Quale scegliere tra le Isole Canarie: dove andare?

isole canarie dove andare

Stai pensando di scappare dall’inverno ma non vorresti allontanarti troppo dall’Italia? Se è così, di sicuro avrai preso in considerazione l’idea di andare alle Isole Canarie.

Le Canarie vengono considerate dai più come un luogo unico, sia per passarci un periodo di vacanza che per trasferirsi e cambiare vita. Avrai di sicuro, almeno una volta nella vita, sentito la classica frase “mollo tutto e me ne vado alle Canarie“!

Ok, risponderei io…ma dove?
Ti assicuro che la scelta tra le varie isole che compongono l’arcipelago spagnolo non è indifferente e non deve essere lasciata al caso.

Ciascun’isola infatti ha delle caratteristiche uniche e inconfondibili. Ogni isola ha la sua particolarità che comprende il paesaggio, la natura e le attività che si possono svolgere.

Quindi se stai programmando un viaggio su una delle Isole Canarie, ti consiglio di scegliere attentamente qual è quella più adatta alle tue esigenze e a quello che stai cercando.

Non sai come scegliere? Non preoccuparti, a questo ci ho pensato io.

Accomodati e leggi questo articolo, ti parlerò nel dettaglio di ogni Isola perché noi di Viaggio solo andata le abbiamo esplorate a fondo anche per te, così da fare in modo che la tua esperienza sia ricca di ciò che ti aspetti.

Potrai così scegliere dove andare in base a ciò che desideri vedere, ma sopratutto a dove è possibile fare belle foto se questa è, come per noi, la tua passione.

Isole Canarie: quale scegliere
Photo by Vicky Elia

Isole Canarie: Quali sono?

Prima di approfondire la bellezza e i doni che ciascuna Isola può offrirti, faccio una breve premessa introduttiva spiegandoti esattamente quali sono le Isole Canarie, quante sono, nonché il loro punto di forza… la situazione climatica!

Solitamente si pensa che le Isole Canarie siano solo 4, cioè le solite più note e gettonate quali Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote e Tenerife, che sono anche di cui ti parlerò in questo articolo.

In realtà l’arcipelago è composto da ben sette isole maggiori e alcune minori, visitabili in giornata perché davvero molto piccole.

In ordine di estensione territoriale le sette Isole Canarie sono:

  1. Tenerife;
  2. Fuerteventura;
  3. Gran Canaria;
  4. Lanzarote;
  5. La Palma;
  6. La Gomera;
  7. El Hierro.

PS: sebbene siano notoriamente queste 7 le isole Canarie per così dire “maggiori”, da qualche tempo il calcolo non è più corretto.

Adesso le isole delle Canarie sono diventate 8 – ebbene sì, La Graciosa non è più soltanto un isolotto vicino Lanzarote, ma una vera e propria isola riconosciuta dal Senato. 

Dove si trovano le isole Canarie?

L’arcipelago delle Isole Canarie è situato nell’Oceano Atlantico, al largo dell’Africa Nord-Occidentale.

In effetti se guardi su una mappa dove si trovano ti accorgerai che questo pezzetto d’Europa ha ben poco a che vedere con l’Europa, e per posizione geografica è DECISAMENTE Africa!

Per la precisione, tra il confine meridionale del Marocco e quello nord del Sahara Occidentale.

E questo ha una chiara ripercussione su uno degli elementi più interessanti che i viaggiatori apprezzano delle Isole Canarie: il clima! 

Clima Canarie: temperature durante l’anno

Climaticamente sono note come le Isole dell’eterna primavera poiché la loro collocazione nell’Oceano Atlantico, a ridosso del deserto del Sahara e vicino al Marocco, favorisce le condizioni migliori per un clima mite tutto l’anno.

I freschi venti oceanici si incontrano qui e danzano con l’aria calda del deserto.

La pista da ballo di questa danza tiepida e ventosa si svolge proprio sopra i cieli delle Isole Canarie, rendendo il clima sempre piacevole.

I mesi più freddi si registrano in gennaio e febbraio alle Canarie, con una temperatura media che comunque non scende sotto i 20° durante il giorno.

Diciamo che sono un’ottima destinazione se vuoi prendere il sole in costume anche a gennaio, non tenere mai addosso nulla più che una felpa e una giacca a vento, o addirittura fare qualche bagno per i più coraggiosi (parola mia, che l’ho fatto a dicembre a Lanzarote!).

Come raggiungere le Isole Canarie

Isole Canarie: quale scegliere
Photo by Vicky Elia

Ciò che attira molti europei su queste magiche isole, è proprio il fatto che raggiungerle è semplicissimo.

Le Isole Canarie, offrono infatti il vantaggio di poter vivere sempre al caldo pur restando in Europa, e a circa solo quattro ore di volo partendo da Milano.

Proprio così! Il vantaggio di rimanere in Europa non è da sottovalutare.

A livello comunitario si è tutelati in quanto cittadini europei e anche la sanità funziona esattamente come in Italia. Non c’è dunque bisogno di preoccuparsi di coperture assicurative e non ci si sente troppo esposti a rischi e malattie.

Inoltre nelle Isole Canarie le strade sono confortevoli e ben fatte, le segnaletiche sono europee quindi nulla di complicato se si vuole noleggiare un’auto.

Sono socialmente sicure, anche per chi come me ama viaggiare da sola. Sono divertenti, frizzanti e giovani, ma sopratutto la vita scorre lenta al ritmo di una siesta tipicamente spagnola e di un tramonto dopo l’altro.

Solo una cosa potrai trovare in comune su tutte le isole Canarie infatti… e sono quei tramonti esplosivi, enormi.

Tramonti che raccolgono tutte le sfumature del rosso e dell’arancione, di quelli che se sei dal lato giusto dell’Isola culminano nell’Oceano con la brezza fresca sulla pelle e la voglia di fotografare ogni attimo di quello spettacolo.

Già proprio così hai letto bene, se ami fotografare tramonti da sogno, ogni angolo di ciascuna delle Isole Canarie esaudirà il tuo desiderio e ti donerà in cambio foto a cui non sarà necessario applicare alcun filtro (magari giusto i nostri preset ) perché saranno già incredibilmente intense.

Tornando al modo attraverso cui raggiungerle, i voli sono numerosi e spesso hanno ottimi prezzi, quindi oltre a essere facili e veloci da raggiungere sono anche economiche e questo non guasta mai.

Se viaggi in bassa stagione potresti trovare un affare da poche decine di euro, davvero! Basta sapere come trovare voli low cost e il gioco è fatto.

Viaggiare alle isole Canarie in auto

Se la tua intenzione è invece quella di soggiornare per lunghi periodi e vorresti evitare l’auto a noleggio, oppure se desideri portare il tuo mezzo camperizzato o camper alle Canarie, dai porti spagnoli di Cadice o Huelva con la tua auto potrai prendere un traghetto e in meno di 40 ore sarai sull’Isola prescelta.

Se invece preferisci noleggiare un auto i prezzi sono super abbordabili e ci sono varie compagnie affidabili che non chiedono neanche la solita onerosa caparra. La nostra compagnia di noleggio auto preferita alle Isole Canarie, testata e apprezzata sia per prezzi che per servizi, è Cabrera Medina.

Ma partiamo subito con le varie caratteristiche che differenziano ciascuna delle isole principali.

Quale isola delle Canarie scegliere?

Per decidere quale isola scegliere tra le 7 Canarie avrai prima bisogno di conoscerle da vicino: infatti sono tutte vicine ma estremamente diverse l’una dall’altra.

Vediamole una a una:

Gran Canaria: tutte le stagioni in un’isola

Di origine vulcanica come le sorelle, e la seconda più popolata dell’Arcipelago, l’Isola di Gran Canaria è anche definita un continente in miniatura per la sua varietà di climi.

Personalmente ho un debole per l’Isola di Gran Canaria e devo ammettere che attualmente è la mia preferita, ho già spiegato ogni dettaglio in un precedente articolo raccontando perché Gran Canaria sia così fotogenica.

Isole Canarie: quale scegliere
Photo by Vicky Elia

La preferisco proprio perché l’Isola di Gran Canaria ti permette di vivere in un solo giorno davvero quasi tutte le stagioni.

A differenza delle altre Isole, qui potrai trovare pinete dall’aria molto fresca, paesaggi desertici che si alternano con scenari di natura rigogliosa.

Nello stesso pomeriggio puoi vedere piante grasse e boschi, puoi trovarti davanti a una distesa d’acqua e poco dopo nel mezzo del nulla con paesaggi che ricordano a tratti alcuni dei grandi parchi americani, per piombare successivamente tra le dune di un deserto sabbioso che da certe angolazioni sembra non avere fine.

Ti ho incuriosito vero? Ma andiamo per ordine.

Quale isola Canaria scegliere? Gran Canaria per sportivi e amanti di paesaggi lussureggianti

Se sei una persona a cui piace andare in bicicletta o addirittura in Mountain bike, a cui piace percorrere lunghi sentieri facendo trekking, insomma qualcuno che non riesce a rinunciare alla verde natura del bosco, sicuramente troverai pane per i tuoi denti proprio a Gran Canaria.

Il parco naturale di Tamadaba, ad esempio, è stata per me una sorpresa piacevole. Non mi aspettavo certo di trovare una pineta avvolta nella fresca rugiada che si inerpica fino a raggiungere territori boschivi. Né di trovare scorci sull’Oceano che da quelle altezze lo fanno sembrare così distante e silenzioso.

Gran Canaria, vive un turismo prevalentemente stagionale con una grande presenza di turisti tedeschi e inglesi. Molte sono le persone che scelgono di trascorrere l’inverno con abiti più leggeri e molti di loro scelgono quest’Isola per “svernare” essendo in pensione.  

Gran Canaria è un’isola molto tranquilla che vive a un ritmo tutto suo, adatta a chi vuole vivere lentamente senza rinunciare a nulla.

La capitale, Las Palmas de Gran Canaria, è una città metropolitana molto popolata e ben servita, dall’aspetto perennemente vacanziero ma che ti permette di assaporare quella sana frenetica vita che a volte si sente il bisogno di vivere, ma sempre senza stress.

Ti consiglio quindi di scegliere Gran Canaria se sei una persona che preferisce i tipi di paesaggi più lussureggianti e verdi.

Gran Canaria fa al caso tuo se vuoi avere la possibilità di scegliere durante il giorno di salire di quota e trovarti al fresco, inoltre se adori gli sport nella natura più lussureggiante e ti piace il golf non puoi che scegliere quest’Isola.

Il campo da golf di Gran Canaria è esclusivo e unico al mondo, sorge infatti al fianco di una delle Caldere vulcaniche più belle che io abbia mai visto.

La Caldera del Vulcano de Bandama si può anche scoprire con un trekking inebriante, nell’aria il profumo della camomilla selvatica che, se chiudo gli occhi, riesco ancora a sentirne l’intensità.

Fotograficamente poi, Gran Canaria si mette in posa per te.

Tra tutte le Isole dell’arcipelago, solo sulla Degollada de Las Yeguas è possibile fotografare le fotografare le stelle con le silhouette dei cactus che fanno da cornice da cornice.

L’isola Canaria più vulcanica e selvaggia: Lanzarote

Come ti ho anticipato all’inizio di questo articolo, ciascuna delle Isole Canarie è totalmente differente dall’altra. Messe a confronto tra loro sono posti distanti, cambiano le vibrazioni e anche le cose da fare e fotografare.

Passiamo ora alla piccola perla più nord-orientale di tutto l’arcipelago: Lanzarote.

Lanzarote è un’Isola piccola, rimasta come ferma qualche anno indietro nel tempo, dal nord selvaggio e il sud più turistico.

Quest’isola è un fazzoletto di terra vulcanica, è l’esempio della vita che rinasce dopo la devastazione.

Il 1730 infatti non è stato un anno qualunque per Lanzarote.

Le eruzioni vulcaniche continue e incessanti di quell’anno, e non solo, hanno per sempre modificato la geografia di questo luogo, che oggi porta ancora i segni di quelle eruzioni nella sua terra nera che contrasta con il verde intenso dell’erba e il blu del mare.

