Come risparmiare soldi per un viaggio (senza rinunciare a vivere)!

risparmiare soldi per un viaggio

Non credere a chi ti dice che viaggiare è estremamente costoso, ma nemmeno a chi ti promette di poterlo fare gratis: la verità sta nel mezzo, per cui è importante iniziare a risparmiare soldi per un viaggio solo andata non appena si decide ufficialmente di intraprendere questa avventura. Anzi, magari anche prima 😉

Quanto dovresti mettere via per un simile viaggio? Ovviamente dipende, e non c’è risposta a questa domanda: dipende dai paesi che intendi visitare, dallo stile di vita che vuoi tenere, da quanto tempo vuoi restare in giro, e ovviamente se pensi di lavorare mentre viaggi o meno.

Più che sulla quantità di risparmi da mettere da parte, che è materia davvero troppo soggettiva per poterne parlare a priori (vi faremo sapere le nostre spese così potrete regolarvi), quello su cui vorremmo concentrarci ora è COME risparmiare soldi per un viaggio, soprattutto se di lungo termine o di sola andata – ma ovviamente ci sono mille motivi per cui può aver senso risparmiare soldi, e questi metodi sono validi per ciascuno!

Quanti soldi volete risparmiare?

Per prima cosa bisogna decidere quanto si vuole mettere via: nel nostro caso, non abbiamo intenzione di lasciarci andare a spese folli, e d’altronde abbiamo la speranza e l’ambizione di riuscire a lavorare grazie ad internet durante il viaggio e diventare nomadi digitali, ma volevamo comunque essere sicuri di essere coperti per più mesi possibili di viaggio e partire sereni. Io mi sono fissata una cifra tonda, abbastanza alta da riuscire a restare in giro per almeno mezzo anno (spero!), ed in base a quella ho fatto qualche calcolo: quanto prendevo di stipendio al mese, quanto avrei dovuto mettere via ogni mese per il numero di mesi che mi mancavano alla partenza, e così via. Il risultato era 400€ al mese, ovvero dovevo riuscire a vivere con 20€ al giorno.

Non molto, decisamente. Ma nemmeno poco, in fondo. Chiaramente certi giorni avrei sforato, basta una semplice cena fuori per superare anche di molto quella cifra. Ma altri giorni sarei rimasta sotto quella soglia: bastava portarmi il pranzo al lavoro e non eccedere in altre spese! Insomma, mi sono detta che sarebbe stato fattibile, ed è partito il gioco.

La notizia buona è che ce l’ho fatta: certi mesi a fatica, certi altri ammetto di aver sforato brutalmente (dicembre con la presenza di Natale e Capodanno sono stati una mazzata), ma a distanza di più di un anno da quando ho iniziato a risparmiare soldi per un viaggio che è sempre stato il sogno della mia vita posso ritenermi a buon punto per raggiungere l’obiettivo che mi ero prefissata!

La notizia ancora migliore è che diventa sempre più facile, anzi ci si rende rapidamente conto di quanto soldi si sprecano in stupidaggini che non ci portano a niente! E più ci si convince di ciò, più viene naturale tagliare su quei costi!

Per esempio, io sono una fumatrice, una bevitrice ed un’amante delle cene fuori, lo ammetto. Non promette bene no? Ho deciso di non rinunciare ai miei vizi (per ora…) e di continuare a fumare, ma tagliando pesantemente i costi fumando tabacco. Allo stesso modo molte altre cose: ho ridotto il numero di caffè, mi porto il pranzo al lavoro, prediligo un aperitivo con buffet ad una cena costosa, o una bella cena a casa con gli amici.

Per risparmiare soldi per un viaggio è importante non tanto RINUNCIARE a cose che ci fanno stare bene, ma riconoscere le cose che facciamo per abitudine (i caffè, ad esempio), per status sociale (le cene) o perché ci fanno piacere ma in realtà non ci danno nessun reale beneficio (bere 5 cocktail invece che 2 per esempio)…e semplicemente RIDURLE. All’inizio sembra impossibile: i soldi sfuggono dal portafogli come se fossero dotati di vita propria, e non sembrano intenzionati a restarci né con le buone né con le cattive. Ma più ci si sforza nel risparmiare soldi per un viaggio, più ci si rende conto che ci si sta facendo del bene: che si stanno ridimensionando certi vizi, o che si sta imparando in generale a vivere con meno, ad essere meno dipendente dai soldi, a riconoscere ciò che davvero ci piace, ad affermare la propria autonomia decisionale rispetto a quello che la società ci dice essere “giusto” o “cool”. Si impara ad ascoltare se stessi!

Risparmiare soldi per un viaggio è più facile!

In fondo, se volete risparmiare soldi per un viaggio di qualsiasi tipo, significa che siete già sulla buona strada: significa che preferite accumulare esperienze piuttosto che beni, che valutate di più un’avventura di una cena, che avete un’impostazione mentale che vi fa riconoscere i limiti del consumismo sfrenato e fine a se stesso.

Gli acquisti materiali poi, come vestiti, scarpe, nuove tecnologie e qualunque altra cosa, smetteranno di sembrarvi allettanti nel momento stesso in cui vi renderete conto che non potrete portateveli dietro! Quel bellissimo vestito da sera, o quelle scarpe col tacco di un colore fantastico, non entreranno mai nel vostro zaino che dovrà contenere un’intera vita, e rimarranno a casa vostra a prendere polvere e ad invecchiare senza di voi: siete proprio sicuri di volerle acquistare?

Questa però, devo ammetterlo, è la parte facile: contenere le proprie spese giornaliere è una questione di volontà, non di possibilità. Il problema è che in quel budget quotidiano devono rientrare anche tutte le spese fisse che sostenete: macchina, mutuo, bollette, affitto, abbonamento dei mezzi, qualunque cosa!

Non so quante volte mi sono sentita dire, davanti alla mia affermazione di star mettendo via 400€ al mese, “non potrei mai, ho troppe spese”. Questo mi sembra assurdo. O meglio, deve essere assurdo, altrimenti significa che si sta sbagliando qualcosa! Se lavorate tutti i giorni per guadagnare dei soldi, e poi le vostre spese fisse sono talmente alte da coprire tutto ciò che avanza dalle spese quotidiane, be’ amici significa che state lavorando per vivere e non il contrario! È ora di invertire rotta!

Usate di più la bici o i piedi, subaffittate una stanza o il divano, imparate a spegnere quelle maledette lucine rosse sotto la TV e a coprirvi di più invece di alzare il riscaldamento…sono convinta che ben pochi costi non si possano ridimensionare, e in ben poche situazioni. Se le cose meravigliose nella vita fossero facili, le farebbero tutti e smetterebbero di essere meravigliose : risparmiare soldi per un viaggio a lungo sognato è il primo passo del viaggio stesso, è un passo verso la libertà.

Ricapitolando, quindi, il punto fondamentale per risparmiare soldi per un viaggio è RIDIMENSIONARE le proprie spese, fisse e non, perché rientrino in un budget giornaliero che vi permetta di raggiungere la cifra desiderata nel tempo rimanente, a cui non dovrete restare attaccati con eccessiva ansia ma che dovrete considerare la cifra “media” che potete spendere nel mese. Sembra ci sia molta matematica e molta memoria dietro a tutto questo, ma se ci sono riuscita io può farlo chiunque!

Risparmiare soldi grazie alle App

Uno strumento fondamentale per riuscirci, però, è un’applicazione di monitoraggio dei costi: ce ne sono di infinite tipologie, alcune banche offrono addirittura questo servizio integrato nell’home banking (come Number 26).

L’importante è che l’applicazione vi permetta di:
– dividere le spese in categorie
– Vedere grafici che a colpo d’occhio vi forniscano una visione d’insieme

Io personalmente ne ho usata una davvero basica, si chiama Money ed è disponibile sia per Apple che per Android. La grafica è terribile e le funzioni davvero limitate, e devo sottostare ad una serie di categorie pre-impostate che non mi permettono di avere una visione delle mie spese super precisa. Ma è gratis, facile da usare e mi permette di raggiungere lo scopo!

Molto più bella esteticamente e personalizzabile è invece l’app Money Pro: con un’interfaccia pulita ed elegante e la possibilità di personalizzare le categorie, è sicuramente più avanzata. Permette inoltre di impostare un budget, cosa che invece con Money bisogna tenere sotto controllo da soli. 

Insomma, qualunque sia il metodo o l’applicazione usata, per risparmiare soldi per un viaggio è fondamentale riuscire a mettere via quel surplus di entrate che dovreste avere ogni mese, qualunque esso sia (e se non ne avete, davvero, non è ora di farsi due domande?). Che venga messo in un porcellino di ceramica, sotto il materasso o in un conto separato, è indifferente: l’importante è sforzarsi di farlo. Vi prometto che vi renderete presto conto di quanto sia facile, e che finirete per adottare questa mentalità anche quando non serve!

Essere meno schiavi dei consumi, di quello che pensano gli altri, delle spese legate a ciò che pensiamo di dover fare, è il principio della libertà, e risparmiare soldi per un viaggio incredibile è il primo modo per assaporarla.

È il primo passo fuori dalla comfort zone, fuori da ciò che pensiamo di dover essere, verso quello che davvero ci rende felici e liberi. È il primo passo del viaggio.

More from Ilaria Cazziol

Come risparmiare soldi per un viaggio (senza rinunciare a vivere)!

Non credere a chi ti dice che viaggiare è estremamente costoso, ma nemmeno...
Read More

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *