Street photography: Fotografare New York

FOTOGRAFARE NEW YORK

Benvenuti nella Grande Mela! La città che non dorme mai, la città delle grandi occasioni, la città della street photography per eccellenza! Ma come fotografare New York, una delle città più fotogeniche e fotografate al mondo?

Proprio così, ogni giorno a New York va in scena una possibile sessione di street photography unica.

Non lo sapevi? Questo articolo fa proprio al caso tuo allora e se stai programmando un viaggio negli States, assicurati di non perderti questa tappa perché ti svelerò dove fare foto a New York, come farle e tutti i trucchi della street photography in questa città.

Da sempre New York è stata protagonista di scatti unici, iconici e bizzarri. Proprio per questo fotografare New York è sicuramente un must per un fotografo che ama la street photography.

Tuttavia, fotografare una città così nota, già rappresentata in tutte le salse, potrebbe farti cadere nella banalità.

Chi non ha mai visto la prospettiva del ponte di Brooklyn con alle spalle i grattacieli di Manhattan? Certo, è impossibile rimanere indifferenti di fronte a tanta bellezza, ma considera che probabilmente quello scatto non desterà troppo stupore proprio perché visto e rivisto.

Cosa scoprirai leggendo questo articolo quindi? Tutti i trucchi per non portare a casa scatti banali o di “seconda mano” durante la tua street photography a New York.

A volte basta davvero poco, aggiungere un elemento a una scena, cambiare prospettiva rispetto al soggetto “icona” oppure, più semplicemente, ti consiglio di divertirti a trovare tanti nuovi differenti spunti fotografici in una città che non annoia mai.

Street photography
Ph by Vicky Elia

Perché fotografare New York?

Parto subito col dire che la città di New York si divide in cinque differenti distretti: Manhattan, Bronx, Brooklyn, Queens e Staten Island.

Per intenderci i distretti sono paragonabili a piccoli Comuni e nel complesso compongono l’intera città di New York.

Ognuno di questi è un mondo a sé! 

Non hanno nulla in comune tra loro e ogni distretto vive di vita propria, quasi come una città nella città. 

Ogni distretto, e ogni quartiere al suo interno, ti dà l’impressione di aver cambiato città e qualche volta anche Stato. 

Entrando ad Harlem ad esempio, quartiere afroamericano nel distretto di Manhattan, i grattacieli immensi lasciano lo spazio ad abitazioni basse, più modeste.

Cambiano gli odori, le strade si riempiono di profumi di spezie e pullulano di venditori ambulanti che ti danno la sensazione di essere finito in qualche strada del sud Africa.

La bellezza di questi profondi e repentini cambiamenti, si riflette sull’abbondanza di possibilità fotografiche che ti si propongono a ogni incrocio e a ogni angolo di strada. La garanzia di una street photography diversificata, senza cambiare continente, è assicurata.

Insomma, fotografare New York è divertente perché hai la possibilità di spaziare e focalizzarti su tanti elementi che è in grado di fornirti una sola città.

Tornando alla domanda principale:

Fotografare NY è come fare il giro del mondo

La prima risposta è che nella stessa giornata puoi passare dagli immensi grattacieli dai vetri scintillanti di Wall Street, dove per poterne vedere la fine devi portare il naso parecchio all’insù, alle scale antincendio sui palazzi dai mattoni rossi di Tribeca.

fare foto a New York
Ph by Vicky Elia

Potrai passeggiare per le vie affollate di China Town dove ti sentirai in un attimo a Hong Kong.

Sarai trasportato dal rumore dello sfrigolio dei wok. Camminerai tra negozi con le insegne in ideogrammi cinesi che vendono prodotti asiatici.

Scorrendo tra quelle strade, inizierai poi a sentire musiche italiane e profumo di spaghetti con le vongole.

Capirai di essere a Little Italy anche dalle bandiere con il tricolore. Le vedrai sventolare di fianco a insegne di ristoranti dai nomi italiani (ma dagli chef spesso molto poco europei). 

A questo proposito devi sapere che oramai a Little Italy non ci sono più “veri italiani” a gestire le attività di ristorazione che abbondano tra le vie dell’omonimo quartiere.

Molto spesso sono nipoti o pronipoti d’immigrati che, nella maggior parte dei casi, non hanno mai messo piede su suolo italiano.

Detto questo, la gita fotografica per la street photography di New York non può escludere la vita che, tra limoni e corni di peperoncini appesi alle vetrine dei locali, si svolge quotidianamente con un certo entusiasmo . 

Insomma, fotografare New York, è come bere il mondo in uno shot! 

In un sorso c’è la facciata poliedrica dell’intero globo. Nella stessa strada convivono modernità, sporcizia, esclusione sociale e avanguardismo che, osservati insieme, appaiono come un’orchestra scoordinata che suona a un tempo tutto suo.

Solo se ascoltata bene riuscirai a coglierne la melodia.

In nessun altro luogo al mondo puoi riassumere tutto questo in uno scatto. Devi solo essere bravo a osservare e aspettare.  Prima o poi qualcosa di bislacco comporrà la tua foto in pieno stile Newyorkese. 

Come rappresentare New York in una foto?

Ma cos’è esattamente questo piccolo pezzo d’America affacciato sull’Oceano Atlantico? New York è gente che urla per strada da sola, gente che ascolta la musica con lo stereo e tutto volume mentre cammina e di tanto in tanto balla per strada.

street photography New York
Ph by Vicky Elia

New York è un homeless che nel gelo dell’inverno, trova riparo in metropolitana. Fa avanti e indietro su quella tratta per chissà quante volte pur di stare al caldo. 

New York è il tizio che vende hot dog caldi all’angolo della strada, oppure è quella ragazza che cammina a passo svelto con in mano un bicchiere di caffè americano fumante. New York è gente che non prova imbarazzo nel mostrarsi così com’è, a uscire in pantofole e a non temere alcun pregiudizio. 

Venditore hot dog New York
Ph by Vicky Elia

Tutto questo fa parte dell’unicità della street photography di New York che, incorniciata nel contesto cittadino della grande mela, offre scatti sinceri che rappresentano a pieno la diversità dell’essere umano e allo stesso tempo la sua uguaglianza. 

Come fotografare New York?

Te lo chiedo a te! Quando pensi di voler fotografare New York, cosa ti viene in mente? Sicuramente gli immancabili taxi gialli allineati ai semafori, il caos cittadino tra i tombini fumanti e i lavori in corso. Ma anche lo skyline dei grattacieli e i cartelloni luminosi di Time Square, che più che una piazza è oramai un set pubblicitario a cielo aperto. 

Hai pensato anche tu alle stesse cose vero? Questo perché come ti dicevo all’inizio dell’articolo, New York è una delle città più fotografate al mondo.

I simboli-icona che la rappresentano nell’immaginario comune sono proprio questi e sono i più fotografati. Per non parlare di ogni bullone del ponte di Brooklyn che oramai tutti noi conosciamo a memoria o di tutte le angolazioni della Statua della Libertà.

Ti chiedo però, vuoi davvero fotografare ancora questo? Per quanto belli tutti questi sono soggetti visti e rivisti. La street photography di New York nell’era di Instagram è cambiata, e bisogna prenderne atto! 

Per stupire con una foto, devi provare a raccontare la città per quello che è non solo per ciò che possiede a livello di bellezze architettoniche.

La street photography, oggi più che mai in un mondo sempre più al centro di ogni obiettivo fotografico, ha subito un’evoluzione.

Oggi devi riuscire a trasmettere il messaggio che lo scatto è fatto a New York attraverso gli occhi di una persona, lasciando l’iconico contesto alle spalle, sfuocato e in sottofondo. Questa è street photograpy! 

Se riuscirai a farlo avrai raggiunto un ottimo livello perché, usando la tua creatività nella composizione, riuscirai a raccontare una storia e a contestualizzarla in una delle città più fotografate al mondo senza che il tuo scatto risulti scontato, ridondante o ripetitivo. 

Per fotografare New York, devi riuscire a sorprendere e a trasmettere la cultura diversa che ti circonda. 

La diversità di pensiero rappresentata da una persona che vive la propria città è la migliore espressione di street photography della New York contemporanea. 

Il concetto stesso di street photography impone che tu riesca a trasmettere a chi osserva le fitte trame di un popolo, senza filtri e senza omissioni. 

New York, per quanto affascinante, è una città difficile è veloce e se non stai al suo passo ti travolge e ti schiaccia.

Negli Stati Uniti in generale la regola riferita alla società è “in or out”. 

Dentro o fuori! Non c’è spazio e non c’è tempo per chi resta indietro.

