Il viaggio a piedi dall’Italia a Singapore – Ricordati il Giacchetto

a piedi dall'Italia

Oggi intervistiamo una coppia di viaggiatori: Nicole e Pietro di Ricordati Il Giacchetto.

Lei 21, lui 24 anni, sentivano nella loro natia Massa Carrara un vincolo che gli stava stretto.

Entrambi sognavano di viaggiare a piedi da tanto tempo, ma non avevano avuto il coraggio di farlo. Appena si sono conosciuti, però, hanno capito che insieme potevano farcela.

“In realtà non è successo subito: all’inizio erano solo viaggetti nel weekend, non avremmo mai pensato di partire davvero per un viaggio solo andata. È stato un altro viaggiatore, che abbiamo scoperto casualmente, ad aprirci la testa: era arrivato a piedi in Asia e stava tornando in bici in Italia.

Lì si è accesa la lampadina: possiamo farlo anche noi!”

Ed eccoli qui: sono arrivati senza aerei fino a Singapore partendo proprio da Massa. Ad aiutarli, bus, treni come la transiberiana, motorino (chiamato amorevolmente “Brunello” 😉 ) & autostop!

La preparazione della partenza

“Quando siamo partiti stavamo insieme da un anno e mezzo. Era un po’ “o la va o la spacca!“.

Una scelta coraggiosa per una coppia, ma quando si sente di aver trovato la persona giusta, che la pensa come te, è facile farla. Ci hanno messo circa 6 mesi a programmare il viaggio, mettere via i soldi, etc.

“Abbiamo cercato di scegliere i Paesi da attraversare con anticipo, sia per capire come spostarci, sia per valutare dove andare in base al clima, per evitare periodi monsonici, etc”.

La Russia e la Cina invece hanno dovuto programmarle bene da casa per via della burocrazia, i visti, etc. Dal Vietnam in poi invece è stato tutto molto più flessibile, con decisioni dell’ultimo minuto e cambi di programma continui.

Ascolta l’intervista completa nel podcast per ascoltare tutti i racconti del loro viaggio:

La grande notizia

“La prima persona a cui l’abbiamo detto è stata il papà di Nicole. Di solito i genitori del maschio sono più tranquilli e quelli della ragazza meno, ma per noi è stato quasi il contrario! È stato sempre il nostro fan numero uno. La mamma di Pietro è stata più dura da convincere…ci ha messo metà viaggio a capire che facevamo sul serio! Ma non ci hanno mai ostacolati”.

In due, prima di partire, eravamo riusciti a mettere via 12.000 euro facendo la stagione estiva. Incluso tutto, da quando abbiamo iniziato a programmare a quando siamo tornati, ne abbiamo spesi circa 9.000 per 7 mesi di viaggio, a dimostrazione che viaggiare a lungo termine non è costoso come si pensa“.

Non sapevano quanto sarebbero riusciti a stare via, si erano dati un budget che però non sono riusciti sempre a mantenere. In compenso poi c’erano giorni in cui spendevano anche meno di 10 euro in due!

“Alla fine siamo tornati, ma avremmo potuto anche restare in giro ancora un bel po’ con i soldi che ci erano rimasti”.

La coppia e le difficoltà

“Certo le difficoltà ci sono state, a volte litigare era all’ordine del giorno…bastava una briciola per farci scattare. Ma in realtà ci rendiamo conto di quanto questo ci abbia rafforzato come coppia“.

Come quella volta che, in Vietnam, gli si è rotto il motorino e sono letteralmente rimasti in mezzo a una strada…

Tra le altre difficoltà, ci sono state anche le malattie. La cosa peggiore che gli è successa durante il viaggio è che hanno preso la dengue. Entrambi!

Per fortuna è andato tutto bene, ma un bel ricovero in ospedale se lo sono dovuti fare.

Nel podcast ci hanno raccontato bene come hanno affrontato la cosa e quali sono i loro consigli per evitare problemi (in particolare, l’assicurazione di viaggio).

 

Il loro migliore consiglio?

“Partite. Partite e basta, perché alla fine è più facile di come sembra, specialmente se uno si informa bene e sa cosa vuole fare e come trovarlo”.

 

Contatti & Risorse

Libri consigliati:

  1. Tiziano Terzani – Un indovino mi disse
  2. Gianluca Gotto – Le coordinate della felicità

Film:

Into the Wild

More from Ilaria Cazziol

Tornare a casa aiuta a capire perché era stato necessario partire

La data di oggi sembra essere indissolubilmente legata ai viaggi, per noi....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.