderà con mille prefissi, la tua timeline di Facebook con mille nomi stranieri. Il tuo cuore si spezzerà in tanti, tantissimi pezzettini, e lo distribuirai in giro per i quattro continenti, nelle mani di persone con cui condividi un’ora, un giorno, un mese, e che ti entrano dentro come fossero tuoi fratelli.

La parola che pronuncerai più spesso è “ci vediamo presto”, ma entrambi saprete che dietro quel sorriso si nasconde una lacrima, perché il cuore in viaggio si apre per lasciare entrare il mondo, e poi sanguina perché non riesce più a chiudersi.

amici in viaggio

Non iniziare a viaggiare se vuoi una relazione tradizionale!

Il viaggio è la più dura scuola di vita, e mette alla prova le relazioni come nient’altro sa fare. Se inizi a viaggiare e hai una relazione, dovrai imparare l’arte del compromesso su tutto, e comprendere che nulla è d’obbligo. Dovrai rendere la tua storia d’amore un elastico, che si tende, si allunga, ma non si spezza.

Ti troverai a piangere, a ridere, a urlare e a imprecare nello stesso momento, con la stessa persona. Ti renderai conto che dividere ogni ora del tuo tempo con chi ami può essere la più grande prova d’amore che esista, anche più che stare lontani per mesi.

Avrai paura, perché il viaggio ti apre gli occhi, e a volte ciò che vedrai non farà piacere. E imparerai forzatamente che per poter amare qualcun altro, devi prima conoscere e amare te stesso più di tutto.

relazione in viaggio

Se inizierai a viaggiare, non potrai più lavorare.

Ogni ora in ufficio ti sembrerà un sacrificio, ogni minuto dietro una scrivania sembrerà un’eternità in prigione. Google Maps diventerà il tuo migliore amico, e i comparatori di voli il tuo Zalando. Inizierai a guardare estasiato le cartine, sognando percorsi fantastici attraverso le terre emerse, aggiungendo continuamente nuovi nomi ad una lista che non può finire.

Scoprirai che esistono persone che riescono a vivere, lavorare, viaggiare con la libertà degli uccelli in volo, e non potrai più fare altro che pensare a come diventare uno di loro. Se sei fortunato riuscirai a fare finta di niente, altrimenti, nel peggiore dei casi, finirai per licenziarti e inseguire i tuoi sogni più folli.

Scoprirai la felicità della libertà e l’adrenalina della scoperta, e sarai terrorizzato di perderla. E nulla sarà più come prima.

lavorare in viaggio

Se inizierai a viaggiare, non saprai più dare valore ai soldi.

Ti renderai conto che con quello che spendevi per una cena puoi vivere una settimana, e non riuscirai più a gustare quel piatto di pesce al ristorante come prima. Guarderai il tuo armadio pieno di vestiti, e ti renderai conto che solo una manciata di essi entreranno nel tuo zaino. Ogni acquisto, ogni velleità, passerà per il filtro della sua capienza. E non molti oggetti supereranno la sua severa decisione.

Vedrai persone che vivono per strada ridere di gusto, uomini e donne che non hanno niente essere più ricchi di te. Scoprirai la comodità di un materasso appoggiato per terra, il rumore del mare invece della televisione, che ci si può lavare scaldando l’acqua in un pentolino, che si può mangiare con le mani, che non serve un bagno per fare la pipì e che in effetti la turca è anche più comoda del wc per il resto.

Ogni tua certezza sarà annientata.

felicità in viaggio

Non iniziare a viaggiare, o ti riempirai la testa di strane idee.

D’improvviso quello che dice la televisione non avrà più senso, e i giornali diventeranno carta straccia. Sentirai nelle orecchie il suono di quei Paesi che additano come pericolosi, e ricorderai la risata dei suoi abitanti. Inizierai a credere che il mondo è un bel posto, e che in fondo la gente è buona.

E ti riempirai la testa di queste sciocchezze, anche quando qualcosa di brutto accadrà e ti dimostrerà il contrario, Perché ti sentirai padrone del tuo destino e più forte del caso. Scoprirai che sei in grado di affrontare situazioni che un tempo ti avrebbero terrorizzato, che quando il peggio arriva in qualche modo trova anche il modo di passare.

Non ti farai più intimorire da una voce dentro uno schermo, e vorrai andare a vedere di persona cosa succede nel mondo, a valutare con i tuoi occhi se è davvero pericoloso come dicono.

viaggiare pericoloso

Non cominciare a viaggiare, o non potrai più smettere di farlo.

Ti ritroverai in un circolo vizioso infinito, ogni Paese di cui sentirai parlare diventerà una meta che sogni di visitare, e ogni Paese che visiti una meta in cui sogni di ritornare per visitarlo meglio.

Ti renderai conto che più viaggi, meno ti senti soddisfatto dei viaggi che hai fatto. C’è sempre un’esperienza in più, un luogo più lontano, un pezzo che manca. Vivrai una vita insoddisfatta, sempre alla ricerca di qualcosa, e ogni volta che lo troverai ne vorrai di più, ogni volta la felicità esploderà nel tuo cuore e, come una potentissima droga, ti spingerà a volerne sempre di più.

Diventerai un eroinomane di aerei. Spenderai tutti i tuoi soldi in viaggi, e da una baracca in mezzo alla giungla, dormendo sul pavimento e bevendo acqua piovana, ti sentirai il più ricco dei re.

 

Non iniziare a viaggiare, davvero, non farlo mai. Faresti l’errore più bello della tua vita.

 

Lo hai già fatto? Allora per fortuna per te è troppo tardi! Condividi questo post con altri malati cronici come te <3

Un abbraccio,

Ilaria e Marco

More from Ilaria Cazziol

Comprare i biglietti per la Transiberiana in autonomia

Ebbene sì: comprare i biglietti per la Transiberiana online prima di partire,...
Read More

4 Comments

  • Sono una ragazza di 27 anni, incappata in questo blog per caso.
    Che dire? Ho i brividi, mi sono rivista in ogni parola.
    E di conseguenza sto soffrendo perchè non mi voglio sentire più introppolata in questa routine.
    Vorrei solo viaggiare come lavoro, non so da dove cominciare…
    Sono in cerca di aspirazione… Più viaggio e più viaggerei… Vi lascio il mio instagram travelling__soul
    Un abbraccio, Elisa. Travelling Soul

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *