Come partire per un anno sabbatico (e continuare!) – Elizabeth Sunday

podcast too happy to be homesick

Oggi ascoltiamo le parole di Elizabeth Sunday, o meglio Elisabetta Domenica di Too Happy To Be Homesick, che è partita per quello che doveva essere un anno sabbatico e…non si è più fermata!

 

Chi è Elizabeth e come è partita per un anno sabbatico?

Elizabeth Sunday altro non è che Elisabetta Domenica Anna, ma dal suo primo viaggio studio in Inghilterra, quando la sorella la chiamò ironicamente Elizabeth Sunday Anne, questo “nome d’arte” le si è incollato addosso!

È una viaggiatrice seriale: “fin da ragazza sapevo di voler vivere all’estero, conoscere altre culture, altri mondi. La mia piccola realtà in provincia di Torino mi stava stretta. Non perché volessi fuggire, ma perché volevo vedere di più“.

Ma è solo nel 2012 che le sue idee di cambio vita si sono concretizzate: era un’insegnante di inglese, con un buon posto fisso in una scuola, che amava il suo lavoro.

Ma pur amandolo, le mancava qualcosa: voleva qualcosa in più.

In quanto insegnante di ruolo nella scuola pubblica, aveva diritto a una serie di aspettative e all’anno sabbatico, così ha iniziato a prenderci gusto.

È partita per fare volontariato in Cambogia (per sapere come farlo gratuitamente, clicca qui!) e l’esperienza, seppur totalmente non retribuita, le ha lasciato un segno.

 

Cambiare vita grazie all’anno sabbatico

Da allora ha capito che cosa voleva fare: scrivere. Ripartire e riuscire a vivere di scrittura.

Mi sono messa a risparmiare per un anno, non sono mai uscita a mangiare o concessa una spesa extra. Avevo bisogno di più soldi possibili per ripartire“.

Non aveva un piano chiaro: “tu magari parti con un’idea, poi però per strada succedono varie cose che la cambiano e la modificano. L’importante è partire, il resto arriva!“.

Era il 2012, ed Elizabeth è partita. Doveva tornare dopo un anno, al termine del periodo di aspettativa. La Cambogia era l’inizio, ma non sapeva come sarebbe proseguito il viaggio.

Ha quindi deciso dopo poche settimane di partire per esplorare qualche altro Paese, e la Cina le ha offerto un’opportunità: insegnare l’inglese nelle scuole.

A questo punto è successa una cosa divertente: “io sono partita un po’ così, ero molto naif, mi fidavo…e invece appena sono arrivata ho scoperto che non era tutto rosa e fiori!“.

Nel podcast il racconto completo della sua (dis)avventura cinese!

L’esperienza Vipassana: 10 giorni di meditazione e silenzio per cambiare vita

A novembre 2012, dopo la sua brutta avventura cinese, Elizabeth decide di fare qualcosa di drastico: 10 giorni di meditazione Vipassana.

Il Vipassana è anche detto “mindfulness” ed è un tipo di meditazione che serve per purificare la mente, passando per l’osservazione e l’accettazione di ciò che c’è e che si sente.

Ma come fai a purificarti? Osservi. Osservi te stesso e il tuo respiro. E lo fai senza parlare e senza fare null’altro per 10 giorni. È un’esperienza che ti cambia la vita“.

È propri dopo questa esperienza che decide di fare una cosa che sognava da tanto: aprire un blog.

 

Lavorare con la scrittura e con i viaggi

Elizabeth inizia, con il suo blog e con i siti online che ti facevano scrivere per qualche spicciolo, a costruire il suo lavoro come copywriter.

Ma la cosa inizialmente non le dà troppe soddisfazioni. A quel punto capita qualcosa di particolare: una conoscenza le racconta che sa che in Oman cercano guide turistiche.

Il mio primo pensiero è stato: ma dove cavolo è l’Oman?! Il secondo…ok, facciamolo!“.

E così, riparte. Il mondo arabo inizialmente è uno shock, specialmente arrivando dal Sud-Est Asiatico.

All’inizio pensavo che non ci sarei mai rimasta. E invece, ad oggi sono ancora spesso qui!“.

 

I cambiamenti non finiscono mai

Qualche anno dopo, ha sentito di nuovo qualcosa bussarle sulla spalla…

Ho imparato a capire quando c’è qualcosa che non va, quando un periodo della vita si sta esaurendo. Quando succede so che è ora di un nuovo cambiamento!“.

In questo senso si è ritrovata a fare tante cose: è andata in India a prendere certificazioni come insegnante di yoga e meditazione, poi in Sud Africa, etc.

Ad oggi è di nuovo in cerca di un nuovo sentiero: sta aprendo un canale YouTube con meditazioni brevi guidate, e si sta lanciando in un nuovo progetto di business che per scaramanzia non ci può ancora raccontare 😉

 

Elizabeth ci ha anche raccontato anche nel dettaglio come fare a trovare scuole all’estero per insegnare inglese, anche per non madrelingua, e quali visti bisogna fare!

Ascolta il podcast per sapere tutto.

 

Risorse consigliate

Ti lascio con qualche consiglio sulle fonti di ispirazione di Elizabeth e ovviamente i suoi contatti!

 

Libro

– Vivi nella bellezza. L’incertezza, il cambiamento, la felicità: Pema Chodron 
Mollo tutto! E faccio solo quello che mi pare: John Williams
Be a free range human – Escape the 9 to 5, create a life you love and still pay the bills: Marianne Cantwell 

 

Contatti

More from Ilaria Cazziol

Assicurazione per l’auto a noleggio: guida a una scelta consapevole

Tra tutti i servizi di cui può capitare di aver bisogno in...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.