Abbiamo già trattato nel dettaglio cosa vedere a Lanzarote, in particolare delle sue location fotografiche,.

Ora piuttosto voglio fornirti degli elementi di paragone tra le varie Isole Canarie per permetterti di scegliere quella che più fa al caso tuo.

Da un punto di vista architettonico, Lanzarote possiede una caratteristica tutta sua che personalmente trovo bellissima.

Ciascun paesello che spunta lungo le diritte strade che attraversano l’isola, è formato da basse casette rigorosamente in calce bianca e dagli infissi in legno, colorati di azzurro o verde.

Il contrasto tra i raggruppamenti di case bianche e la terra vulcanica, nera come la pece di contorno, regalano meravigliosi spunti fotografici.

Lanzarote è dunque piuttosto desertica, non quel deserto sabbioso e giallo che ti aspetti ma un deserto di terra lavica e nera.

La vegetazione è più rara ma non assente, ad esempio se ami il buon vino non puoi perderti una visita alle scenografiche vigne della Gerìa, ti sembrerà di essere su un pianeta diverso.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da ✈️VSA🌏 FOTOAVVENTURE📸 (@viaggio.solo.andata)

 

Ti troverai di fronte a distese di terra nera, tagliata in due da una strada perfetta con graziosi vigneti che prendono vita dalla terra lavica.

Quale Isola Canaria scegliere? Lanzarote per paesaggi vulcanici e foto pazzesche

Se ami paesaggi sconfinati, distese di rocce vulcaniche e ovviamente se ami passeggiare in questi scenari ti consiglio di scegliere proprio Lanzarote.

Anche qui è possibile fare trekking, personalmente ho adorato la caldera De Los Cuervos, è un posto che riassume perfettamente Lanzarote a livello paesaggistico.

Isole Canarie: quale scegliere
Photo by Vicky Elia

A differenza di Gran Canaria poi, a Lanzarote è molto più facile trovare spiagge e insenature in cui l’acqua è calma e cristallina.

Benché in inverno sia veramente fresca è impossibile rinunciare a un bagno nell’Oceano. Quindi se non sei un tipo da onde e surf qui potrai trovare spiagge molto belle con un’acqua invitante e calma.

Lanzarote poi si differenzia letteralmente a seconda che tu stia visitando il nord oppure il sud. Personalmente il Nord di Lanzarote lo trovo vero, autentico, remoto ed estremamente bello.

Per questo è sicuramente il mio preferito. Il nord è meno popolato, ci sono distese e distese di un nulla affascinante, talmente bello che non vorresti smettere di guidare. Io a volte mi rendevo conto che guidavo e sorridevo tanta era la bellezza del paesaggio, semplice, spoglio, direi galattico che avevo davanti agli occhi.

Il Sud di Lanzarote invece te lo consiglio se ami più la movida turistica, negozi bar e ristoranti abbondano sulle strade donando un’atmosfera allegra, festaiola e piacevole.

Da un punto di vista fotografico il Nord non teme rivali, puoi fotografare surfisti al tramonto, onde scoppiettanti, scogliere scoscese o baie tranquilli.

Se ami la fotografia di paesaggio e l’assoluta tranquillità che una piccolissima Isola può offrire, è questo il tuo posto.

 

 Canarie Furteventura: mondana e desertica

Passiamo all’isola tra le più mondane, dove gli italiani abbondano ma sopratutto i giovani e i nomadi digitali: Fuerteventura.

Fuerteventura è  la seconda isola delle Canarie per dimensioni.

Un’Isola dall’atmosfera leggera e divertente. L’aria è frizzante ed elettrica, la presenza di tanti ND (se non sai chi sono i nomadi digitali, leggi qui) la rende stimolante, è un posto in cui poter far networking, sopratutto a nord dove pullula di coworking e quindi di comodi uffici dotati di ottima connessione e infiniti caffè.

Se devo descrivere Fuerte attraverso un’immagine, mi viene in mente una persona in infradito con una tavola da surf sotto un braccio, computer portatile sotto l’altro, che va in giro in skateboard.