Questo è spaventoso quanto fortemente rappresentativo e degno di spiccare in un’immagine da street photography americana, ed è sicuramente uno dei motivi per cui vale la pena fotografare New York. 

Johon Steinbeck, noto scrittore del 900, così scriveva: “New York è una città brutta, una città sporca. Il suo clima è uno scandalo, la sua politica serve a spaventare i bambini, il suo traffico è una follia, la sua competizione è assassina. Ma c’è una cosa al riguardo: Una volta che hai vissuto a New York ed è diventata la tua casa, nessun altro posto è abbastanza buono “.

Quindi, come fare foto a New York? Per fotografare New York, una delle città più fotografate al mondo, e portare a casa scatti nuovi, devi concentrarti sulla vita che accade attorno a te e immortalarla.

foto hot dog New York
Ph by Vicky Elia

Quella è la New York del momento storico in cui stai fotografando, l’anno dopo potrebbe essere differente, e quello dopo ancora irriconoscibile. Pensa chi ha avuto la fortuna di aver fotografato le Torri Gemelle prima del disastro.

New York è fatta per lo più della gente che vive quelle strade. I taxi che cambiano modello, le mode cittadine che marcano i segni di riconoscimento come le rughe sul volto di una persona… metti a fuoco e scatta per immortalare un momento di una città in continua evoluzione. 

Infondo New York è una vecchia signora solcata dai segni del tempo, sempre pronta a sorriderti e a raccontarsi.

Mettiti all’ascolto e punta l’obiettivo sulla storia che vuoi condividere. Vedrai che le tue foto saranno uniche come unici sono stati quegli attimi irripetibili di vita che avrai immortalato.

Ad esempio in questo momento storico, gennaio 2022, ho trovato curioso e particolare che i Newyorkesi con temperatura meno 16 gradi vadano tutti in giro allegramente in pantofole o alla meglio in Crocs – sì proprio così!

La prima volta ho notato questa cosa in metropolitana pensando che la ragazza di fronte a me avesse qualche problema. Solo qualche momento dopo guardandomi attorno, mi sono chiesta se non lo avessi io il problema, perché la maggior parte delle persone era in ciabatte. Anche nel museo di storia naturale, per intenderci, un esercito di ciabatte con tanto di pelo ciondolavano pigramente tra vetrine di flora, fauna e rappresentazioni di dinosauri! 😆

Dove fare foto a New York?

Come ti dicevo prima New York è suddivisa in cinque distretti. Te li descrivo singolarmente così potrai avere un’idea di dove fare foto a New York in base ai tuoi gusti personali e al tuo tempo a disposizione. Premetto che i vari distretti sono tra loro collegati con la metropolitana che funziona benissimo, è efficiente e serve tutti i punti principali. Io ad esempio, una volta arrivata all’aeroporto JFK di New York, con un comodo collegamento interno chiamato AirTrain ho raggiunto la stazione metropolitana che, in mezz’ora, mi ha portata comodamente a Manhattan.

1. Manhattan

Non servono presentazioni per il quartiere più noto e più densamente popolato di New York.

Manhattan rappresenta il centro culturale e amministrativo degli affari, infatti proprio a downtown c’è la celeberrima Wall street con i suoi grattacieli infiniti. Il nome deriva dalle vecchie mura che contenevano la città.

Anche se le mura non ci sono più il nome rappresenta ancora oggi l’arteria finanziaria di New York.

Oltre ai grattacieli però Manhattan indossa più vesti e si lascia fotografare in ognuna delle sue forme. Il più caratteristico dei quartieri secondo me è Harlem, la presenza importante di afroamericani dona una sferzata frizzante e allegra all’isola di Manhattan. Se hai la fortuna di essere a New York la domenica non puoi davvero perdere l’opportunità di fotografare e assistere a una messa Gospel in pieno stile afroamericano.

I canti, la gioia e l’eleganza della gente durante la celebrazione ti daranno una carica di adrenalina e inizierai a cantare e sorridere anche tu!

2. Bronx


Sicuramente anche il nome di questo distretto non ti è nuovo. Purtroppo è spesso associato dall’opinione comune a un luogo povero, pericoloso e violento. In realtà quest’idea è più frutto di un retaggio culturale passato, che il Bronx fa fatica a scollarsi di dosso.

Certo non si può negare il fatto che è un quartiere in cui prestare maggiore attenzione ai furti.

