Dare una svolta alla propria vita è un’abitudine: Will Hatton

dare una svolta alla propria vita

‘Ciao, sono Will Hatton, avventuriero e imprenditore! 

Picchi gelidi e giungle fumanti, onde che si infrangono e fiumi impetuosi; se c’è qualcosa che fa sentire il cuore in gola e il sangue che scorre, eccomi!’

Un personaggio che si presenta così non poteva che attrarre la nostra curiosità e farci venire voglia di scrivere un articolo a riguardo!

Ma conoscendo la sua storia non è l’avventura la parte più interessante: quello che colpisce è come si riuscito a dare una svolta alla propria vita non una, ma ben due volte! 

Delle difficoltà che gli sono capitate ha saputo cogliere gli aspetti positivi, farne tesoro e cambiare direzione, sbizzarrendosi a reinventarsi per guadagnarsi da vivere.

Parte per il suo viaggio solo andata a 19 anni ed ora, alla soglia dei 30, può dirsi soddisfatto di quello che ha vissuto e di quello che sta costruendo.

Oggi ti mostro come sia possibile passare da vagabondo squattrinato ad imprenditore di tutto rispetto! 😉

 

Il sogno da bambino

una svolta alla propria vita - Ponte

A 19 anni Will è un ragazzo inglese appena uscito da scuola, molto indeciso sul da farsi.

Il suo sogno è di entrare in Marina, ma prima di farlo vorrebbe prendersi un anno sabbatico per provare esperienze in giro per il mondo che rafforzino il suo animo timido.

Decide che 10 settimane con un’associazione giovanile di volontariato in Costa Rica possono essere un buon battesimo per entrare nel mondo dei viaggiatori.

Si allena duramente prima dell’inizio dell’avventura e una volta sul posto si ambienta senza difficoltà.

La missione è di attraversare il Paese, passando dall’Oceano Pacifico all’Atlantico con un trekking di giorni.

Da futuro Marine mi piaceva molto l’idea di questa sfida: la cominciai alla grande, con una giornata di cammino di 9 ore.

Ci fermammo a dormire in un piccolo villaggio dove gli insetti ci mangiavano vivi mentre dormivamo sul pavimento di legno’

Ma dopo qualche giorno spavaldo, iniziano i sintomi di malessere dati da una gamba dolorante.

‘Devo diventare un Marine, niente può abbattermi!’

O forse no.

Morale della favola: rientro in patria con linfedema alla gamba.

SBAM!

Carriera da soldato finita. Ancor prima di cominciare.

 

La prima (s)volta alla propria vita non si scorda mai

È a casa sano e salvo, ma la cosa che fa veramente male è la consapevolezza: non potrà mai più correre perché se lo fa, la gamba si gonfia in maniera insostenibile.

Il suo sogno è infranto.

Un anno se ne vola via in uno stato di profonda depressione. Ma poi, per qualche motivo, prende la decisione: ‘sul letto dei vari ospedali, mentre pensavo che mi avrebbero tagliato la gamba, credevo che non sarei più stato in grado di viaggiare o peggio.  Invece ero lì, un po’ limitato certo, ma ancora operativo.

In quel momento decisi di ripartire. E fu così che iniziò il mio viaggio, soprattutto quello per riprendermi la fiducia che qualche stupido insetto mi aveva portato via’.

Ecco la prima svolta che Will dà alla propria vita.

 

Il piano è semplice e le finanze poche: partenza dal Regno Unito con destinazione Papua Nuova Guinea, senza prendere aerei.

Avendo già sperimentato la morte da così vicino ha un modo nuovo di guardare alla vita: ‘so che può sembrare strano, ma non facevo piani per quello che sarebbe successo il giorno successivo.

Mi immaginavo che non sarei sopravvissuto molto lungo la strada, e paradossalmente questo è stato estremamente liberatorio: mi permetteva di vivere il momento senza preoccuparmi del futuro’.

Viaggia in Europa e Medio Oriente, anche in quella parte di mondo che spesso viene evitata dai viaggiatori (soprattutto quelli solitari!), ritenendola una tratta pericolosa.

Lui invece, oltre ad avventure degne del suo sangue caldo, trova addirittura l’amore.

una svolta alla propria vita - Will e Nina

Si ferma qualche tempo in Iran: qui conosce una ragazza persiana, Nina, con la quale inizia a frequentarsi.

Sul blog scrive diverse curiosità a riguardo: dall’essersi incontrati con Tinder, in un luogo dove la maggior parte dei social sono bloccati, all’aver dovuto pagare un matrimonio ‘di prova’, per poter viaggiare insieme.

Leggere aneddoti come questi apre la mente e aiuta a rompere quelle barriere che ci hanno costruito intorno.

Moti pensando all’Iran potrebbero pensare al nucleare o al terrorismo, ma è solo un lato della storia: ci sono persone meravigliose che vivono semplicemente, con le loro usanze, tra le più antiche presenti sulla faccia della Terra.

Le perle di vita quotidiana, unite alle parole che lodano l’ospitalità di questo popolo, sono gli aspetti emozionanti che solo un viaggiatore ti può raccontare, più forti di tutte le paure che i media ci vogliono instillare.

Dopo l’Iran si sposta in Pakistan, dove ha la possibilità di scalare la catena himalayana e dormire con Couchsurfing in luoghi remoti inimmaginabili.

La seconda svolta alla propria vita, nemmeno

L’amore per Nina li ricongiunge in India dove ha trascorso 2 anni, “viaggiando per 2000 km su un Tuk-Tuk.

Questo è stato davvero un punto di svolta: ho imparato molto su me stesso e su cosa sarei stato in grado di affrontare’.

una svolta alla propria vita - Tuk Tuk

 

A questo punto, la vita, che sembrava aver perso di valore, si manifesta in tutta la sua gioiosa bellezza, e Will non può che prenderne atto, accogliendo con gioia la nuova svolta alla propria vita.

Non vive più alla giornata attendendo inesorabilmente la fine, ma trova ‘un nuovo scopo: mi ritrovavo per le mani una sfida di proporzioni epiche ed ero pronto ad affrontarla’.   

Invece di proseguire verso Est come previsto, si ferma e le sue gambe lo riportano indietro.

Insieme a Nina attraversa il Pakistan a ritroso, fino in Iran dalla sua famiglia, dove si converte all’Islam e i due si sposano.

Dopodiché la coppia si stabilisce per un certo periodo a Chiang Mai (nota capitale del nomadismo digitale), così da portare avanti i loro nuovi progetti con più dedizione.

Sono stato lì per circa un anno ed ho potuto dare vita ad una routine decente. E’ stato un tipo di avventura diversa, ma l’ho apprezzata tantissimo’.

Ed è così che Will si trova ad essere un imprenditore in diversi campi.

Come si guadagna da vivere

All’inizio del suo viaggio non ha un piano ben preciso e fa quello che gli capita, quando gli serve.

Il che significa quasi sempre trovarsi a lavorare in fattorie, piuttosto che vendere sciarpe e erbe sulla spiaggia o appoggiarsi ai siti di work exchange che ben consociamo.

Ma anche commerciare oggetti particolari su Ebay alla gente rimasta in patria.

Esperienze che migliorano il suo fiuto per gli affari, intuendo via via la strada migliore per fare soldi in poco tempo.

A dir la verità il fiuto lo porta anche dietro le sbarre un paio di volte, nelle quali è costretto a pagarsi da solo la cauzione, ‘ma avevo un’altra età! Non era un problema’.

E’ in questi giorni che, spinto dalle insistenti domande delle persone che lo seguono, decide di dare vita al blog ‘The Broke Backpackers’.

Lavora assiduamente, anche 80 ore la settimana, e inizia ad avere delle entrate ‘davvero niente male, ovviamente in rapporto a quanto realmente mi serviva per vivere in strada’.

Le entrate sono garantite principalmente da affiliazioni e pubblicità, ma redige anche guide digitali, per esempio su come viaggiare senza soldi o con un budget di 10$ al giorno.

 

E tu penserai, ok il blog, niente di speciale, lo fanno in tanti: ma questo è solo l’inizio!

Ricordati che la sua ragazza è iraniana, di conseguenza ha molte difficoltà ad ottenere i visti e questi sono anche carissimi.

Di conseguenza ha dovuto cogliere tutte le occasioni di generare introiti che ci sono state, ma soprattutto tirare fuori nuove idee su come generarne di nuovi.

Ed è qui che esce l’anima imprenditoriale di Will.

Il 2017 è stato un anno spaventoso e davvero difficile per noi, finanziariamente. Abbiamo quasi pensato che ci saremmo dovuti separare, data la mancanza di soldi per poterci sostenere. Ma pian piano abbiamo cominciato ad ingranare, riuscendo a vedere i frutti dei nostri sforzi verso la fine dell’anno, quando abbiamo iniziato ad avere delle entrate più cospicue’

Ecco oltre al blog e gli ebook come ha diversificato le entrate e cosa ha in cantiere:

  • una compagnia di viaggi (avventurosi), del quale lui è un accompagnatore;
  • una SEO agency
  • Ditch your desk
  • Active Roots: un proprio e-commerce
  • compravendita di criptomonete
  • programmi per il futuro vari ed eventuali

Vediamole nel dettaglio.

Compagnia di viaggi

Amante dell’avventura, ha creato i propri pacchetti di viaggio nei posti che conosce bene e che sono mete del tutto inusuali.

Per esempio, l’inaugurazione è stata un tour del Pakistan di 17 giorni, alla quale hanno partecipato ben 11 persone.

Nel tempo ne sono seguiti altri ed al momento, avendo preso piede, non è lui l’unica guida dei suoi viaggi, ma spesso è una persona fidata a fare le sue veci.

Questo gli permette di incamerare grosse cifre in un colpo solo, che reinveste in nuove avventure per aumentare il bagaglio di esperienze della compagnia ed il proprio.

SEO Agency

Il mondo dietro ai testi che si trovano in rete è davvero vasto ed articolato, come ho avuto modo di rendermi conto da qualche mese a questa parte, ma la SEO ne è probabilmente l’aspetto più importante.