Tuttavia se ti stai chiedendo com’è a livello paesaggistico, l’Isola risente di un grosso problema di siccità perciò è prevalentemente e quasi totalmente desertica.

Ti troverai davanti a distese di terra giallo ocra intenso che, spostata dal vento, rende l’atmosfera dai toni caldi e polverosi. La vita a Fuerte si concentra prevalentemente dal centro dell’Isola proseguendo verso Nord.

Isole Canarie: quale scegliere
Photo by Vicky Elia

Quale isola Canaria scegliere? Fuerteventura per paesaggi desertici e nomadismo digitale

Ti consiglio di scegliere Fuerte se sei amante di ogni genere di sport acquatico, è infatti la patria del surf, windsurf, kitesurf, immersioni (anche in apnea) e per andare in barca a vela.

Quanto al Sud, resta più vuoto e desertico. Adatto quando si vuole fare qualche passeggiata stimolante e lontani dal resto del mondo.

I sentieri per il trekking sono favolosi, soprattutto nella riserva naturale sulla Isla de Lobos.

Spiagge e tramonti sono incantevoli e anche a Fuerte è possibile trovare qualche piscina naturale in cui potersi immergere.

Fotograficamente prepara il tuo grandangolo perché i paesaggi sono immensi e distesi, attento a comporre la foto correttamente conferendo loro tridimensionalità.

A volte i paesaggi desertici rendono le foto piatte, quindi consiglio di essere creativi con la composizione.

 

Isole Canarie: Tenerife, la perla dell’arcipelago

Giungiamo all’ultima delle isole principali delle Canarie, una perla nera e verde dalle bellezze tropicali e naturali uniche.

Tenerife è la più grande ed estesa rispetto a tutte le isole dell’arcipelago, ma non solo: è la punta di diamante che spicca per progresso e arte culinaria.

Pensa che gli unici ristoranti stellati delle Canarie sono proprio su quest’Isola, se hai un palato raffinato l’esperienza gastronomica che puoi vivere qui potrebbe essere unica. Ma Tenerife non è solo villaggi e resort, certo il turismo inglese è importante ma non è tutto.

Ad esempio, solo su questa magica isola vulcanica potrai passeggiare sulla vetta più alta dell’intera Spagna, il Teide con i suoi 3.715 metri.

il Teide è talmente alto che d’inverno mentre al sud puoi andare in spiaggia, sui suoi pendii c’è chi fa snowboard. Praticamente a Tenerife puoi passare dalla neve alla spiaggia nello stesso giorno!

Ma non solo, Tenerife compone una ricca parte del patrimonio Unesco per le sue bellezze naturali, dove è possibile ammirare il terzo vulcano più grande al mondo. Se tutto ciò lo trovi stimolante e preferisci un’isola di dimensioni più grandi, ecco che Tenerife fa proprio al caso tuo.

Ricca di riserve naturali e zone protette, quest’isola è un esempio di natura da preservare perché di rara bellezza.

Quale isola Canaria scegliere? Tenerife per trekking ad alta quota, e un mix di progresso e natura

Tenerife invita e accoglie chi ama la vita da spiaggia, quella da cocktail e crema solare. Sicuramente fa al caso tuo se la pausa pranzo ti piace trascorrerla in qualche ristorante di pesce fresco vista oceano.

Le sue spiagge nere vulcaniche sono un’altra chicca di grande pregio.

La natura è diversa e rigogliosa, dal fascino tropicale e abbondante. Rispetto alle altre isole sorelle lei è certamente la più vanitosa.

 

Isole Canarie poco turistiche: visitare La Palma, La Gomera, El Hierro.

Isole Canarie: quale scegliere
Photo By Vicky Elia

Quando si parla di visitare le isole Canarie, quasi tutti pensano a una delle quattro viste sopra.

Ma come detto, esistono anche altre perle più piccole e meno conosciute (quindi meno turistiche, se la cosa ti ispira) in questa collana meravigliosa nell’oceano Atlantico.