Non girare con la macchina fotografica in bella vista ed evita zone deserte e buie.

Dopo tutto, queste sono raccomandazioni di base che dovrebbero essere osservate in ogni luogo del mondo. Il Bronx è affascinante ed ha una cultura tutta sua per la forte presenza d’immigrati latino americani che hanno contribuito a importare la propria cultura tra le strade degli Stati Uniti.

Il Bronx è sopratutto la culla dell’hip-hop e ti assicuro che si respira nell’aria.

La street photography in questo caso non può non comprendere City Island, piccolo villaggio di pescatori sicuramente molto suggestivo, e il Botanical Garden con i suoi 100 ettari di meravigliosi e splendidi giardini da ammirare.

3. Brooklyn


Uno dei quartieri più belli per fare foto a New York, se non altro per la vista che offre sui grattacieli di Manhattan collegata dall’omonimo ponte.

Percorrere a piedi il ponte di Brooklyn è sicuramente qualcosa da fare. In appena 2 km di piacevole passeggiata sarai dall’altro lato del ponte e nel quartiere più bello e più ricco di Brooklyn, chiamato DUMBO.

A Brooklyn, oltre nella street photography, potrai cimentarti nel fotografare tramonti.

foto tramonto New York
Ph by Vicky Elia

Il sole che scende illuminando il ponte di Brooklyn si riflette sui grattacieli scintillanti e in lontananza la Statua della Libertà viene irradiata dai riflessi arancioni dei meravigliosi tramonti che offre l’Oceano Atlantico. Ma c’è di più! Le opportunità fotografiche non sono finite! Rientrando a piedi verso Manhattan si deve percorrere nuovamente il ponte attraverso il suo passaggio pedonale.

Non puoi perdere l’occasione di scattare foto alle scie luminose delle auto che passano sotto di te, con di fronte i grattacieli illuminati nella notte. Farai delle foto sensazionali!

fotografare scie luminose
Ph by Vicky Elia

4. Queens


Il distretto più esteso, sede di due dei principali aeroporti di New York.

Nel Queens puoi assaporare la vita vera di un Newyorkese medio.

Astoria è il quartiere più particolare perché ti sembrerà di essere ad Atene. La presenza di cittadini greci si nota anche dai numerosissimi ristornati che vendono specialità culinarie a base di Tzatziki o Moussaka, ottima pausa pranzo da street photography direi .

5. Staten Island


Il meno visitato e uno dei più lontani tra tutti i distretti.

Se hai del tempo puoi fotografare New York anche da Staten Island. La raggiungi con un piccolo e comodo traghetto. Da Staten Island avrai una vista unica e privilegiata sulla statua della libertà. Anche se è un quartiere prevalentemente residenziale, vale la pena visitarlo anche solo per le graziose casette in stile vittoriano che abbondano sull’isoletta, alternate a grandi spazi verdi.

Trucchi per fare foto belle a New York

Passiamo alla fase creativa della composizione della street photography di New York.

Il primo trucco che voglio condividere con te è in assoluto il mio preferito, che puoi utilizzare non solo per fotografare New York ma in generale per tutta la street photography che vorrai fare in ogni luogo di mondo. 

1. Fotografare le immagini riflesse nelle pozzanghere

Se non hai mai provato questa tecnica, ti consiglio di correre subito ai ripari perché oltre a essere divertente ti permette di ottenere delle fotografie davvero uniche.

Fotografare riflessi acqua New York
Ph by Vicky Elia

Anche in una giornata di sole prendi la tua macchina fotografica e una bottiglietta d’acqua ed esci subito tra le strade della tua città. Mettiti alla ricerca di piccole buche in prossimità di soggetti fotografici da immortalare e scatta!

Versa dell’acqua nella buca e vedrai che immediatamente apparirà il riflesso di ciò che ti circonda.

Nel caso di New York è davvero facile, non ho dovuto portare con me neanche dell’acqua perché, essendoci andata a gennaio, tra pioggerellina e neve che si scioglieva c’erano pozzanghere ovunque.

Per fare foto alle pozzanghere a New York non c’è bisogno di cercare molto, qualche grattacielo, taxi giallo o bandiera americana comparirà sempre nel riflesso d’acqua. I tuoi soggetti, specchiandosi all’interno delle pozze d’acqua, ti assicureranno uno scatto originale e unico. 

2. Fotografa gli occhi della gente

Gli occhi delle persone sono la massima forma di espressività. Da uno sguardo cogli le emozioni.

fotografare persone New York
Ph by Vicky Elia

Gli sguardi profondi permettono di capire anche i pensieri. Talvolta, è possibile comunicare anche solo guardandosi negli occhi. 

In questo caso, volendo fotografare persone e necessitando di un contatto visivo con loro, la regola principale è quella di non importunare. 

Anche se possiedi uno zoom potente in grado di farti agire nell’ombra è sempre buona educazione chiedere al soggetto prescelto il permesso per scattargli una fotografia. Vedrai che con un bel sorriso nella maggior parte dei casi ti dirà di si. 

Bruce Davidson, celeberrimo fotografo appassionato di street photography, così scriveva su una sessione fotografica a New York: “Sono arrivato in 100th Street con una fotocamera di grande formato su un treppiede. Volevo profondità e dettagli e volevo incontrare le persone negli occhi. Volevo che la fotografia avvenisse senza intromettersi. I bambini mi hanno chiamato “l’uomo delle immagini”. Hanno detto di scattare la mia foto. Ho scattato la loro foto. Li ho fotografati, loro hanno scattato le mie fotografie”.

3. Incornicia i tuoi soggetti con elementi unici della città di New York

Così facendo riuscirai proprio nell’intento di cui ti parlavo prima. 

Riuscirai a raccontare una storia attraverso immagini di vita, con lo sfondo e la cornice della città in cui ti trovi. 

Solo così potrai raccontare una storia da strada Newyorkese. 

Se ti trovi di fronte una scena che vuoi immortalare, ad esempio, assicurati che nella cornice della scena principale appaia l’incrocio con i tipici semafori appesi e il cartello che indica il senso unico di marcia con la scritta “one way”.

Oppure includi nell’inquadratura lo scenografico effetto dei tombini fumanti tipicamente Newyorkesi. 

foto bianco e nero New York
Ph by Vicky Elia

Che siano incroci particolari, scale antincendio, grattacieli o segnaletiche, accertati che incornicino il tuo scatto così da poterlo sempre ricondurre a una foto scattata proprio nella città di New York. 

Qualcosa di sorprendente accadrà proprio sotto al tuo naso, è sicuro al 100%.

Io ad esempio ho assistito alla scena di un uomo che, in piena Time Square, portava al guinzaglio una gallina come fosse la cosa più naturale del mondo.

Proprio davanti a me, proprio a New York! Quindi fatti trovare sempre preparato perché la street photography è fatta di attimi unici e rari non ti aspetta. Come non ha aspettato me quella volta, unico momento in cui non avevo la macchina fotografica al collo e non ho potuto immortalare la gallina al guinzaglio.

Quella è New York! E proprio quella è la street photography di New York. 

Sono certa che con questi piccoli trucchi e le informazioni che ti ho dato in questo articoli riuscirai a fotografare New York in una maniera divertente e originale. Riuscirai a raccontare una storia dal tuo punto di vista.

Scrivimi nei commenti cosa ne pensi sulla street photography e raccontami quali sono le tue tecniche preferite per fotografare in città in base alla tua creatività. 

Aspetto poi di vedere le tue foto a New York! 😃

Un abbraccio,

Vicky

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Corso di fotografia online: scopri gratis le basi da Zero a Fotografo

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Ti interessa?

SCOPRILO ORA!

Last Updated on Febbraio 8, 2022 by Vittoria Elia

More from Vittoria Elia
Quale scegliere tra le Isole Canarie: dove andare?
Stai pensando di scappare dall’inverno ma non vorresti allontanarti troppo dall’Italia? Se...
Read More
Join the Conversation

2 Comments

  1. says: Corina

    Ciao Vicky, leggendo il tuo articolo e guardando le foto scattate da te in questa grande città ho avuto l’impressione attraverso i tuoi scatti fotografici di essere lì, di vedere questi meravigliosi posti strani e complessi allo stesso tempo, pieni di persone diverse mi è piaciuto tantissimo sei stata brava a raccontare la città attraverso il tuo scatto fotografico.

    1. Ciao Corina, sapere che attraverso le mie parole ti ho trasportata nella grande mela mi rende davvero felice. Si può viaggiare anche leggendo e sapere che per te è stato così è davvero fantastico. Grazie!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.