Cosa fare prima di partire: la To-Do List di viaggio definitiva

to do list viaggio

Prima di ogni viaggio, vengo assalita da una serie di sentimenti contrastanti: c’è la voglia di partire, la curiosità per la meta, il desiderio di scoperta e avventura; ma c’è anche un  po’ d’ansia pre-partenza, una sana dose di preoccupazione per come far stare tutto in valigia (specie se viaggio con Ryanair e il suo temibile, minuscolo bagaglio), e soprattutto, lei…l’odiosa sensazione di aver dimenticato qualcosa!

Quella non manca mai. Quando sto chiudendo lo zaino, mentre vado in aeroporto, persino durante il volo…ho sempre la sensazione di aver dimenticato qualcosa di importante, un oggetto, o peggio, qualcosa che dovevo assolutamente fare finché ero a casa.

 

È una sensazione che odio, perché non mi fa mai godere i primi momenti del viaggio. E siccome la detesto così tanto, negli anni mi sono inventata tutte le modalità possibili per non dimenticarmi davvero nulla.

In particolare, da meticolosa-isterica-maniaca del controllo quale sono, per me la soluzione al problema è stata una ed una sola:

la mitica To-Do List!

 

La “Lista della spesa” del viaggiatore: come farla perché sia efficace

Una To-Do list non è altro che una lista della spesa, ma di cose da fare. Per me è di fondamentale importanza in tantissimi ambiti della vita, dalla spesa (appunto) al lavoro, passando anche sì, per i viaggi.

È uno strumento utile da preparare prima di partire perché, se fatta con adeguato anticipo, ti permette davvero di non dimenticare più niente. Soprattutto se fatta in modo digitale, e quindi disponibile in qualunque momento sul nostro smartphone, è possibile segnare qualsiasi cosa ci venga in mente, in qualsiasi momento.

E per esperienza ti dico: le cose più importanti mi vengono sempre in mente nei momenti più inaspettati e meno opportuni! 

Il classico “ommioddio, ma il mio passaporto sta per scadere!” di cui ti ricordi improvvisamente mentre fai la spesa e sei in fila alla cassa.

Bene, per questo motivo secondo noi lo strumento ideale per fare la tua to-do list di viaggio è Trello, di cui abbiamo già parlato in questo articolo.

È facile aggiungere una scheda in qualsiasi momento anche dal cellulare (con Android si può addirittura configurare il Widget dedicato, che permette di aggiungere una nota senza nemmeno bisogno di aprire l’app…per veri maniaci, insomma ;)). È facile spostarla, segnarla come fatta, assegnarla a un compagno di viaggio, creare un elenco, etc.

Insomma, se crei una To-Do list delle cose da fare prima di partire, e lo fai con abbastanza anticipo, puoi stare tranquillo. Quella sensazione di ansia, purtroppo, non ti abbandonerà completamente, ma saprai che hai fatto tutto ciò che potevi per non rischiare 🙂

checklist di viaggio

Cosa fare prima di partire: l’elenco completo di cose da non dimenticare

Bene, ora sappiamo COME creare la nostra To-Do list a prova di dimenticanza. Ma COSA metterci dentro? Certo, è una lista altamente individuale, e ogni persona dovrà inserirci cose specifiche in base alle proprie esigenze e al tipo di viaggio, alla destinazione, etc.

Ma possiamo iniziare a stilare un elenco di cose che vanno fatte SEMPRE prima di ogni viaggio, di cui non ci si dovrebbe mai dimenticare.

Vediamo la nostra macro-lista e poi, nello specifico, i dettagli.

To-Do List di promemoria per un viaggio:

  • Documenti
  • Assicurazione 
  • Vaccinazioni
  • Informazioni per l’arrivo
  • Valigia

 

Documenti da portare in viaggio (e di cui verificare la validità)

Alcune delle voci più importanti si trovano qui. Senza di esse il tuo viaggio non solo avrà vita breve, ma probabilmente non inizierà neanche.

  • Passaporto: la prima verifica da fare è sul passaporto. Serve o basta la carta d’identità? Se serve, è ancora valido? Ricorda che per la maggior parte dei Paesi servono almeno 2/3 pagine libere e 6 mesi di validità residua, quindi non è solo una questione di scadenza.
  • Fotocopie: è buona norma viaggiare con qualche copia del documento e con alcune fototessere. Noi abbiamo anche tutti i documenti su Google Drive, perché siano sempre accessibili.
  • Visto: molti Paesi non lo richiedono, ma se dovesse servirti invece devi pensarci per tempo, perché può essere un’operazione lunga. Informazioni come questa si trovano facilmente sul sito della Farnesina, Viaggiaresicuri.it.
  • Voli e check-in online: a parte l’acquisto dei voli, che ok, è difficile dimenticarsi di farlo, una cosa che spesso mi scordo di fare, nella foga delle ultime 48 ore prima della partenza, è il check-in online. Be’, me lo segno qui, con data di scadenza impostata su quando lo devo fare 😉

documenti viaggio necessari

Assicurazione: la cosa da fare prima di partire più importante

Non smetteremo mai di ripetere l’importanza fondamentale dell’assicurazione di viaggio. Solitamente va tutto bene e non serve, ma quell’unica volta in cui poi ti serve…allora sì che sarai felice di aver seguito questo consiglio.

Noi abbiamo avuto alcune brutte esperienze e aver fatto l’assicurazione ci ha letteralmente salvato la vita.

Un’assicurazione di viaggio davvero versatile è InterMundial: offre vari pacchetti per rispondere alle diverse esigenze, da quella base con massimali minimi che può andare bene per brevi viaggi, a quella classica che può anche coprire diversi sport; passando per quella specifica per l’area Shengen, quella per le crociere e per gli studenti (fino a 25 anni); o ancora, per i viaggiatori solo andata, una versione annuale (molto conveniente!).

Per scegliere l’assicurazione migliore, assicurati che i massimali siano adeguati, che la franchigia (cioè la parte di tua competenza di qualsiasi spesa doveste sostenere) sia accettabile, che copra elementi come il rimpatrio, etc.

Quando stipulare l’assicurazione di viaggio? Quando vuoi, ma noi l’abbiamo messa al secondo posto perché è qualcosa che per non dimenticarsi è meglio fare quasi subito. Non appena hai acquistato i biglietti, puoi già farla: basta inserire le date esatte del tuo viaggio e sarà valida unicamente in quel periodo.

Stampa la polizza o comunque portala con te in formato digitale, e assicurati di avere i contatti di emergenza e il tuo numero identificativo sempre dietro.

 

Vaccinazioni: quali dovresti fare?

Sempre sul sito Viaggiaresicuri.it è possibile verificare quali vaccinazioni sono obbligatorie o suggerite. Quelle consigliate saranno probabilmente parecchie, ma valuta cosa sia opportuno in base alle attività che programmi di fare e fatti consigliare dal centro vaccini più vicino.

 

Informazioni per l’arrivo: cosa devi sapere per riuscire a cavartela nelle prime ore di viaggio?

Questa è una delle parti più importanti: molto spesso, assuefatti dal mondo digitale in cui viviamo e abituati ad avere sempre tutte le risposte a portata di smartphone grazie a internet, ci dimentichiamo che all’arrivo in un altro Paese potremmo ragionevolmente non avere connessione!

Non fare affidamento sul Wi-Fi dell’aeroporto (troppo spesso non funziona o costa una fucilata), né sul fatto che il tuo telefono prenda subito. Ci è capitato diverse volte di arrivare sul posto e scoprire che c’era qualche problema e che non riuscivamo a connetterci in roaming.

Tutto ciò per dire: pensa prima a cosa ti servirà nelle prime ore dal tuo arrivo.

In particolare:

  • come hai intenzione di connetterti a internet durante il viaggio? Se vuoi fare una SIM locale informati sugli operatori e sui costi prima di partire, nonché su dove la puoi acquistare.
  • dove devi andare, appena arrivato? Controlla dove si trova la tua sistemazione per la prima notte, il nome della via, la strada per il taxi o come arrivarci in bus.
  • come otterrai i soldi in valuta locale? E soprattutto, qual è la valuta locale? Sono informazioni che è meglio conoscere prima, incluso il cambio per non farti fregare dai money-exchange o per sapere quanto prelevare ad un ATM (noi preferiamo quest’ultima opzione, più conveniente se si ha uno di questi conti per viaggiatori). 

cosa mettere in valigia

Valigia: pensa prima a ciò che non vuoi dimenticare

La sensazione di aver dimenticato qualcosa, di solito, si avvera per quanto riguarda ciò che va messo in valigia. Tipicamente, qualche minuto dopo il decollo, mi batto una mano sulla fronte e dico “lo sapevo: ho dimenticato XXXX“.

Per evitarlo, una scheda su Trello nella mia To-Do List è sempre dedicata alla valigia: dentro ci metto una check-list da spuntare, e l’ultima cosa che faccio prima di uscire di casa e partire è controllarla.

La uso sia per organizzare quello che voglio portare (quante magliette? Quante scarpe?) ma soprattutto, specie nei viaggi più brevi, per non dimenticare le cose che solitamente mi scordo: spazzolino e dentifricio, tappi per le orecchie, pigiama, caricabatterie, passaporto, etc. 

Per sapere come organizzare il bagaglio per un viaggio e cosa metterci dentro, ti rimando ai due articoli linkati 🙂

 

Bene, con questi strumenti e idee per creare la tua to-do list di cosa fare prima di partire dovresti essere davvero a posto! Ci siamo dimenticati qualcosa noi, secondo te? Faccelo sapere nei commenti.

Un abbraccio,

Ilaria e Marco

 

PS: se cerchi un promemoria visivo di cosa non dovresti dimenticare di fare prima di partire, salvati la nostra infografica!

to do list cosa fare prima di partire

Articolo in collaborazione con Intermundial Italia

More from Ilaria Cazziol

Viaggiare in coppia a lungo termine: è davvero una buona idea?

L’amore non dovrebbe mai essere un ostacolo a realizzare i propri sogni,...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.