Parliamo in particolare di

  • Isola Canaria di La Palma: Patrimonio dell’Unesco e Meta turistica sostenibile
    Anche detta La isla bonita, l’isola bella, è un gioiello di natura incontaminata e pace.
    • Ideale per: chi cerca relax e natura incontaminata, e appassionati di astrofotografia (qui troverai un cielo tra i più limpidi per le stringenti leggi sull’inquinamento luminoso)
  • Isola de La Gomera: il “Gioiello della natura” rigogliosa e selvaggia
    Un’altra isola sottovalutata delle Canarie, questo cerchio perfetto di terra emersa è davvero lussureggiante.
    • Ideale per: amanti dei paesaggi più tropicali e chi cerca luoghi poco turistici
  • El Hierro: l’isola Canaria più piccola dell’elenco, la più sostenibile e la più selvaggia
    Un’isola di primati, questa piccoletta: non solo è tra le più ricche di grotte naturali e paesaggi selvaggi, è stata anche la prima a diventare autosufficiente con energie rinnovabili.
    • Ideale per: amanti delle immersioni, delle isole piccole ma selvagge e ricche di meraviglie

Interessante, non trovi?

E se secondo te piccolo è meglio puoi fare anche di meglio: le isole Canarie sono davvero un arcipelago spettacolare, dove puoi andare a vivere per un periodo più o meno lungo anche su poco più che degli scogli.

Come la bellissima La Graciosa, l’isolotto a nord di Lanzarote recentemente riconosciuto dal Senato, come detto all’inizio, dove non ci sono auto: si può girare solo a piedi, in bicicletta e se proprio devi, in taxi!

C’è solo l’imbarazzo della scelta: quale isola Canaria ti piace di più?

Conclusioni: qual è delle Canarie l’isola più bella?

Isole Canarie: quale scegliere

Ora hai tutti gli elementi per decidere quale isola Canaria scegliere per il tuo viaggio. La grande e ricca Tenerife? La desertica Fuerteventura? La vulcanica Lanzarote? Il micro-mondo che è Gran Canaria? O ancora, una delle isole minori e meno turistiche?

L’unica cosa di cui sono certa è che ti ho fatto venire voglia di prendere la tua macchina fotografica e dare sfogo alla tua creatività, non è vero?

L’atmosfera spagnoleggiante e perennemente vacanziera trasmette felicità e ritmi tropicali sono contagiosi, qui alle Canarie. Dovunque andrai, sicuramente non sbagli!

Puoi divertirti, rilassarti e camminare. Camminare tanto, perché le bellezze vulcaniche di tutte queste isole, seppur diverse, sono eccezionali.

Bene, ora che ti ho svelato tutte le grandi ma meravigliose differenze che segnano le Isole Canarie, sono certa che hai un’idea molto più chiara sulla meta da scegliere.

Fammi sapere cosa preferisci, scrivimi nei commenti se sei un tipo da spiaggia, da trekking, da paesaggi desertici o da sport acquatici, o se pensi che mi sia dimenticata qualcosa in questo articolo!

Ciascuna di queste isole offre qualcosa, non ti resta che preparare la valigia e andare dove c’è quella giusta per te.

Un abbraccio,
Vicky

Ehi, aspetta un momento…vuoi davvero fare sul serio con la fotografia?

Corso di fotografia online: scopri gratis le basi da Zero a Fotografo

Allora abbiamo qualcosa che fa per te.

Il nostro videocorso “Da Zero A Fotografo” è stato studiato per farti raggiungere i tuoi obiettivi fotografici.

Qualunque sia il tuo punto di partenza, con il nostro metodo affronterai con ordine e chiarezza tutti i principi base dietro alle foto veramente straordinarie, dalle basi all’attrezzatura, dagli speciali sui diversi stili alla post-produzione.

Ti interessa?

SCOPRILO ORA!

Last Updated on Gennaio 10, 2022 by Ilaria Cazziol

More from Vittoria Elia
Come fotografare il cibo del mondo: i segreti della food photography
Ogni viaggiatore e fotografo che si rispetti ha provato almeno una volta...
Read More
Join the Conversation

2 Comments

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.