Quando inizia il suo blog in realtà non sa nulla di SEO: la pratica è un’insegnante severa, ma allo stesso tempo premia chi si applica nel modo corretto.

Durante il viaggio, inoltre, le stelle sono sempre dalla tua parte: è così che Will incontra Aaron, un altro backpacker con poca capacità di scrittura, ma una grande lungimiranza in social media management.

I due, completandosi a vicenda, decidono di unire le forze, tirando su questo progetto e il successivo.

una svolta alla propria vita - Will e Aaron

Ditch your desk

Will e Aaron mettono insieme le loro esperienze sul come rendere sostenibile questo stile di vita, ‘mostrando le diverse possibilità per raggiungere l’indipendenza finanziaria facendo soldi con la rete.’

Il nome scelto (‘Abbandona la tua scrivania’), indica proprio come la risorsa voglia essere un aiuto per tutta la comunità dei viaggiatori intenzionati ad iniziare il loro viaggio solo andata online.

Active Roots

Quando sei in viaggio da più di 10 anni, probabilmente qualche esperienza sugli oggetti da mettere nello zaino ce l’hai.

Da qui l’idea, in società con un altro amico dallo stesso spirito avventuriero, di tirare su un e-commerce di attrezzatura per backpackers.

E’ stato un bell’esercizio che mi ha permesso di imparare a disegnare prodotti, mantenere i contatti con i fornitori, organizzare il magazzino su Amazon e la logistica dietro le spedizioni internazionali.’

Partendo senza nessuna base, ma solo con tanta voglia di fare, i risultati si ottengono ed è molto gratificante vedersi migliorare giorno per giorno.

Criptomonete

‘La svolta finanziaria per la nostra coppia c’è stata quando ho investito gli ultimi risparmi in Bitcoin e ho imparato da solo a commerciare con le criptovalute’.

Will è l’esempio di come i Bitcoin abbiano effettivamente fatto la fortuna di qualcuno in giro per il mondo.

Ma la vera intelligenza di questo ragazzo è stata probabilmente quella di utilizzare questi proventi per investire nelle attività elencate sopra, senza limitarsi a vivere di rendita con quanto ottenuto.

Si legge di viaggiatori che pensano a mettere da parte una percentuale dei propri introiti, in un fondo pensionistico o altro, ma Will non è di questa idea.

‘Sono terribile nella gestione delle finanze: se ho qualcosa sul conto lo spendo! Se invece sono a secco mi adeguo facendo autostop, campeggiando e vivendo con poco’.

Programmi per il futuro

Con tutte queste attività la giornata è presto riempita e la sua settimana lavorativa raggiunge tranquillamente le 60 ore.

‘Comunque ho la possibilità di prendermi una pausa quando voglio ma, onestamente, non è da me.

Ho passato gran parte della mia giovinezza senza lavorare, vivendo duramente e scervellandomi di capire perché la gente DOVESSE lavorare.

Ora capisco: è divertente se lavori per te stesso e ti concentri sulla costruzione dei tuoi sogni invece che su quelli di qualcun altro.’

Nella testa di Will, oltre alle molte avventure che ancora desidera vivere, c’è sempre la volontà di sperimentare nuovi business.

Per esempio si legge della sua volontà di aprire un ostello a Bali, ma chi lo sa che la vita non gli riservi un’altra svolta?!

‘Quando si è sulla strada i piani tendono a cambiare e a volte la vita interviene per metterti su altri binari…in tal caso, tu devi semplicemente seguirli’.

 

A te è mai successo di dare una svolta alla tua vita? Io ci sto provando, questi sono i miei pensieri a riguardo, sarei felice di conoscere i tuoi!🙂

 

P.S.: se il tuo viaggio l’hai già iniziato perché non ce lo fai sapere? Il protagonista del prossimo racconto e fonte di ispirazione per i nuovi viaggiatori sarai tu! 🙂

Un abbraccio,

Giovanni

 

 


Ti piacerebbe scoprire come si organizza un simile viaggio a lungo termine? Abbiamo qualcosa per te…


Sei davvero interessato a capire come viaggiare a tempo indeterminato come fa Will, negli aspetti più pratici e utili

Allora forse può interessarti una guida a come iniziare a viaggiare a lungo termine, no? Una guida in cui abbiamo raccolto tutto ciò che abbiamo imparato nel nostro viaggio solo andata, le risposte a tutti i dubbi che avevamo prima di partire e a quelli dei nostri lettori.

In questa guida non troverai solo i temi legati al viaggio a tempo indeterminato, come l’organizzazione, la burocrazia, i costi e i consigli per affrontarlo, ma anche la storia di come siamo riusciti a realizzare il sogno di diventare nomadi digitali e di rendere sostenibile questo stile di vita, e di come puoi farlo anche tu.

Insomma, non una guida qualsiasi, ma LA GUIDA DEFINITIVA AL VIAGGIO A LUNGO TERMINE 🙂

 

     SCOPRI LA GUIDA   

More from Giovanni Filippi

Cambiare vita a 40 anni grazie a un campo da calcio a Medellìn

“Sono cresciuto tirando calci ad un pallone in un piccolo campo di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.